Che brutta avventura, mister Ventura

| Dopo la figuraccia degli Azzurri contro la Svezia è scomparso dalle scene, per riemergere nell’alessandrino, dove gli hanno consegnato un premio

+ Miei preferiti
Per qualcuno la notizia vera è che sia stato chiamato per ricevere il premio di “Sarezzanese illustre”. Forse perché di imprese illustri, Giampiero Ventura, anche a sforzare la memoria non è che ne abbia poi così tante da vantare. Ma per Sarezzano, 1.205 abitanti nelle campagne tortonesi dell’alessandrino, paese natale del padre, quel che ha fatto basta e avanza.

E dal palco del premio, a un paio di mesi di distanza dalla clamorosa uscita di scena della sua Nazionale dai prossimi mondiali di calcio, si è lasciato andare a qualche confidenza. Le prime, dopo l’eclissi totale dalle ribalte mediatiche, per sottrarsi allo tsunami di critiche e insulti.

L’esordio, dal palco alessandrino, per quanto distillato dagli obblighi del contratto con la FIGCI, prometteva bene: “Trentacinque anni di emozioni in questo lavoro non si cancellano con tre mesi infausti”. Applauso. Quindi l’affondo: “Spero di trovare preso un incarico che mi permetta di ripartire in una dimensione a me più consona, quella dei club”. Altro applauso. Per finire con un’ammissione, condita da una sorta di velata minaccia: “L’ultima esperienza è stata qualcosa più grande di me, e ho pagato in maniera abbastanza violenta l’esclusione dai mondiali. Nel calcio non esiste una sola persona che vince e nemmeno una che perde: ci sono sempre tante verità, e quando usciranno sarà tutto molto più chiaro”.

Genovese, classe 1948, Giampiero Ventura si avvicina al calcio giocando nelle formazioni giovanili della Sampdoria, ma la carriera sui campi si limita a squadre di serie C e D. Resta nell’ambiente tornando alla Samp come allenatore delle giovanili, diventando poi allenatore dell’Entella Bacezza di Chiavari, che lascia - nell’ordine - per lo Spezia, la Centesa, la Pistoiese e il Giarre. La panchina del Venezia gli apre le porte della Serie B, ma dopo nove giornate la società lo esonera dall’incarico. La carriera prosegue con Lecce, Napoli, Messina, Verona e Pisa, quest’ultima trascinata ai playoff della serie B, salvo poi essere esonerato l’anno successivo.

Alla guida del Genoa, riesce nell’impresa di battere la Juve, impresa che si trasforma in una sorta di lasciapassare per nuove avventure: il 6 giugno 2011, Ventura arriva alla corte di Urbano Cairo, diventando il nuovo allenatore del Torino, ai tempi in serie B. È proprio con i granata, che vive una delle sue rare esperienze internazionali: vincere in casa dell’Athletic Bilbao, sedicesimi di Europa League.

Lasciato il Toro, il suo nome entra nella rosa dei papabili per la panchina della Nazionale, appena lasciata da Antonio Conte. Il resto, per lui, è qualcosa da dimenticare. E per una volta, sono d’accordo in tanti.

Sport
Becco dell'Aquila, muore base jumper
Becco dell
E' la 25a vittima dal 2000 a oggi nel comune di Dro in Trentino. Il sindaco: "impossibile fermarli". Josefin Sando, 26 anni, si era lanciata alle 7 del mattino di Ferragosto con il marito, illeso
Ozil e Kolasinac dell’Arsenal sotto scorta
Ozil e Kolasinac dell’Arsenal sotto scorta
I due giocatori della squadra londinese sono finiti nell’obiettivo di una gang dell’est europeo che dopo un tentativo di rapina ha iniziato a perseguitarli
Il trucco antidoping di Mike Tyson
Il trucco antidoping di Mike Tyson
Per eludere i controlli, l’ex campione dei massimi utilizzava un pene finto riempito con l’urina dei suoi figli. La confessione durante un'intervista
Moto GP in lutto: muore Luca Semprini
Moto GP in lutto: muore Luca Semprini
Aveva 35, da quest’anno era uno degli addetti stampa del Team Ducati nel MotoGP: è stato ritrovato senza vita nella sua camera d’albergo
Campioni sull’orlo di una crisi di nervi
Campioni sull’orlo di una crisi di nervi
Una ricerca della federazione che riunisce i calciatori professionisti, ha calcolato che i più grandi campioni sono sottoposti a stagioni al limite della sopportazione fisica e mentale
Jean Todt: Schumacher migliora
Jean Todt: Schumacher migliora
Assistito 24 ore su 24 da un’equipe medica, il sette volte campione del mondo ha compiuto dei progressi. Lo afferma i un'intervista il presidente FIA, uno dei pochi amici ad avere accesso alla villa di Schumi
Muore un altro pugile
Muore un altro pugile
Hugo Santillan, 23 anni, si è accasciato al suolo durante la premiazione: ancora una volta sono stati fatali i colpi ricevuti durante un incontro. Tre giorni fa la morte del russo Dadashev
Sai che c'è? Scendo dalla bici e me ne vado"
Sai che c
Il bizzarro e misterioso ritiro del ciclista Rohan Dennis dal Tour de France dopo una lite con un dirigente del team. Si attende la versione ufficiale
Muore campionessa di immersione giapponese
Muore campionessa di immersione giapponese
Sayuri Kinoshita, record woman di immersione in apnea senza pinne è stata ritrovata nel parecchio dello stabile in cui viveva. Ancora da chiarire le cause del gesto
Mihajlovic shock: “Ho la leucemia”
Mihajlovic shock: “Ho la leucemia”
L’allenatore del Bologna svela di essere affetto da una forma aggressiva ma curabile. La commozione e le reazioni del mondo del calcio