Un esercito di “provette” maratonete

| I dati forniti dalla rivista “Correre” relativi al 2017 evidenziano la crescita in Italia delle donne che hanno concluso almeno una maratona: +5 per cento. La gara più frequentata è quella di Roma e all'estero, piace quella di New York

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Hanno sfiorato quota 40 mila i podisti italiani che nel 2017 sono riusciti a completare almeno una maratona, sulla classica distanza di 42 chilometri e 195 metri. Per essere precisi: 39.460 secondo la classifica che puntualmente ogni anno pubblica rivista specializzata “Correre”. Il dato riferito all’anno passato è un record assoluto per il nostro Paese. Ma non solo. E’ anche il quarto primato fatto registrare negli ultimi 4 anni dopo i 38.254  del 2014, i 38.676  del 2015  e i 39.098  della stagione agonistica successiva. L’incremento fatto registrare tra gli uomini è poco significativo: si è passati dai 32.704 del 2016 ai 32.755 del 2017. Ben più consistente è quello invece fatto registrare dalle donne con una cresciuta del 4,9%, passando da 6.394 a  6.705 . Un dato che la rivista considera “prevedibile” visto che il movimento podistico femminile in Italia ha raggiunto il 45 per cento delle presenze totali. Sempre a livello statistico, l’anno passato i podisti italiani sono stati presenti in 201 maratone. Così suddivise : 127 gare estere e 74 gare sul suolo italiano.

La maratona più frequentata rimane quella di Roma (in foto) con 13.318 concorrenti che hanno tagliato la linea del traguardo. Molto bene anche Firenze, nonostante lo scorso anno la gara sia stata guastata da una giornata climaticamente negativa: hanno concluso comunque 8.438 eroici runner. Tiene Venezia bene che sfiora quota seimila con 5.908 presenze, mentre è Milano la gara che fa segnalare il migliore balzo in avanti come numero di partecipanti stabilendo addirittura un nuovo record con 5.303 arrivati. Una bella sorpresa a distanza di ben 16 anni dall’edizione del 2001 quando arrivarono al traguardo 4693 atleti.
A livello internazionale,  fra le gare estere, ma non ci poteva essere alcun dubbio, New York continua ampiamente ad essere la più amata dagli italiani con 2762 presenze. Continua a crescere in forma esponenziale la maratona di Valencia. Bel clima, percorso veloce, ambiente fantastico ed elettrizzante. Anche così si spiegano le 1.559 presenze italiane. Presenze che probabilmente cresceranno ancora nel 2018. Berlino la città dei tanti record mondiali ha catturato invece 953 presenze finendo davanti ad Atene che ha il fascino di un percorso storico, ma anche molto impegnativo sul piano muscolare con i suoi lunghi tratti in salita. Una mezza novità è Barcellona per ora ferma a 634 presenze. La città catalana ha comunque sempre un fascino particolare e potrebbe essere la sorpresa del 2018 in fatto di partecipazione dei nostri connazionali.
 

 

Sport
SIETE EBREI'>Razzisti contro l'Ajax
SIETE EBREI
Razzisti contro lSIETE EBREI' class='article_img2'>
L'antisemitismo ora contamina anche lo sport. Il club di Amsterdam è considerato vicino gli ebrei ed è oggetto di insulti e minacce anti-semite. I tifosi, per reazione, sfilano con la bandiera di Israele. I dirigenti: "Ma è un errore"
Chapecoense: muore d’infarto un sopravvissuto
Chapecoense: muore d’infarto un sopravvissuto
Cronista sportivo, era uno dei sei passeggeri miracolati del volo che nel 2016 ha decimato la squadra brasiliana. E da allora si era battuto per la rinascita
Morde avversaria, sospesa idolo rugby
Morde avversaria, sospesa idolo rugby
Liz Patu, capitano della nazionale australiana, per sei mesi non potrà più giovare. "Ho sbagliato, chiedo scusa a tutti". I precedenti di Tyson e del calciatore Luis Suarez che diede un morso anche a Chiellini
Il Nantes dichiara guerra al Cardiff
Il Nantes dichiara guerra al Cardiff
La squadra di calcio francese, che aveva ceduto lo sfortunato Emiliano Sala (morto in un incidente aereo) al club gallese, insiste nel voler essere pagata con i 17 milioni di euro concordati per il passaggio dell’attaccante
Nike nei guai per una scarpa
Nike nei guai per una scarpa
La “PG2.5” di Zion Williamson si è aperta in due causandogli un infortunio. Sotto accusa finiscono i contratti con gli sponsor che obbligano i campioni a indossare modelli economici. Il titolo Nike brucia milioni di dollari
Rob, 25 kg di energia e intelligenza
Rob, 25 kg di energia e intelligenza
Rob Mendez, privo di gambe e braccia per una malattia genetica, studia sino da bambino per diventare coach di Football Usa. Ha vinto un trofeo con una squadra junior. Straordinario
Cuneo-Pro Piacenza, il calcio nella vergogna
Cuneo-Pro Piacenza, il calcio nella vergogna
La società emiliana, in grave crisi, schiera 7 ragazzini contro i prof avversari: il risultato 20 a 0, è lo specchio del divario di cui si nutre il mondo del calcio
Wanda, Wanda...ma cosa combini all'Inter?
Wanda, Wanda...ma cosa combini all
La bella e irrequieta moglie dell'ex capitano degradato della squadra, Mauro Icardi, sta creando un terremoto con i suoi continui post sui social in cui critica società e compagni. Intanto lui salta l'Europa League
Il Superbowl vinto dai super-nonni
Il Superbowl vinto dai super-nonni
Vincono i Patriots del 41enne Tom Bradley, allenati dal coach Belichick, 66 anni, il più vecchio di sempre. La star LA Rams Goff "imbambolato e inconcludente". Squadre in difesa e poche emozioni. Half-time sotto tono
Ancora fiori per Davide Astori
Ancora fiori per Davide Astori
Continua la processione dei tifosi al Franchi per ricordare il 32 compleanno del capitano stroncato da un malore il 4 marzo