Coppa Davis di tennis: Fognini regala i quarti di finale all'Italia

| Nella terza giornata l'azzurro nel quarto match ha battuto il numero uno Sugita in un match epico durato quattro ore ed undici minuti e cinque infiniti set. L'Italia approda ai quarti dove incontrerà la Francia.

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Nella terza giornata di Coppa David è bastato il primo dei due incontri in programma a regalare all'Italia l'accesso ai quarti di finale. L'azzurro Fognini ha infatti battuto il giapponese Sugita, regalando di fatto il terzo punto all'Italia che spalanca le porte ai quarti di finale. Gli azzurri dovranno vedesela contro la Francia che nel primo turno ha battuto la rappresentantiva olandese. Contro i transalpini giocheremo in casa e sulla terra rssa in primavera. 

Terza giornata. Quello tra Fognini e Sugita è stato un match infinito duranto ben quattro ore e 11 minuti di gioco e cinque set tiratissimi. Alla fine l'azzurro mettendo in campo grinta, determinazione e tutta l'esperienza acquisita in questi anni di grande tenns è riuscito ad imporsi con i parziali di 3-6, 6-1, 3-6, 7-6 (6), 7-5. Il ligure, nonostante un medical time-out nel quinto set e le oltre 11 ore e mezza in campo nel fine settimana, è riuscito a salvare un match point nel tie-break del quarto parziale, dimostrandosi implacabile in Coppa Davis. Decisivo nei tre punti azzurri, Fognini dimostra tutto il suo talento, anche più forte di stanchezza e problemi fisici.Fognini è partito ancora una volta lentamente, subendo subito il break che di fatto ha consegnato il primo set a Sugita per 6-3. Vinta agevolmente la seconda frazione,m Fognini ha ceduto la terza per 6 a 3. Nel quarto parziale, l'azzurro ha trascinato il giapponese al tie-break ed ha avuto la freddezza di salvare un match-point sul 6-5, pareggiando i conti con tre punti consecutivi per l'8-6. Il set decisivo sembrava segnato per l'Italia, quando sul 4-1 per Sugita il trentenne di Arma di Taggia ha chiesto un medical time-out per un problema alla gamba sinistra, con fasciatura sotto il ginocchio. Fabio ha liberato il braccio, forse con la consapevolezza di non aver nulla da perdere, recuperando il break di svantaggio e finendo in modo epico l'inconrto.

Seconda giornata. Al termine della seconda giornata di Coppa Davis a Morioka gli azzurri tornano al comando. Il sorpasso grazie ad una sofferta ma meritata vittoria nel doppio. Dopo 3 ore e 36 minuti la coppia composta da Fabio Fognini e Simone Bolelli ha avuto la meglio sui giapponesi Machlachlan-Uchiyama per 3 set a 1. I parziali: 7-5, 6-7 (4), 7-6 (3), 7-5.  Gli azzurri si sono imposti con un numero maggiore di vincenti (48 a 32) sul veloce indoor della Takaya Arena, ma hanno messo a segno soltanto 4 ace, contro i 15 degli avversari. E' stato un match tiratissimo nel quale i nostri rappresentanti hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie per strappare il punto agli agguerriti avversari sostenuti dal pubblico di casa. Bolelli e Fognini si aggiudicano il primo set con il punteggio di 7-5 ma nel secondo set sono costretti a cedere al tie break per 7-4 consentendo agli avversari di tornare in corsa. Il terzo set si risolve ancora al tie break e questa volta ad imporsi è la coppia azzurra col punteggio di 7-3. Nel quarto e decisivo set, gli azzurri sul risultato di 6-5 strappano il servizio alla coppia padrona di casa, chiudendo il match.

Prima giornata. Sui campi in cemento del palazzetto di Morioka, Fognini, numero uno azzurro e numero 22 del ranking mondiale, aveva battuto per 3 a 2 il nipponico Taro Daniel, mentre Seppi (in foto) era stato sconfitto al tie-break del quinto con il forte Sugita, 41° nella classifica mondiale Atp.  Nel primo incontro, dopo un primo set conquistato abbastanza agevolmente Fognini aveva sofferto nel secondo e nel terzo, sbagliando molto al servizio e lasciando al giapponese l’iniziativa. Nel quarto set l’azzurro era riuscto a riportare in parità il match, concludendo agevolmente al quinto. I parziali: 6-4, 3-6, 4-6, 6-3, 6-2 .

Nel secondo matchet Andreas Seppi aveva affrontato il numero uno del tennis giapponese Yuichi Sugita. L'azzurro si aggiudicava il primo e il quarto set, ma doveva arrendersi al tie-break del quinto. I parziali 6-4, 2-6, 4-6, 6-4 6-7 (1-7).

 

Sport
Mihajlovic shock: “Ho la leucemia”
Mihajlovic shock: “Ho la leucemia”
L’allenatore del Bologna svela di essere affetto da una forma aggressiva ma curabile. La commozione e le reazioni del mondo del calcio
Tragedia alla Pikes Peak: muore Carlin Dunne
Tragedia alla Pikes Peak: muore Carlin Dunne
Il pilota californiano, veterano della celebre cronoscalata in scena in Colorado da 97 anni, era in testa alla gara, in sella al prototipo di una nuova Ducati: l'incidente a pochi metri dal traguardo
Calcio scommesse Spagna, spuntano gli italiani
Calcio scommesse Spagna, spuntano gli italiani
Indagini della polizia spagnola dopo le intercettazioni in cui un ex giocatore prende contatto con un allibratore italiano per "taroccare" le partite. Immobile tra i clienti delle agenzie? Smentita e diffida degli avvocati
Kinsey, 2 milioni di followers
Kinsey, 2 milioni di followers
Kinsey Wolansky in mini-costume aveva invaso il campo durante la finale di Champions. In poche ore è diventata una stella del web. Dedica a Winks: "Ti ho distratto troppo?"
The blonde invasion
The blonde invasion
Kinsey Wolanski, modella russa di 23 anni, ha interrotto la finale di Champions League entrando in campo con un costume molto succinto. L’idea: pubblicizzare il sito per adulti del fidanzato
Caos Everest, sherpa in rivolta
Caos Everest, sherpa in rivolta
Assemblea sindacale con centinaia di sherpa al campo base della vetta. Sono gli alpinisti che hanno raggiunto più volte gli 8 mila e hanno bisogno dei certificati per lavorare nelle spedizioni. Il governo promette: "Li aiuteremo"
In coda sull'Everest altri tre morti
In coda sull
Ormai è un surreale stato di emergenza. Gli scalatori in coda anche per 12 ore arrivano stremati sulla vetta e musoni esausti durante la discesa. Morti uun irlandese e altri due indiani
Ottomila, l'inutile strage: centinaia in coda sull'Everest, si muore nell'attesa
Ottomila, l
In poche ore morti un irlandese, un cittadino Usa, cinque indiani e un cileno. Timori per due indiani e un alpinista tedesco, nella morsa del gelo. Lunghe code per salire per il sovraffollamento. Il problema dei cadaveri da recuperare
Lance Armstrong: rifarei tutto
Lance Armstrong: rifarei tutto
Nel corso di un’intervista, l’ex campione di ciclismo americano ripercorre con poche battute gli errori che l’hanno portato a vedersi ritirare i titoli e bandire a vita dallo sport che amava
Pep Guardiola alla Juventus
Pep Guardiola alla Juventus
Il sogno bianconero di ingaggiare l’allenatore più premiato, quotato e pagato del calcio mondiale pare sia diventato realtà: la firma il 4 giugno, la presentazione ufficiale 10 giorni dopo