Alabama: spari dopo una partita, 10 feriti

| Non è ancora chiaro se si tratti di una rissa fra tifoserie che è degenerata, ma cinque ragazzi sono ricoverati in ospedale in condizioni critiche

+ Miei preferiti
Doveva essere una partita di football americano fra liceali, ma è degenerata in una furiosa rissa, fin quando non è saltata fuori una pistola: il bilancio provvisorio parla di almeno 10 feriti, tutti liceali di età compresa fra 15 e 18 anni, di cui almeno cinque ricoverati in gravi condizioni.

È successo presso l’impianto sportivo “Ladd-Peebles” di Mobile, in Alabama, dove era in programma un’accesa sfida fra i licei Leflore e Williamson che all’improvviso si è trasformata in rissa sugli spalti che ospitavano le due tifoserie. La conferma è arrivata da Lawrence Battiste, capo della polizia di Mobile, che ha anche annunciato di aver fermato due persone sospettate di essere gli autori dell’attentato.

“È inaccettabile che la violenza colpisca anche gli eventi pubblici, mettendo il timore alla gente di potersi godere una serata di sport. Troppe armi e risse stanno provando a minare la tranquillità di interi quartieri della nostra città, ma non lo permetteremo”.

Non è ancora chiaro cosa abbia scatenato gli scontri: la polizia sta ascoltando diversi testimoni per ricostruire l’accaduto.

Stati Uniti
Anthony Fauci: punto e a capo
Anthony Fauci: punto e a capo
Il celebre virologo, chiamato a collaborare con l’amministrazione Biden, evita le polemiche ma ammette la piacevole sensazione di un approccio ben diverso dalle forti divergenze con Trump
Il primo giorno di Joe
Il primo giorno di Joe
Si è chiuso per due ore nello Studio Ovale per firmare 17 ordini esecutivi che cancellano alcune delle decisioni più odiose di Trump. Il capo della comunicazione detta l’agenda, con la promessa di affrontare un argomento al giorno
Il last minute di Trump
Il last minute di Trump
73 grazie e 70 commutazioni di pena: Donald Trump ricalca la tradizione, peccato che buona parte dei suoi atti di clemenza riguardino ex collaboratori e gente vicina ai suoi business. Fra loro il controverso Steve Bannon
La difficile eredità di Trump
La difficile eredità di Trump
Ci vorranno anni per eliminare i danni e le divisioni che in quattro anni hanno letteralmente diviso in due l’America. La presidenza di Biden sarà una delle più difficili della storia: lo attende una mole enorme di lavoro
Vendesi grazia (o perdono)
Vendesi grazia (o perdono)
Nell'ultimo giorno da presidente, Trump potrebbe concedere oltre 100 fra grazie, perdoni e commutazioni della pena verso gente che – secondo il New York Times – sta sborsando montagne di soldi ai suoi collaboratori più stretti
La fittissima agenda di Biden
La fittissima agenda di Biden
Fin dal primo giorno di insediamento, il presidente eletto ha intenzione di firmare decine di ordini esecutivi: “Lui e Kamala Harris hanno il difficile compito di rimediare in breve tempo ai danni fatti da Trump in quattro anni”
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Gli esperti di terrorismo temono che l’attacco al Campidoglio sia solo l’inizio di un periodo preoccupante. Oltre ai rischi per l’Inuaguration Day, maggiori sono quelli per le azioni future dei gruppi che continuano a ribollire di rabbia
La lobby delle armi in bancarotta
La lobby delle armi in bancarotta
Una procedura pilotata che permette alla NRA di lasciare le inchieste penali di New York per cercare rifugio in Texas, dove le leggi sulle armi sono più permissive
L’ultimo weekend di Trump, mentre la giustizia incombe
L’ultimo weekend di Trump, mentre la giustizia incombe
A quattro giorni dalla fine del suo mandato, Trump sa che dovrà affrontare la prima delle tante inchieste che lo vedono coinvolto: il procuratore di New York ha messo gli occhi su una proprietà di famiglia
Lo scandalo dei bagni per la scorta di Ivanka
Lo scandalo dei bagni per la scorta di Ivanka
Agli uomini dei servizi segreti che si occupano della sicurezza di Ivanka e suo marito Jahred, è vietato l’uso dei bagni. Da anni, gli uomini della scorta lottano per avere un posto, che finalmente gli è stato affittato dal governo