Il Nantes dichiara guerra al Cardiff

| La squadra di calcio francese, che aveva ceduto lo sfortunato Emiliano Sala (morto in un incidente aereo) al club gallese, insiste nel voler essere pagata con i 17 milioni di euro concordati per il passaggio dell’attaccante

+ Miei preferiti
di Marco Belletti

Nonostante il corpo sia stato ritrovato e riconosciuto, non termina ancora la triste vicenda che vede protagonista il calciatore Emiliano Sala, l’attaccante argentino scomparso il 21 gennaio in un incidente aereo mentre attraversava il canale della Manica diretto da Nantes verso Cardiff, in Galles, per essere presentato dalla sua nuova squadra ai tifosi.

Secondo la BBC, il Nantes ha contattato il team di Cardiff per esigere i 17 milioni di euro a suo tempo concordati per la cessione del giocatore e il cui pagamento era stato deciso fosse diluito in tre anni. Sempre secondo la televisione di stato inglese, sembra che i dirigenti del Cardiff abbiano dichiarato di essere intenzionati a onorare gli accordi, tuttavia con una dilazione: attendere la chiusura delle indagini sul tragico incidente che ha ucciso Sala prima di effettuare il pagamento. In realtà il club gallese mercoledì scorso aveva ottenuto dalla Fifa una proroga di sette giorni per il pagamento della rata, ma non ha rispettato la scadenza, non effettuando quindi la rata di 6 milioni di euro sul conto corrente del Nantes.

Ecco quindi che la squadra francese ha contattato la Fifa in modo che richieda ufficialmente al club gallese la prima tranche del pagamento per il trasferimento dell’attaccante.

Nuovamente i gallesi hanno ribadito di voler onorare il contratto, ma anche di voler attendere il termine delle indagini. Si sa, per i soldi non si guarda in faccia nessuno, neppure un giovane morto mentre viaggiava verso il suo futuro: si preannuncia una dura battaglia legale tra i due club.

Sport
Lewis Hamilton: «Il silenzio colpevole della F1»
Lewis Hamilton: «Il silenzio colpevole della F1»
Il 6 volte campione del mondo accusa il circo dei motori di indifferenza di fronte alle proteste per la morte di George Floyd. “Sono ricchi, se ne stanno da parte: so chi sono, li vedo”
Cancellata la maratona di Boston
Cancellata la maratona di Boston
La più antica maratona del mondo annuncia forfait: in dubbio anche l’edizioni di quelle di Chicago e New York
Giappone, suicida wrestler di 22 anni
Giappone, suicida wrestler di 22 anni
Hana Kimura, wrestler professionista e figlia d'arte, ha annunciato la propria fine con un post su Instagram: da tempo era vittima di cyber-bullismo
Sofia Shapatava: «Il tennis potrebbe non sopravvivere alla pandemia»
Sofia Shapatava: «Il tennis potrebbe non sopravvivere alla pandemia»
La tennista georgiana, numero 375 al mondo, lancia l’allarme: “Ci sono professionisti di fascia medio-bassa che non riprenderanno a giocare. La pandemia ha tolto i veli ad un mondo in cui pochi guadagnano e molti faticano”
La depressione di Pelè
La depressione di Pelè
A quasi 80 anni, O’Rey ha grossi problemi di salute e non riesce più a camminare senza il deambulatore. Il figlio Edinho ha raccontato che è sempre più triste e depresso
Esplode lo scandalo delle pattinatrici francesi
Esplode lo scandalo delle pattinatrici francesi
Tre ex atlete di punta del pattinaggio di figura svelano a 30 anni di distanza di essere state vittime delle violenze dei loro allenatori. E la Francia trema
È morto Kobe Bryant
È morto Kobe Bryant
La leggenda della NBA, stella dei Los Angeles Lakers per vent’anni, sarebbe precipitato con il suo elicottero nei dintorni di Los Angeles. Si era ritirato nel 2015
L’autogol di Van Basten
L’autogol di Van Basten
In diretta televisiva, pensando che il suo microfono fosse chiuso. Si lascia sfuggire il saluto nazista “Sieg Heil” e finisce in una bufera che potrebbe avere ripercussioni sulla sua attività di commentatore
Non ce l’ha fatta la ginnasta americana Melania Coleman
Non ce l’ha fatta la ginnasta americana Melania Coleman
Ricoverata in terapia intensiva, è spirata a causa delle lesioni al midollo spinale. L’incidente durante un allenamento, il cordoglio di tutto il Paese
Il dramma in diretta di André Gomes
Il dramma in diretta di André Gomes
Il centrocampista dell’Everton colpito involontariamente da Son del Tottenham, è rimasto vittima di un brutto infortuno che ha mandato sotto shock un Paese intero