Aggredito da un puma cucciolo, lo uccide

| La brutta avventura di giovane aggredito in Colorado da un baby-leone di montagna durante una sessione di jogging: è riuscito a uccidere l’animale prima di fare la stessa fine

+ Miei preferiti
Il 4 febbraio scorso, Travis Kauffman, 31 anni, stava facendo jogging all’Horsetooth Mountain Open Space, un parco del Colorado molto amato dagli escursionisti, a circa 100 km da Denver. Era una giornata di sole, con il cielo limpido, l’aria frizzante e tanto silenzio intorno. È stato un attimo: un fruscio di piante smosse alle sue spalle, appena il tempo di girarsi e vedere un puma che un attimo dopo gli era volato addosso. D’istinto, Travis Kauffman alza le braccia per proteggersi: dopo averlo colpito al volto, l’animale gli serra i denti su un polso ed entrambi rotolano sul bordo del sentiero di montagna. Il primo pensiero del giovane è che il puma non sia da solo, ma che ce ne siano altri pronti ad avventarsi su di lui. L'autopsia dell'animale ha rivelato che era appena un cucciolo, tra i 3 e 5 mesi. Mentre tenta di far mollare la presa all’animale, qualcosa dentro di lui prende il sopravvento: “Si chiama istinto di sopravvivenza, nient’altro che quello. Con l’unico braccio libero sono riuscito ad afferrare una pietra con cui ho colpito il puma ripetutamente, finché non ha mollato la presa: mi sono alzato e ho messo il mio piede destro sul suo collo. Ho spostato il peso premendo con forza sulla trachea, continuando a colpirlo la pietra. Alla fine ha smesso di muoversi, le fauci si sono aperte e mentre sentivo il sangue colarmi sul viso mi sono allontanato più velocemente possibile”. Soccorso da alcuni escursionisti che l’hanno portato in ospedale

Travis se l’è cavata con 28 punti di sutura e una reputazione di coraggio che ha fatto il giro degli Stati Uniti. “Non potrò mai essere all’altezza della nomea: ho un fisico gracile e quello che è successo stupisce me per primo”.

Sono stati i ranger del “Colorado Parks Wildfile” a ritrovare il corpo del puma nel punto dell’agguato: si trattava di un cucciolo maschio da 40 kg di peso, probabilmente abbandonato dal branco e affamato. L’autopsia ha confermato il racconto di Kauffman.

“Adoro fare jogging a contatto con la natura, ma più volte mi sono chiesto come avrei reagito trovandomi di fronte a un orso o un leone di montagna. Avevo visto in un documentario che due colpi assestati con forza nella parte posteriore della testa sono sufficienti per intontire un animale: è stata la mia fortuna. Sarebbe stato un brutto modo di morire”.

Travis Kauffman è la 22esima persona attaccata da un leone di montagna in Colorado dal 1990: tre degli attacchi sono stati fatali. 

Galleria fotografica
Aggredito da un puma cucciolo, lo uccide - immagine 1
Aggredito da un puma cucciolo, lo uccide - immagine 2
Aggredito da un puma cucciolo, lo uccide - immagine 3
Aggredito da un puma cucciolo, lo uccide - immagine 4
Stati Uniti
La pizza al lassativo
La pizza al lassativo
Lo scherzo di pessimo gusto di tre dipendenti di una catena di pizzeria americane. I tre sono stati denunciati e il locale chiuso dalle autorità sanitarie
Scandalo pedofilia fra i Boy Scout USA
Scandalo pedofilia fra i Boy Scout USA
Più di 12mila ragazzi abusati da quasi 8000 leader: sono le cifre svelate da una professoressa universitaria che ha avuto modo di visionare i documenti
Investe il figlio che non vuole andare a scuola
Investe il figlio che non vuole andare a scuola
A Belmont, in Michigan, una donna ha perso la pazienza verso il figlio travolgendolo con l’auto dopo una folle corsa. Il ragazzino avrà danni permanenti, ma la condanna per la donna è stata lieve
Manette & forchette
Manette & forchette
Souljia Boy, Bill Cosby, Suge Knight e Jared Fogle: quattro nomi noti di celebrità finite dietro le sbarre. Ecco cosa hanno ordinato per celebrare la Pasqua nelle loro celle
A 14 anni progettavano una strage
A 14 anni progettavano una strage
Grazie alla segnalazione di un’insegnante, due adolescenti della Florida sono state arrestate: curavano da tempo il “Progetto 9/11”
Una normale famiglia di mostri
Una normale famiglia di mostri
David e Louise Turpin sono stati condannati a 25 anni di carcere dopo che si sono dichiarati colpevoli di tortura e prigionia dei loro 13 figli
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Il presidente canta vittoria, ma l’indagine del superprocuratore è costruita in modo ambiguo, così da lasciare aperta al Congresso al possibilità di chiedere l’impeachment o di incriminarlo a fine mandato
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Sol Pays, una studentessa di 18 anni, voleva celebrare i 20 anni del massacro di Columbine aggiungendo altri morti. È stata individuata prima di riuscire a mettere in pratica la sua follia, e ha scelto di suicidarsi
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
Un uomo, definito “disturbato mentalmente”, è stato fermato con due taniche di benzina all’interno della cattedrale affacciata sulla Quinta Strada
Morire a 22 anni per un selfie
Morire a 22 anni per un selfie
Una ragazza dell’Oregon prossima alla laurea è salita sulla torre dell’ateneo che frequentava ed è precipitata, morendo poco dopo. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente