Mihajlovic shock: “Ho la leucemia”

| L’allenatore del Bologna svela di essere affetto da una forma aggressiva ma curabile. La commozione e le reazioni del mondo del calcio

+ Miei preferiti
Una conferenza stampa indetta da Sinisa Mihajlovic, neo allenatore del Bologna: ci si aspetta qualche colpo di mercato, un nuovo acquisto, un nome che conta. Niente di tutto questo: Sinisa Mihajlovic, classe 1969, ex campione serbo diventato allenatore, lascia tutti a bocca aperta: “Lascio al panchina del Bologna: ho la leucemia. Quando me l’hanno detto è stata una botta, sono rimasto due giorni in camera a piangere”. Poi la voce si rompe per la commozione: “Non sono lacrime di paura, so che la vincerò. Io non gioco mai per non perdere, sennò perdo: così nel calcio, così nella vita. Batterò la leucemia: lo farò per mia moglie, per la mia famiglia, per chi mi vuole bene. È una forma attaccabile, si può guarire, e io la batterò, ma ho bisogno dell’aiuto di tutti”.

“Il 28 febbraio ho fatto degli esami ed era tutto a posto, mi sono allenato e fino a fine maggio non c’era alcun sintomo: poi siccome mio padre è morto di cancro faccio sempre le prove tumorali: se non le avessi fatte, con gli esami del sangue normali non avrei scoperto niente”.

Il ds Walter Sabatini conferma: “Mihajlovic resta l’allenatore del Bologna, sconfiggerà la malattia”. Fra i primi a mandare messaggi di incoraggiamento il ct azzurro Roberto Mancini, ex compagno di squadra di Mihajlovic: “Questo non ti farà un baffo”. Solidarietà anche dalla tifoseria della quadra emiliana: a Casteldebole è comparso uno striscione che recita: “Sinisa non mollare, Bologna è con te”.

Sport
La depressione di Pelè
La depressione di Pelè
A quasi 80 anni, O’Rey ha grossi problemi di salute e non riesce più a camminare senza il deambulatore. Il figlio Edinho ha raccontato che è sempre più triste e depresso
Esplode lo scandalo delle pattinatrici francesi
Esplode lo scandalo delle pattinatrici francesi
Tre ex atlete di punta del pattinaggio di figura svelano a 30 anni di distanza di essere state vittime delle violenze dei loro allenatori. E la Francia trema
È morto Kobe Bryant
È morto Kobe Bryant
La leggenda della NBA, stella dei Los Angeles Lakers per vent’anni, sarebbe precipitato con il suo elicottero nei dintorni di Los Angeles. Si era ritirato nel 2015
L’autogol di Van Basten
L’autogol di Van Basten
In diretta televisiva, pensando che il suo microfono fosse chiuso. Si lascia sfuggire il saluto nazista “Sieg Heil” e finisce in una bufera che potrebbe avere ripercussioni sulla sua attività di commentatore
Non ce l’ha fatta la ginnasta americana Melania Coleman
Non ce l’ha fatta la ginnasta americana Melania Coleman
Ricoverata in terapia intensiva, è spirata a causa delle lesioni al midollo spinale. L’incidente durante un allenamento, il cordoglio di tutto il Paese
Il dramma in diretta di André Gomes
Il dramma in diretta di André Gomes
Il centrocampista dell’Everton colpito involontariamente da Son del Tottenham, è rimasto vittima di un brutto infortuno che ha mandato sotto shock un Paese intero
L’ultima corsa di Marieke Vervoort
L’ultima corsa di Marieke Vervoort
La campionessa belga paralimpica, 40 anni, ha chiesto l’eutanasia, dopo aver con vissuto per decenni con il dolore
Boxe, è morto Patrick Day
Boxe, è morto Patrick Day
Da quattro giorni lottava fra la vita e la morte dopo un ko subito sul ring della Wintrust Arena di Chicago. Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi
Morto il calciatore argentino Ezequeil Esperon
Morto il calciatore argentino Ezequeil Esperon
È precipitato dal sesto piano di una palazzina dove si trovava per una festa: la ringhiera della terrazza ha ceduto facendolo cadere nel vuoto per 20 metri
Nuova tragedia nel mondo delle arti marziali
Nuova tragedia nel mondo delle arti marziali
Le conseguenze di un aneurisma sono state fatali per Katy Collins, tra tre anni entrata nel circuito professionistico delle MMA