L’arbitro Rocchi nell’occhio del ciclone

| Contestato dai tifosi granata per una direzione di gara in Sampdoria-Torino a dir poco discutibile: "Non si possono sempre usare due pesi e due misure". Oltre ad Acquah è stato espulso anche l’allenatore Mazzarri per proteste

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

«Anche Mazzarri questa volta ha provato cosa vuol dire indossare la maglia granata ed avere l’arbitro Rocchi a dirigere l’incontro. O nel suo caso soltanto la cravatta o la sciarpa granata». Lo sfogo è di uno dei circa mille tifosi che hanno assistito al match di Marassi tra Sampdoria e Torino terminato sul risultato di parità: 1 a 1. A fare imbestialire la tifoseria torinista è stata ancora una volta la direzione dell’arbitro fiorentino.  «Ogni volta che c’è Rocchi - sbotta una ragazza sui trent’anni - almeno un giocatore del Toro finisce per essere espulso. E oggi anche il nostro allenatore è andato a far compagnia ad Acquah anzitempo».

La direzione di gara non è piaciuta. Assolutamente. E non tanto per l’espulsione del mediano (una doppia ammonizione sacrosanta), ma perché a detta dei sostenitori sono stati usati due pesi e due misure nel giudicare. «Ogni volta che noi commettevamo una scorrettezza venivamo ammoniti e nel caso di Acquah c’è stata l’espulsione, mentre sul fronte doriano di falli ne hanno commessi a bizzeffe, ma in caso di recidiva non sono arrivate le espulsioni - sbotta Davide, 28 anni, che segue sempre il Toro in trasferta –: Questo arbitro Rocchi ce l’ha con coi e non so perché. Il bello è che sarà il nostro rappresentante ai Mondiali di calcio. Speriamo che almeno in quell’occasione riesca ad essere imparziale».

In diverse occasioni Rocchi è stato preso di mira dal popolo granata, perché ha commesso errori piuttosto evidenti.E' nitido ancor oggi nella memoria di tutti i tifosi granata di due derby della Mole in cui il direttore di gara si è reso protagonista di qualche svista. In occasione del primo, il 30 settembre 2007, la Juventus vince la stracittadina con il punteggio di 0-1, grazie ad un gol di David Trezeguet al 93’. Tuttavia, il gol realizzato era da annullare, a causa di una netta posizione di fuorigioco del francese. Un altro derby in cui si mise in mostra per una sua decisione fu il primo della gestione Ventura: al 36’ tirò fuori un cartellino rosso diretto nei confronti di Kamil Glik, entrato in modo rude su Giaccherini. La penultima direzione di gara di Rocchi risale all’anno scorso: il match tra Cagliari e Torino al Sant’Elia finito per 3 a 2 a favore dei granata. Anche in quell’occasione il suo arbitraggio lascò a desiderare, nonostante il successo finale.

«I ricordi  con l'arbitro toscano - chiosa un altro fans - sono tanti, ma ogni volta ha cercato di fare in modo di penalizzarci. E quando siamo riusciti a vincere o a pareggiare, com'è successo nell'ultima sfida con la Samp è stato perché il Toro si è dimostrato deciso a uscire dal campo a testa alta».

Rocchi ha diretto la squadra granata 31 volte nella sua carriera, tra Serie A e Serie B, nelle quali il Torino ha visto 12 volte la sconfitta, 11 volte la vittoria e ha pareggiato in 8 occasioni. 

Sport
La depressione di Pelè
La depressione di Pelè
A quasi 80 anni, O’Rey ha grossi problemi di salute e non riesce più a camminare senza il deambulatore. Il figlio Edinho ha raccontato che è sempre più triste e depresso
Esplode lo scandalo delle pattinatrici francesi
Esplode lo scandalo delle pattinatrici francesi
Tre ex atlete di punta del pattinaggio di figura svelano a 30 anni di distanza di essere state vittime delle violenze dei loro allenatori. E la Francia trema
È morto Kobe Bryant
È morto Kobe Bryant
La leggenda della NBA, stella dei Los Angeles Lakers per vent’anni, sarebbe precipitato con il suo elicottero nei dintorni di Los Angeles. Si era ritirato nel 2015
L’autogol di Van Basten
L’autogol di Van Basten
In diretta televisiva, pensando che il suo microfono fosse chiuso. Si lascia sfuggire il saluto nazista “Sieg Heil” e finisce in una bufera che potrebbe avere ripercussioni sulla sua attività di commentatore
Non ce l’ha fatta la ginnasta americana Melania Coleman
Non ce l’ha fatta la ginnasta americana Melania Coleman
Ricoverata in terapia intensiva, è spirata a causa delle lesioni al midollo spinale. L’incidente durante un allenamento, il cordoglio di tutto il Paese
Il dramma in diretta di André Gomes
Il dramma in diretta di André Gomes
Il centrocampista dell’Everton colpito involontariamente da Son del Tottenham, è rimasto vittima di un brutto infortuno che ha mandato sotto shock un Paese intero
L’ultima corsa di Marieke Vervoort
L’ultima corsa di Marieke Vervoort
La campionessa belga paralimpica, 40 anni, ha chiesto l’eutanasia, dopo aver con vissuto per decenni con il dolore
Boxe, è morto Patrick Day
Boxe, è morto Patrick Day
Da quattro giorni lottava fra la vita e la morte dopo un ko subito sul ring della Wintrust Arena di Chicago. Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi
Morto il calciatore argentino Ezequeil Esperon
Morto il calciatore argentino Ezequeil Esperon
È precipitato dal sesto piano di una palazzina dove si trovava per una festa: la ringhiera della terrazza ha ceduto facendolo cadere nel vuoto per 20 metri
Nuova tragedia nel mondo delle arti marziali
Nuova tragedia nel mondo delle arti marziali
Le conseguenze di un aneurisma sono state fatali per Katy Collins, tra tre anni entrata nel circuito professionistico delle MMA