Figlio di vegani muore a 18 mesi di denutrizione

| I genitori obbligavano i tre figli a mangiare solo frutta e verdura cruda, ma il più piccolo non ha retto ed è morto di stenti, come accertato dall’autopsia

+ Miei preferiti
È stata l’autopsia a chiarire che un bimbo di 18 mesi non era morto per percosse o maltrattamenti, ma per qualcosa di ugualmente atroce: denutrizione. Il bimbo era il più piccolo dei tre figli di Ryan e Sheila O’Leary, 30 anni lui, 35 lei, una coppia di Cape Coral, in Florida, da qualche anno ferventi vegani al punto da aver costretto anche i loro piccoli ad una dieta a base di frutta e verdura cruda.

Era stata Sheila O’Leary a chiamare i soccorsi lo scorso settembre, quando aveva trovato il piccolo freddo e quasi ormai privo di respiro: la polizia, intervenuta insieme ai paramedici, che hanno soltanto potuto constatare la morte del bimbo, si è insospettita vedendo gli altri due figli della coppia di 3 e 5 anni magri, pallidi e denutriti. Il bimbo, trasportato in ospedale per gli esami disposti dalla procura, pesava appena sette kg e accusava i sintomi della denutrizione: microsteatosi epatica, disidratazione, gonfiore delle mani e dei piedi. La madre ha raccontato che non mangiava cibo solido da almeno una settimana: era stato nutrito solo con latte materno.

I due genitori sono stati arrestati al termine di tutti gli esami disposti sul corpo del piccolo, e devono rispondere di omicidio colposo e incuria: gli altri due bambini sono statti affidati ai servizi sociali.

Stati Uniti
Derek Chauvin rischia
fino a 75 anni di galera
Derek Chauvin rischia<br>fino a 75 anni di galera
Sarebbe il massimo della pena per ognuno dei tre reati legati alla morte di George Floyd, ma si tratta di un soggetto senza precedenti penali, per cui il giudice potrebbe essere più clemente
George Floyd è stato assassinato
George Floyd è stato assassinato
Lo dice una storica sentenza che ha giudicato colpevole di tutti e tre i capi d’imputazione l’ex agente Derek Chauvin. Soddisfazione anche dalla Casa Bianca, mentre in Ohio la polizia uccideva una 16enne riaccendendo le proteste
Processo Floyd, una pagina di storia
Processo Floyd, una pagina di storia
Mentre in città cresce la tensione in vista del verdetto della giuria, le arringhe di accusa e difesa chiudono un processo destinato a fare epoca, e a cambiare per sempre l’anima più profonda dell’America
Preoccupa l’aumento di contagi, malgrado il vaccino
Preoccupa l’aumento di contagi, malgrado il vaccino
La variante inglese, ormai dominante, è una doccia fredda per l’America, che registra un aumento dei casi in diversi stati, anche se calano i decessi
Texas: caccia all’uomo che ha ucciso tre persone
Texas: caccia all’uomo che ha ucciso tre persone
Un ex agente di polizia condannato per violenza sessuale su un bambino, sarebbe l’autore di una strage familiare avvenuta ad Austin. L’uomo è riuscito a fuggire
Processo Floyd: l’America si blinda in attesa del verdetto
Processo Floyd: l’America si blinda in attesa del verdetto
Si alza l’allarme per possibili disordini sociali nel caso il processo per l'omicidio dell'afroamericano si concluda con una sentenza favorevole all’ex agente Chauvin. Ovunque, la polizia annuncia misure di sicurezza straordinarie
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
È il numero delle vittime che un giovane affetto da problemi mentali ha fatto in un magazzino a Indianapolis. Si tratta della 45esima strage avvenuta in America dall’inizio dell’anno, e ancora una volta Biden chiede che sia l’ultima
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa