21 anni: 22 morti, 24 feriti

| Si chiama Patrick Crusius, il folle attentatore che ha scelto di mettere in atto la peggior strage del 2019 negli Stati Uniti. Voleva ammazzare quanti più messicani possibili, per fermare l’invasione del suo Texas

+ Miei preferiti
Patrick Crusius, 21 anni: è il nuovo nome che si aggiunge al lungo elenco dei “muss murder”, l’infinito elenco di americani armati fino ai denti che nel loro giorno di ordinaria follia hanno imbracciato fucili mitragliatori per regolare i conti con i propri demoni. Crusius ce l’aveva con i messicani: ne ha uccisi 22 e mandati all’ospedale altri 24, sparando all’impazzata per un’ora, fra le 11 e mezzogiorno, all’interno di un “Walmart”, il più popolare e diffuso dei supermercati, dove trovi dalla frutta fresca all’abbigliamento, ma soprattutto dove spesso ci sono offerte che attirano la middle class americana. Era sabato, con 3000 clienti e 300 dipendenti a riempire ogni corsia: il solito pieno di famiglie che facevano la spesa anche al centro commerciale “Cielo Vista”, come accade in qualsiasi angolo del mondo.

Le immagini delle telecamere di sorveglianza lo mostrano con WASR-10 fra le braccia e le cuffie in testa, per evitare grida e il rumore forte della versione civile del mitra più amato dal terrorismo. Nel 2017, si scopre adesso, Crusius aveva pubblicato “The inconvenient truth” (la scomoda verità), il suo manifesto, una sorta di miccia accesa che nessuno ha pensato fosse il caso di spegnere. “Sono un sostenitore della strage di Chrischurch e del suo manifesto. Questo attacco è una risposta all’invasione ispanica del Texas. Sono stati loro a istigarmi, io sto solo difendendo il mio paese dagli invasori. L’America è in decomposizione dall’interno. La scomoda verità è che democratici e repubblicani hanno fallito per anni e sono entrambi coinvolti in uno dei più grandi tradimenti della storia americana”.

Poi tenta di spiegare la follia, scendendo nel dettaglio: gli ispanici rubano il lavoro agli americani, ma il peggio non sono gli immigrati di prima generazione, ma i loro figli, i “dreamers” che vogliono il sogno americano e cercano di laurearsi aspirando a lavori meglio retribuiti, mentre gli americani sono costretti a svolgere lavori sempre più sottopagati. Gli ispanici contribuiscono a esaurire nostre risorse naturali degli Stati Uniti. “Non ho passato molto tempo a preparare questo attacco: forse un mese. Ma ho pensato che un attacco preparato male e un manifesto impreciso fossero comunque meglio di niente. Ho passato tutta la vita a prepararmi per un futuro che non esiste: presto gli ispanici prenderanno il controllo del mio Texas”.

Per diversi testimoni oculari, gente che era all’interno del Walmart, Crusius era calmo, rilassato e tranquillo: ha smesso di sparare solo quando ha finito i colpi. Poi ha gettato a terra l’arma e si è arreso alla polizia. Le notizie ancora confuse che arrivano dagli Stati Uniti descrivono Patrick Crusius come un giovane problematico e grande fan di Donald Trump, abituato a ciondolare per tutto il giorno sul suo computer. Viveva con i genitori, una sorella gemella ed un fratello ad Allen, a mezzora di macchina da El Paso.

Con un conteggio ufficiale che parla di 32mila episodi di violenza costati la vita a 8.438 persone, quella di El Paso è la decima strage dell’anno negli Stati Uniti, la più sanguinosa: l’ultima, quella del 29 luglio al Garlic Festival di Gilroy, in California.

Video
Video
Galleria fotografica
21 anni: 22 morti, 24 feriti - immagine 1
21 anni: 22 morti, 24 feriti - immagine 2
21 anni: 22 morti, 24 feriti - immagine 3
Stati Uniti
Trump concede la grazia a Roger Stone
Trump concede la grazia a Roger Stone
Consigliere politico di lungo corso dallo stile spietato, è stato graziato da presidente per l’inchiesta sul “Russiagate”. Il 14 luglio sarebbe dovuto entrare in cella per scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
Un ladro da cui la coppia comprava gioielli da donare alle giovani vittime, svela di aver visto materiale video scottante che incastrerebbe celebrità e politici d’alto livello mentre facevano orge con minori
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
La Corte Suprema ha obbligato il presidente a presentare le sue dichiarazioni dei redditi, ma ha anche sancito che resteranno segrete fin dolo le elezioni. È il primo candidato della storia a cui riesce l’impresa
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Nel 1993, a 18 anni, aveva ucciso un uomo mentre tentava di rubargli un camion per fuggire con la fidanzata. L’esecuzione era stata rinviata per la pandemia
Scomparsa una star di «Glee»
Scomparsa una star di «Glee»
Per la conferma ufficiale della morte manca ancora il corpo, ma secondo la polizia non ci sono speranze: Naya Rivera - la cheerleader Santana Lopez della serie televisiva – è scomparsa nelle acque di un lago artificiale in California
Trump fra scuole, libri e polemiche
Trump fra scuole, libri e polemiche
La candidatura di Kanye West, l’ordine di riaprire le scuole, i libri che lo mettono in cattiva luce, la pandemia che avanza inesorabile: la settimana “impossibile” del presidente
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore