Ricchi e spreconi: la UEFA insegna ai giocatori come gestire i guadagni

| Tanti, troppi campioni diventati ricchi in modo abnorme sono finiti sul lastrico. Per evitare di cadere in trappole e truffe, un corso online per capire le basi della gestione finanziaria

+ Miei preferiti
“Ho speso gran parte dei miei soldi in alcol, donne e macchine veloci: il resto l’ho sprecato”. È una delle frasi più celebri di George Best, considerato uno dei più grandi giocatori inglesi di sempre: un ex ragazzino ribelle di East Belfast diventato l’eroe di una generazione e al tempo stesso un antieroe che ha dedicato l’esistenza a tutti gli eccessi possibili.

Ma George Best è solo uno dei tanti esempi di campioni del calcio finiti sul lastrico malgrado guadagni faraonici, sperperati o finiti fra affari sbagliati e truffe architettate ad arte. Gli esempi non mancano: Andreas Brehme, granitico terzino della Nazionale tedesca passato anche dall’Inter di Trapattoni, finito senza un soldo in tasca per affari sbagliati e noie con il fisco. O ancora Ronaldinho, il fuoriclasse brasiliano che aveva chiesto aiuto scoprendo gli ultimi 6 euro sul conto corrente, e l’asso inglese Paul Gascoine, per lungo tempo finito sulle prime pagine dei tabloid inglesi in preda ai fumi dell’alcol. Per finire con Maurizio Schillaci, cugino del più celebre Totò e considerato da Zeman “uno dei più forti giocatori mai allenati”, che oggi sopravvive di stenti nei dintorni della stazione di Palermo.

Tutto questo per dire che i soldi inebriano e illudono, e anche la fortuna fa la sua parte: sembra in vena di regali ma prima o poi passa all’incasso e chiede tutto indietro. Proprio per evitare destini ingloriosi e una gestione delle fortune più oculata, la “UEFA” ha varato un corso destinato ai ricchissimi campioni del mondo pallonaro, spesso tanto abili sul terreno di gioco quanto impreparati sull’asfalto della vita. Il corso, chiamato “Financial Management Training” e organizzato con la collaborazione del colosso “Santander”, si sviluppa su sette moduli online che hanno come obiettivo l’ABC della gestione finanziaria. Il corpo docente, per parlare in modo chiaro a chi si intende di calci piazzati ma non di fondi di investimento, è formato da gente che certi rischi li ha vissuti sulla pelle come David James, ex portiere del Manchester City e della Nazionale inglese, e Gaizka Mendieta, ex giocatore della Lazio, ambedue diventati DJ e imprenditori di successo. “I calciatori non sono esperti di finanza e rischiano di cadere in trappole che possono portare velocemente alla bancarotta. Il problema è che certi falsi business sono così ben articolati da rendere difficile capire dove si nasconda la truffa: ma come dice il proverbio, se è troppo bello per essere vero, molto probabilmente non lo è”.

Sport
I guai travolgono i Washington Redskins
I guai travolgono i Washington Redskins
Costretta a cambiare nome e simbolo dopo le proteste della Nazione Indiana, la squadra di football della capitale americana deve vedersela anche con numerose denunce di molestie presentate da ex dipendenti
Atleta paralimpica americana muore durante una traversata
Atleta paralimpica americana muore durante una traversata
La campionessa di canottaggio Angela Madsen ritrovata senza vita dopo 60 giorni trascorsi in mare nel tentativo di partire in solitaria da Los Angeles per raggiungere le Hawaii
Il razzismo nel campionato Nascar
Il razzismo nel campionato Nascar
Bubba Wallace, l’unico pilota afroamericano del campionato automobilistico americano, minacciato con un cappio in stile Ku Klux Klan ritrovato nel suo box
Lewis Hamilton: «Il silenzio colpevole della F1»
Lewis Hamilton: «Il silenzio colpevole della F1»
Il 6 volte campione del mondo accusa il circo dei motori di indifferenza di fronte alle proteste per la morte di George Floyd. “Sono ricchi, se ne stanno da parte: so chi sono, li vedo”
Cancellata la maratona di Boston
Cancellata la maratona di Boston
La più antica maratona del mondo annuncia forfait: in dubbio anche l’edizioni di quelle di Chicago e New York
Giappone, suicida wrestler di 22 anni
Giappone, suicida wrestler di 22 anni
Hana Kimura, wrestler professionista e figlia d'arte, ha annunciato la propria fine con un post su Instagram: da tempo era vittima di cyber-bullismo
Sofia Shapatava: «Il tennis potrebbe non sopravvivere alla pandemia»
Sofia Shapatava: «Il tennis potrebbe non sopravvivere alla pandemia»
La tennista georgiana, numero 375 al mondo, lancia l’allarme: “Ci sono professionisti di fascia medio-bassa che non riprenderanno a giocare. La pandemia ha tolto i veli ad un mondo in cui pochi guadagnano e molti faticano”
La depressione di Pelè
La depressione di Pelè
A quasi 80 anni, O’Rey ha grossi problemi di salute e non riesce più a camminare senza il deambulatore. Il figlio Edinho ha raccontato che è sempre più triste e depresso
Esplode lo scandalo delle pattinatrici francesi
Esplode lo scandalo delle pattinatrici francesi
Tre ex atlete di punta del pattinaggio di figura svelano a 30 anni di distanza di essere state vittime delle violenze dei loro allenatori. E la Francia trema
È morto Kobe Bryant
È morto Kobe Bryant
La leggenda della NBA, stella dei Los Angeles Lakers per vent’anni, sarebbe precipitato con il suo elicottero nei dintorni di Los Angeles. Si era ritirato nel 2015