A San Francisco la app per segnalare le feci

| È un enorme problema di igiene pubblica, quello che da tempo si trova a combattere la splendida città californiana. La soluzione sembra averla trovata un giovane residente

+ Miei preferiti
Steinbeck, Kerouac, Ginsberg, Ferlinghetti, la Beat Generation, la West Coast americana dove i sogni profuma d’oceano e libertà. O meglio, profumava. Perché da qualche tempo, “Frisco” si trova a combattere un fenomeno tanto singolare quanto sconcertante. Partendo dall’inizio, la quarta città della California è da sempre meta di alternativi che ai resort preferiscono la strada: fa parte del fascino. Ma ai personaggi maledetti e affascinanti che ancora sono disposti a raccontare gli anni delle proteste contro la guerra del Vietnam, si sono aggiunti i senzatetto di sponda, quelli travolti dalla crisi e per lo più sbattuti fuori casa dallo sbarco in massa di cervelloni della Silicon Valley. Per chi ha casa da affittare una generazione molto più interessante e redditizia a cui affidare un immobile. Ma quando la gente vive per strada, per strada fa anche altro, dal dormire al mangiare a tutto quello che fisiologicamente è comunque inevitabile. Risultato: marciapiedi sommersi di escrementi e lamentele di residenti e turisti, costretti a slalom speciali con le infradito.

A forza di metterci una toppa, all’ombra del leggendario “Golden Gate” un’idea è nata, figlia di una delle tecnologie più attuali. Si chiama “SnapCrap”, termine che mutua il social “Snapchat” e il termine “crap”, forma gergale delle feci. Disponibile per adesso solanto su dispositivi iOS, SnapCrap è stata ideata da Sean Miller, giovane emigrato dal Vermont che pensava di arrivare in California per mettere dei fiori nei cannoni e non deodoranti sui marciapiedi. La app consente di fotografare l’area in cui si trova il prodotto intestinale - ma anche siringhe abbandonate, tombini divelti o cartelli stradali abbattuti - e inviare l’immagine al 331, numero che fa capo alla hotline di San Francisco, che a quel punto si mette immediatamente in moto inviando una squadra.

Galleria fotografica
A San Francisco la app per segnalare le feci - immagine 1
A San Francisco la app per segnalare le feci - immagine 2
Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare