4 morti nella casa della droga

| Una macabra scoperta in una vecchia casa abbandonata di Cleveland, nell’Ohio: i cadaveri di 4 persone, due dei quali sono stati identificati

+ Miei preferiti
Gli abitanti di Cleveland, Ohio, lo sapevano da tempo: la vecchia casa abbandonata al 3600 della 144esima Strada Est era diventata uno degli epicentri dello spaccio in città. Ma la comunità è sotto shock, quando qualcuno ha scoperto quattro corpi in avanzato stato di decomposizione all’interno della “casa della droga”.

Non è ancora chiaro a quando risalga la morte dei quattro, che i medici legali della contea di Cuyahoga hanno faticato a identificare. Al momento, le autorità hanno reso note le generalità solo di due persone: Dejuan Willis, 20 anni, e Christopher Monroe, 23. Tutte e quattro le vittime, è l’unica conferma ufficiale, sarebbero stati uccise con diversi colpi d’arma da fuoco.

L’ex fidanzata di Monroe, Sierra Hayes, ha dichiarato che la parte più difficile è stata dire a loro figlio Pierre che il padre non c’era più. Dal momento della scoperta dei quattro corpi, avvenuta sabato sera, Sierra Hayes temeva che Monroe potesse essere fra i morti. I due erano separati più di un anno fa, cercando comunque di mantenere un rapporto positivo di co-genitorialità: stavano progettando una festa per il quarto compleanno di Pierre.

I detective della omicidi della polizia di Cleveland stanno lavorando senza sosta all’indagine, preferendo rilasciare pochissimi dettagli: all’interno della casa abbandonata è stata recuperata una pistola, mentre al momento non ci sarebbero sospetti e tutte le piste restano aperte.

Stati Uniti
Per le strade di un’America
distrutta dalla pandemia
Per le strade di un’America<br>distrutta dalla pandemia
Gli allarmi delle strutture ospedaliere, migliaia di persone in fila per ricevere aiuti alimentari, gli impresari di pompe funebri al collasso. Diario da un Paese in cui il peggio deve ancora arrivare
«State a casa», raccomanda il sindaco di Austin (dal Messico)
«State a casa», raccomanda il sindaco di Austin (dal Messico)
Steve Adler, primo cittadino della città texana, ha esortato i suoi concittadini a non uscire di casa mentre volava a Cabo San Lucas con un jet privato. E non è il solo….
L’era Trump si chiude con un’inchiesta per tangenti
L’era Trump si chiude con un’inchiesta per tangenti
Secondo alcuni documenti rivelati dalla CNN, il presidente era pronto alla clemenza in cambio di tangenti. Prima di andarsene, Trump pensa alla "grazia preventiva" per i figli
Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista
Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista
Consigliere di Trump per la pandemia dallo scorso agosto, si è sempre detto favorevole all’immunità di gregge rifiutando tutto il resto. La comunità scientifica americana soddisfatta per le dimissioni
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Con 50 milioni di americani sulla soglia della povertà, la festa che riunisce le famiglie davanti ad un tacchino assume un significato diverse. Lunghe code davanti alle mense e alle associazioni che distribuiscono pacchi alimentari
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
L’azienda ritenuta responsabile della crisi sanitaria degli oppiacei ammette di aver giocato sporco favorendo la diffusione degli antidolorifici. Niente galera per proprietari e dirigenti ma una sanzione colossale
I giovani americani e il test del giovedì
I giovani americani e il test del giovedì
Sta prendendo piede un po’ ovunque: ci si sottopone al tampone il giovedì per poter trascorrere il weekend in piena libertà. Ma gli esperti ammoniscono: attenzione, non funziona così
La città degli angeli (e dei morti)
La città degli angeli (e dei morti)
Los Angeles ha raggiunto i 300 omicidi dall’inizio dell’anno: quasi tutti sono avvenuti per strada, dove ormai la legge sembra non arrivare più
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
Dopo Orlando Hall, giustiziato giovedì scorso, l’8 dicembre l’iniezione letale toccherà a Lisa Montgomery, seguita l’11 da Alfred Bourgeois. Il 14 gennaio entrerà nella death room Cory Johnson, seguito il giorno successivo a Dustin Higgs
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Secondo uno studio, l’aspettativa di vita dei neri e latino-americani in America si ridurrà a causa della pandemia. Non è solo una questione genetica, ma le conseguenze di una società in cui la disuguaglianza è pura normalità