Nike nei guai per una scarpa

| La “PG2.5” di Zion Williamson si è aperta in due causandogli un infortunio. Sotto accusa finiscono i contratti con gli sponsor che obbligano i campioni a indossare modelli economici. Il titolo Nike brucia milioni di dollari

+ Miei preferiti
Zion Williamson, 19 anni, 201 cm per 129 kg, ala grande dei “Duke Blue Devils” della “Duke University” di Durham, North Carolina. Un cestista che milita nel campionato del basket universitario, conosciuto per l’alta spettacolarità delle sue prestazioni sportive: possiede una notevole esplosività fisica e ha un eccellente controllo del proprio corpo, caratteristiche che lo rendono uno dei più promettenti giocatori in circolazione. Lo scorso 21 febbraio, nel corso di un incontro con la “UNC”, dopo appena 37 secondi di gioco è vittima di un infortunio che gli procura una preoccupante distorsione al ginocchio sinistro. A causargli il problema, un paio di “Nike PG2.5”, le scarpe che indossava: una, quella sinistra, si è letteralmente aperta in due.

Difficile liquidare la faccenda come un semplice incidente che nel calcolo della probabilità potrebbe anche starci. La questione in America sta assumendo proporzioni inaspettate, scatenando polemiche e soprattutto, dei preoccupanti danni all’immagine della “Nike”. Il colosso dell’abbigliamento sportivo, che si è affrettato a respingere le accuse parlando di un “incidente isolato”, dopo aver espresso i propri auguri di pronta guarigione a Williamson, ha bruciato in borsa 1,1 miliardi di dollari.

Sotto accusa finiscono le scarpe, le “PG2.5”, in vendita a 110 euro a prezzo pieno, ma ormai scontate a 77: le ha disegnate Paul George, campione degli “Oklahoma City Thunder”, seguendo il trend delle “signature shoes”, scarpe realizzate su indicazione di campioni del basket. Un modello economico, accessibile a tutti, ma proprio per questo non adatto a un professionista, dicono in tanti. Per i media americani si è aperta la caccia al responsabile che ha obbligato Zion Williamson a indossarle per l’incontro: si scopre che dal 1992, e fino al 2027, la squadra ha stipulato un regolare un accordo di fornitura di attrezzature sportive con la “Nike”, e ogni atleta ha a disposizione diversi modelli fra cui scegliere.

Secondo il sito “247Sports”, è del tutto possibile che la scarpa “esploda”, com’è successo a Williamson: “Se si osserva l’a scarpa sinistra si nota che la tomaia è intatta, mentre l’intersuola in phylon si è rotta a causa della schiuma indebolita”.

Galleria fotografica
Nike nei guai per una scarpa - immagine 1
Nike nei guai per una scarpa - immagine 2
Sport
Quel gelido "computer"
che controllava anche l'ultima vite
Quel gelido "computer"<br>che controllava anche l
Addio a un grandissimo pilota che vinse tre titoli mondiali in F1, considerato un freddo calcolatore dalla guida poco spettacolare. Invece era un talento inarrivabile. Fu un team manager di primo piano e imprenditore
Kami Rita, 23 volte sull'Everest
Kami Rita, 23 volte sull
Lo sherpa nepalese ha battuto un record forse ineguagliabile. Ha scalato anche il k2 e altri ottomila. Ha battuto due guide connazionali. Nota entusiasta del governo
Muore il padre di Emiliano Sala
Muore il padre di Emiliano Sala
A tre mesi dalla scomparsa del figlio, il cuore di Horacio Sala ha ceduto
Il baseball americano si avvia allo sciopero
Il baseball americano si avvia allo sciopero
È già successo altre volte, l’ultima 25 anni fa: di mezzo questioni economiche e rivendicazioni salariali. A essere strapagate sono le stelle, gli altri vivono con ingaggi al di sotto del salario minimo previsto per legge
Fabio Fognini, il nuovo principe di Montecarlo
Fabio Fognini, il nuovo principe di Montecarlo
Dopo aver mandato a casa Rafa Nadal, il tennista ligure batte in finale il serbo Lajovic, riportando l’Italia a conquistare il torneo del Principato
SIETE EBREI'>Razzisti contro l'Ajax
SIETE EBREI
Razzisti contro lSIETE EBREI' class='article_img2'>
L'antisemitismo ora contamina anche lo sport. Il club di Amsterdam è considerato vicino gli ebrei ed è oggetto di insulti e minacce anti-semite. I tifosi, per reazione, sfilano con la bandiera di Israele. I dirigenti: "Ma è un errore"
Chapecoense: muore d’infarto un sopravvissuto
Chapecoense: muore d’infarto un sopravvissuto
Cronista sportivo, era uno dei sei passeggeri miracolati del volo che nel 2016 ha decimato la squadra brasiliana. E da allora si era battuto per la rinascita
Morde avversaria, sospesa idolo rugby
Morde avversaria, sospesa idolo rugby
Liz Patu, capitano della nazionale australiana, per sei mesi non potrà più giovare. "Ho sbagliato, chiedo scusa a tutti". I precedenti di Tyson e del calciatore Luis Suarez che diede un morso anche a Chiellini
Il Nantes dichiara guerra al Cardiff
Il Nantes dichiara guerra al Cardiff
La squadra di calcio francese, che aveva ceduto lo sfortunato Emiliano Sala (morto in un incidente aereo) al club gallese, insiste nel voler essere pagata con i 17 milioni di euro concordati per il passaggio dell’attaccante
Rob, 25 kg di energia e intelligenza
Rob, 25 kg di energia e intelligenza
Rob Mendez, privo di gambe e braccia per una malattia genetica, studia sino da bambino per diventare coach di Football Usa. Ha vinto un trofeo con una squadra junior. Straordinario