Alabama, abolito l'aborto legale

| Solo un'eccezione: se la gravidanza mette in pericolo la vita della madre. Proibito anche in caso di stupro o incesto. I medici abortisti rischiano pene da 10 a 99 anni di carcere. Vittoria schiacciante dei repubblicani. Dem contrari

+ Miei preferiti

MICHAEL O'BRIEN

Il Senato dell' Alabama, dopo la Camera, ha approvato la legge più severa d'America sull'aborto, vietandolo con una sola eccezione (nella foto di Al.Com manifestanti contro il Senato) quando si tratta di salvaguardare la salute della madre. Il provvedimento deve ora essere firmato dalla governatrice repubblicana Kay Ivey, una forte oppositrice dell’aborto, uno dei cardini della sua recente e vincente campagna elettorale.  I legislatori dell'Alabama che mirano a contestare i diritti di aborto a livello nazionale sono ora un passo dal loro obiettivo di promuovere un divieto quasi totale . Il Senato ha votato sì con 25 voti contro 6 per approvare il disegno di legge che prevede un reato per i medici che praticano l'aborto. Il disegno di legge era una priorità per la maggioranza repubblicana della legislatura.

Il provvedimento è passato esattamente come era stata introdotto dal parlamentare Terri Collins sei settimane fa. Comprende soltanto un'eccezione per permettere gli aborti nei casi di un serio rischio per la salute della donna. "Direi che siamo tutti molto contenti di averlo fatto", ha detto Collins in una conferenza stampa dopo il voto. "Siamo entusiasti delle possibilità che potrebbe significare. E 'stato difficile a volte. Mi sono sentito molto bene su di esso per tutto il percorso".

Secondo il disegno di legge, una donna che pratica l’aborto non sarebbe penalmente responsabile ma il medico sarebbe accusato di un reato di classe A, punibile da 10 a 99 anni di carcere.

Il disegno di legge passa al Senato dopo quattro ore e mezza di dibattito, con tutti i repubblicani presenti. Nessun democratico ha votato a favore della legge.

Con i repubblicani con 27 seggi al Senato su 35, l'approvazione del disegno di legge non era in dubbio. Una domanda chiave era se il senato aggiungerebbe un emendamento per permettere gli aborti per le gravidanze causate dallo stupro o dall’incesto. Il senatore Clyde Chambliss, R-Prattville, che ha trattato il disegno di legge al Senato, ha esortato i suoi colleghi a respingere l'emendamento, dicendo che tutti i bambini non ancora nati meritano protezione.

Quattro repubblicani si sono schierati con i democratici nel votare per l'eccezione di stupro e incesto ( 21 contro11). Il capogruppo della minoranza del senato Bobby Singleton, che aveva proposto lo stupro e l'emendamento di incesto come eccezione, ha detto che era vergognoso lasciare fuori l’eccezione. "Hai appena stuprato ogni donna che è stata stuprata da un uomo", ha detto Singleton, la sua voce che si alza con emozione. "L'hai appena stuprata di nuovo”. Collins ha detto che gli stati potrebbero poi decidere quali eccezioni consentire se la Corte Suprema degli Stati Uniti fosse intervenuta. Ha detto che sosterrebbe un'eccezione di stupro e incesto in caso di bocciatura. Il senatore Linda Coleman-Madiso ha proposto un emendamento che avrebbe richiesto allo stato di fornire cure prenatali e cure mediche per la madre e il bambino nei casi in cui a una donna viene negato l'aborto a causa della legge. I Democratici hanno detto che la mancanza di sostegno da parte dei Repubblicani su questioni che possono aiutare le famiglie a basso reddito, come l'espansione di Medicaid, mina la loro discussione sulla protezione dei bambini non ancora nati. "Il peccato per me è portare un bambino in questo mondo e non prendersi cura di loro", ha detto Coleman-Madison. "Il peccato per me è che questo stato non fornisce cure adeguate. Noi non forniamo istruzione. E poi, quando il bambino nasce e sappiamo che la madre è indigente e non può prendersi cura di quel bambino, non forniamo alcun sistema di sostegno per quella madre".

 
Stati Uniti
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Sarà la prima donna detenuta in un braccio della morte giustiziata da 53 anni a questa parte. Nel 2004 aveva ucciso una giovane mamma incinta all’ottavo mese per strapparle la bimba dal grembo
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
La CNN ha pronto uno speciale in cui diversi ex alti funzionari dell’amministrazione parlano e giudicano l’operato dell’attuale presidente. Fra i più piccati l’ex generale John Kelly
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
In caso di sconfitta, decine di procure sono pronte a quella che si annuncia una monumentale resa dei conti con l’ex tycoon, che avrebbe usato tutta la sua influenza e intoccabilità per sgusciare fra le noie con la legge
Il duello si accende, anche a distanza
Il duello si accende, anche a distanza
Trump e Biden in diretta contemporaneamente su due canali diversi si scambiano accuse reciproche: il presidente è apparso più volte in difficoltà, Biden ha sfoderato la lunga esperienza politica
USA 2020, è già record di votanti
USA 2020, è già record di votanti
14 milioni di americani hanno già espresso il proprio voto via posta: gli esperti prevedono un’affluenza record per decidere se ridare fiducia a Trump o voltare pagine con Biden
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Il presidente si sarebbe rivolto alla Corte Suprema per bloccare le richieste del Grand Jury di Manhattan. Se non fosse rieletto, rischia una condanna insieme alla figlia Ivanka
Trump galvanizza i suoi, Fauci: «Irresponsabile»
Trump galvanizza i suoi, Fauci: «Irresponsabile»
Il presidente vola in Florida per un comizio affollato in cui promette una vittoria schiacciante, mentre l’infettivologo della Casa Bianca ammonisce: “È in cerca di guai”
Fauci contesta l’uso delle sue parole in uno spot elettorale
Fauci contesta l’uso delle sue parole in uno spot elettorale
Estrapolata da una vecchia intervista, la frase “Non posso immaginare qualcuno che possa fare meglio” non era riferita a Trump, ma alla risposta delle autorità sanitare federali. “Non ho mai appoggiato nessun presidente”
Presidenziali 2020, prove tecniche di guerra civile
Presidenziali 2020, prove tecniche di guerra civile
La retorica di Trump, l’aria pesante pre-elettorale, le minacce di brogli e di chiamata alle armi preoccupano le organizzazioni mondiali. Per la prima volta, il voto negli Stati Uniti sarà seguito da vicino da osservatori neutrali
Trump, il fratello di Superman
Trump, il fratello di Superman
Aveva ideato una scenetta per rendere indimenticabile l’uscita dall’ospedale: aprire la camicia per mostrare una t-shirt con il simbolo del supereroe. Si sono messi d’impegno in tanti per fargli cambiare idea