Cuneo-Pro Piacenza, il calcio nella vergogna

| La società emiliana, in grave crisi, schiera 7 ragazzini contro i prof avversari: il risultato 20 a 0, è lo specchio del divario di cui si nutre il mondo del calcio

+ Miei preferiti
È finita perfino nelle pagine sportive dei maggiori quotidiani del mondo, l’incredibile vicenda della partita fra il Cuneo e la Pro Piacenza e il Cuneo, terminata con un rotondo 20 a 0 per i padroni di casa. E il motivo non è il risultato.

Da tempo, la Pro Piacenza, società del girone A di serie C fondata nel 1919, vive una profonda crisi economica che l’ha portata a perdere buona parte dello staff tecnico e dei titolari, compreso l’ex laziale Ledesma. Motivo, il mancato pagamento degli stipendi dall’agosto dello scorso anno, pare per un debito totale di 500mila euro. Prima di allora, la società emiliana si era trovata nella necessità oggettiva di rinunciare a tre partite, perdendo a tavolino per 3-0, ma per la trasferta di Cuneo era fondamentale schierare la squadra in campo, pena l’esclusione dal campionato. Per riuscirci, quel che resta della società ha messo insieme alcuni giovanissimi che militano in categorie inferiori, 7 ragazzini nati fra il 2000 ed il 2002, il numero minimo per poter scendere in campo, mandandoli al macello contro i professionisti del Cuneo. Al piccolo Nicola Cirigliano, 19 anni, il doppio ruolo di capitano e allenatore.

Il Cuneo ha messo al caldo l’incontro già nel primo tempo, con 15 reti, fra cui le sei di Hicham Kanis in appena 36 minuti e le cinque di Edoardo Defendi in 16. Nella ripresa il Cuneo ha tirato i remi in barca, chiudendo il bottino con altre quattro reti. E pensare che finora, la squadra aveva messo a segno in campionato solo 18 reti.

Una vicenda amara, che porta a galla l’abissale divario fra i ricchissimi club di serie A e le serie minori, dove più che per vincere, si lotta per sopravvivere. A commentare il risultato surreale, dai microfoni della Rai, è stato Damiano Tommasi, presidente “Aic”: “Il calcio di provincia è uguale per tutti, ma ci sono presidenti che agognano di arrivare a quello professionistico senza averne i mezzi. Roba che abbiamo denunciato da tempo. Da quello che ho sentito, pare che la società abbia schierato un magazziniere e due ragazzi non tesserati. Episodi come questi non fanno bene a nessuno, e in più pare che l’incontro fosse quotato nelle scommesse”.

Dello stesso avviso Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, che all’Ansa ha commentato: “Sono state violate le norme della lealtà sportiva in modo inverecondo”.

Sport
Becco dell'Aquila, muore base jumper
Becco dell
E' la 25a vittima dal 2000 a oggi nel comune di Dro in Trentino. Il sindaco: "impossibile fermarli". Josefin Sando, 26 anni, si era lanciata alle 7 del mattino di Ferragosto con il marito, illeso
Ozil e Kolasinac dell’Arsenal sotto scorta
Ozil e Kolasinac dell’Arsenal sotto scorta
I due giocatori della squadra londinese sono finiti nell’obiettivo di una gang dell’est europeo che dopo un tentativo di rapina ha iniziato a perseguitarli
Il trucco antidoping di Mike Tyson
Il trucco antidoping di Mike Tyson
Per eludere i controlli, l’ex campione dei massimi utilizzava un pene finto riempito con l’urina dei suoi figli. La confessione durante un'intervista
Moto GP in lutto: muore Luca Semprini
Moto GP in lutto: muore Luca Semprini
Aveva 35, da quest’anno era uno degli addetti stampa del Team Ducati nel MotoGP: è stato ritrovato senza vita nella sua camera d’albergo
Campioni sull’orlo di una crisi di nervi
Campioni sull’orlo di una crisi di nervi
Una ricerca della federazione che riunisce i calciatori professionisti, ha calcolato che i più grandi campioni sono sottoposti a stagioni al limite della sopportazione fisica e mentale
Jean Todt: Schumacher migliora
Jean Todt: Schumacher migliora
Assistito 24 ore su 24 da un’equipe medica, il sette volte campione del mondo ha compiuto dei progressi. Lo afferma i un'intervista il presidente FIA, uno dei pochi amici ad avere accesso alla villa di Schumi
Muore un altro pugile
Muore un altro pugile
Hugo Santillan, 23 anni, si è accasciato al suolo durante la premiazione: ancora una volta sono stati fatali i colpi ricevuti durante un incontro. Tre giorni fa la morte del russo Dadashev
Sai che c'è? Scendo dalla bici e me ne vado"
Sai che c
Il bizzarro e misterioso ritiro del ciclista Rohan Dennis dal Tour de France dopo una lite con un dirigente del team. Si attende la versione ufficiale
Muore campionessa di immersione giapponese
Muore campionessa di immersione giapponese
Sayuri Kinoshita, record woman di immersione in apnea senza pinne è stata ritrovata nel parecchio dello stabile in cui viveva. Ancora da chiarire le cause del gesto
Mihajlovic shock: “Ho la leucemia”
Mihajlovic shock: “Ho la leucemia”
L’allenatore del Bologna svela di essere affetto da una forma aggressiva ma curabile. La commozione e le reazioni del mondo del calcio