34 militari con problemi cerebrali dopo l’attacco missilistico

| Sono i postumi del pesante attacco lanciato dagli iraniani come risposta alla morte di Soleimani. Per Trump “un po’ di mal di testa, nulla di grave”

+ Miei preferiti
È Jonathan Hoffman, portavoce del Pentagono, a rivelare che le conseguenze dell’attacco missilistico iraniano dello scorso 8 gennaio alle due basi che ospitano militari americani, non è stato esattamente “innocuo” come dichiarato da più parti, a cominciare dal presidente Trump.

A ben 34 uomini di stanza in Iraq sono state diagnosticate lesioni cerebrali traumatiche: di questi, 17 feriti sono tornati in servizio e 16 sono stati curati sul posto, mentre 9 si trovano ancora in Germania e 8 hanno fatto ritorno degli Stati Uniti per ulteriori cure. Gli otto militari, sbarcati in America venerdì mattina, saranno curati al “Walter Reed National Military Medical Center”.

Anche se non sempre le lesioni cerebrali traumatiche sono evidenti nell’immediatezza, la conferma del Pentagono conferma che l’impatto dell’attacco è stato più grave di quanto ammesso inizialmente. Il Pentagono e Trump avevano dichiarato che nessun militare era rimasto ferito o ucciso nell’attacco missilistico, lanciato come rappresaglia all’uccisione del generale Soleimani.

“L’obiettivo del Pentagono è di essere trasparenti, accurati e di fornire al popolo americano le informazioni sugli enormi sacrifici che i nostri combattenti fanno”, ha concluso Hoffman.

A commento della notizia è arrivato il pensiero di Trump, che rispondendo ad una domanda dal Forum di Davos, ha voluto minimizzare: “Ho sentito che hanno avuto mal di testa e un paio di altre cose, ma direi che non è per nulla grave”.

Stati Uniti
Trump e le tasse,
una storia che non esiste
Trump e le tasse,<br>una storia che non esiste
Un’inchiesta scoop del “New York Times” svela che il presidente non ha pagato le imposte sul reddito per almeno 10 anni a partire dal 2000. Dal 2016, si limita a sborsare 750 dollari all’anno
L’ex responsabile della campagna elettorale di Trump tenta il suicidio
L’ex responsabile della campagna elettorale di Trump tenta il suicidio
Brad Parscale, ritenuto il responsabile dell’imbarazzante comizio di Tulsa, con Trump costretto a parlare davanti a pochissima gente, ha dato in escandescenze minacciando di togliersi la vita
Mary Trump fa causa a zio Donald
Mary Trump fa causa a zio Donald
Insieme ad altri due zii, Donald l’avrebbe privata dell’effettiva quota dell’impero immobiliare di famiglia. “Per i Trump, la frode e la truffa sono sempre stati uno stile di vita”
Trump: scordatevi che accetti di perdere
Trump: scordatevi che accetti di perdere
Non ha alcuna intenzione di pensare ad un passaggio dei poteri indolore, convinto che in caso di sconfitta l’ultima parola toccherà alla Corte Suprema, dove vuole nominare un giudice per garantirsi la superiorità numerica
Accusato di negligenza l’agente che uccise Breonna Taylor
Accusato di negligenza l’agente che uccise Breonna Taylor
La decisione del gran giurì scatena le proteste in tutta l’America: la giovane infermiera fu raggiunta da otto colpi mentre dormiva da agenti che avevano fatto irruzione nel suo appartamenti in cerca di droga
L’antiabortista destinata alla Corte Suprema
L’antiabortista destinata alla Corte Suprema
Si fa con insistenza il nome di Amy Coney Barrett, cattolica fervente, come sostituto dell’icona liberal Ruth Bader Ginsburg. La protesta dei Dem, che minacciano una nuova procedura d’impeachment per Trump
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Si teme una nuova strage, avvenuta nella città dove la polizia ha ucciso Daniel Prude soffocandolo. Il bilancio resta provvisorio, mentre sono ancora in corso i rilievi
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Si è spenta a Washington dopo una lunga malattia la seconda donna ad essere ammessa alla Corte Suprema. Paladina delle minoranze silenziose, incorruttibile e schietta, ha chiesto di essere sostituita dal nuovo presidente
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Dopo 23 anni di silenzio, ha raccontato l’aggressione dell’allora tycoon nella suite agli US Opend i Tennis del 1997. “Lo dovevo alle mie figlie, che stanno diventando donne”
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
Un rapporto dettagliato inchioda il colosso aeronautico, accusato di aver creato un “culmine di errori, leggerezze, difetti e cattiva gestione”. Sotto accusa anche l’ente aeronautico americano