Muore la leggenda italiana della Thai Boxe

| Christian Daghio si è accasciato sul ring a pochi secondi dalla fine di un incontro. Era stato il primo italiano a cui la Thailandia aveva concesso di poter praticare a livello professionistico la Thai Boxe

+ Miei preferiti
A 49 anni, Christian Daghio era ancora una leggenda della “Thai boxe”: un campione con sette titoli mondiali in bacheca, preceduto ovunque dalla temibile fama di aver risolto con 131 ko i 170 incontri disputati in carriera. Ma l’ultimo incontro è stato fatale per Daghio, quando era salito per l’ennesima volta su un ring a Bangkok, in Thailandia, il paese che l’aveva accolto come primo italiano degno di combattere la tradizionale arte marziale. Una passione che lo aveva portato a vivere a Pattaya, dove aveva aperto anche un resort in cui insegnava l’arte combattimento.



Nell’ultimo incontro, decisivo per conservare il titolo, Daghio aveva resistito per le 12 riprese, accusando un malore a pochi istanti dal termine del combattimento. Trasportato d’urgenza all’ospedale, Christian Daghio è entrato in coma ed è morto senza mai riprendere conoscenza. Secondo il fratello Fabrizio, si è trattato di un combattimento leale: “Dopo essere caduto la prima volta, qualsiasi altro pugile si sarebbe ritirato, ma lui no. Ed è morto come avrebbe voluto: combattendo”.

Nativo di Carpi, classe 1969, si avvicina alla Thai Boxe a vent’anni, entrando nel circuito professionistico nel 1993. Tre anni dopo si trasferisce in Thailandia: lascia la moglie e una figlia piccola.

 Nel 2007 aveva conquistato il titolo di Campione thailandese, mentre nel 2010 la cintura mondiale WMA, riconquistata l'anno scuccessivo. Con la nazionale italiana, ha vinto tre medaglie di bronzo: due ai campionati europei (Pafos e Mosca) e una nel campionato mondiale disputato a Caorle. Christian Daghio ha disputato 170 incontri vincendone 131. Da alcuni anni era passato al pugilato ed era diventato Campione d'Asia. Commozione e vicinanza alla famiglia da tutto il mondo alla fmaiglia del campione.

Video
Galleria fotografica
Muore la leggenda italiana della Thai Boxe - immagine 1
Muore la leggenda italiana della Thai Boxe - immagine 2
Muore la leggenda italiana della Thai Boxe - immagine 3
Sport
Calcio scommesse Spagna, spuntano gli italiani
Calcio scommesse Spagna, spuntano gli italiani
Indagini della polizia spagnola dopo le intercettazioni in cui un ex giocatore prende contatto con un allibratore italiano per "taroccare" le partite. Immobile tra i clienti delle agenzie? Smentita e diffida degli avvocati
Kinsey, 2 milioni di followers
Kinsey, 2 milioni di followers
Kinsey Wolansky in mini-costume aveva invaso il campo durante la finale di Champions. In poche ore è diventata una stella del web. Dedica a Winks: "Ti ho distratto troppo?"
The blonde invasion
The blonde invasion
Kinsey Wolanski, modella russa di 23 anni, ha interrotto la finale di Champions League entrando in campo con un costume molto succinto. L’idea: pubblicizzare il sito per adulti del fidanzato
Caos Everest, sherpa in rivolta
Caos Everest, sherpa in rivolta
Assemblea sindacale con centinaia di sherpa al campo base della vetta. Sono gli alpinisti che hanno raggiunto più volte gli 8 mila e hanno bisogno dei certificati per lavorare nelle spedizioni. Il governo promette: "Li aiuteremo"
In coda sull'Everest altri tre morti
In coda sull
Ormai è un surreale stato di emergenza. Gli scalatori in coda anche per 12 ore arrivano stremati sulla vetta e musoni esausti durante la discesa. Morti uun irlandese e altri due indiani
Ottomila, l'inutile strage: centinaia in coda sull'Everest, si muore nell'attesa
Ottomila, l
In poche ore morti un irlandese, un cittadino Usa, cinque indiani e un cileno. Timori per due indiani e un alpinista tedesco, nella morsa del gelo. Lunghe code per salire per il sovraffollamento. Il problema dei cadaveri da recuperare
Lance Armstrong: rifarei tutto
Lance Armstrong: rifarei tutto
Nel corso di un’intervista, l’ex campione di ciclismo americano ripercorre con poche battute gli errori che l’hanno portato a vedersi ritirare i titoli e bandire a vita dallo sport che amava
Pep Guardiola alla Juventus
Pep Guardiola alla Juventus
Il sogno bianconero di ingaggiare l’allenatore più premiato, quotato e pagato del calcio mondiale pare sia diventato realtà: la firma il 4 giugno, la presentazione ufficiale 10 giorni dopo
Quel gelido "computer"
che controllava anche l'ultima vite
Quel gelido "computer"<br>che controllava anche l
Addio a un grandissimo pilota che vinse tre titoli mondiali in F1, considerato un freddo calcolatore dalla guida poco spettacolare. Invece era un talento inarrivabile. Fu un team manager di primo piano e imprenditore
Kami Rita, 23 volte sull'Everest
Kami Rita, 23 volte sull
Lo sherpa nepalese ha battuto un record forse ineguagliabile. Ha scalato anche il k2 e altri ottomila. Ha battuto due guide connazionali. Nota entusiasta del governo