Angelina Barini, la prostituta killer dello chef

| L’inquietante figura della donna, vecchia conoscenza della polizia che si prostituiva nel Queens. Con la complicità del protettore attirava clienti negli alberghi offrendo sesso e droga. In questo modo ha ucciso tre uomini

+ Miei preferiti
“University of life”, l’università della vita: è la frase che campeggia sul profilo Facebook di Angelina Barini, la donna 41enne accusata della morte di Andrea Zamperoni, lo chef di Cipriani Dolce trovato morto in un ostello del Queens, a New York, quattro giorni dopo essere scomparso. Sul profilo qualche foto ammiccante e soffusa, che non mostra ma lascia intuire.

Prostituta e spacciatrice di origini canadesi, ben conosciuta dalla polizia, con 24 arresti sulla fedina penale per reati vari, secondo quanto trapela dagli Stati Uniti avrebbe ammesso di aver fornito allo chef lodigiano la dose letale: “Mi ha pagato per un rapporto sessuale e lo abbiamo consumato al Kamway Lodge. Insieme ad un complice gli abbiamo anche passato dell’ecstasy liquida e si è addormentato, ma ha iniziato a sanguinare dalla bocca e dal naso, e non si è più svegliato”. Presa dal panico, la donna assicura di aver tentato di chiamare aiuto, “ma il mio protettore me l’ha impedito”.

Sul suo conto pesano altre due morti, molto simili a quella di Zamperoni: il 4 e l’11 luglio, altri due uomini uccisi dal mix di droghe preparato dalla prostituta e dal suo protettore, che pare disponessero di grossi quantitativi di fentanyl, metanfetamine e cocaina. In realtà tre incidenti di percorso, secondo la ricostruzione, perché non era loro intenzione uccidere, ma soltanto stordire i clienti della Barini e derubarli di ogni cosa. Ma neanche di fronte alle prime due morti si sono fermati, attirando nella stessa trappola lo chef di Cipriani utilizzando un copione collaudato: lei fissava un primo appuntamento con la vittima designata, per conoscerlo e sincerarsi che non si trattasse di un agente sotto copertura. Poi scattava la trappola, in uno dei tanti alberghetti da poco del Queens, zona popolare e pericolosa di New York, dopo aver pattuito un pacchetto completo per la serata: sesso e droga.

Ma di fronte alla terza morte, per Zamperoni era pronta una sega elettrica e una valigia, per far sparire il corpo e lasciare alla polizia e alla famiglia la rassegnazione che la Grande Mela l’avesse inghiottito per sempre.

La salma dello chef dovrebbe rientrare in Italia nelle prossime ore: al suo paese di origine, Zorlesco, una frazione di Casalpusterlengo, è stata organizzata una veglia di preghiera, mentre la famiglia non crede alla ricostruzione della polizia di New York. A giorni è atteso anche l’esito dell’autopsia.

Galleria fotografica
Angelina Barini, la prostituta killer dello chef - immagine 1
Angelina Barini, la prostituta killer dello chef - immagine 2
Angelina Barini, la prostituta killer dello chef - immagine 3
Angelina Barini, la prostituta killer dello chef - immagine 4
Angelina Barini, la prostituta killer dello chef - immagine 5
Angelina Barini, la prostituta killer dello chef - immagine 6
Angelina Barini, la prostituta killer dello chef - immagine 7
Angelina Barini, la prostituta killer dello chef - immagine 8
Stati Uniti
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari
Trump: la politica dell’autodistruzione
Trump: la politica dell’autodistruzione
In vistoso e preoccupante calo nei sondaggi, il presidente è inerme e senza idee di fronte alla recrudescenza di contagi e alle proteste razziali
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Cinque morti, fra cui due fratellini di 7 e 17 anni, in una delle vicende più assurde di sempre, che da mesi tiene l’America con il fiato sospeso
Mary Trump, la vendetta della nipotina
Mary Trump, la vendetta della nipotina
È in corso un’altra battaglia per evitare la pubblicazione dell’ennesimo libro dedicato alla discussa figura di Trump. Questa volta l’ha scritto sua nipote, che promette di svelare 50 anni di arcani e porcherie finanziarie del presidente
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
Una furiosa resa dei conti pare abbia impegnato il presidente e il suo staff nel viaggio di ritorno alla Casa Bianca. Tutti sono al lavoro per studiare come proseguire nella campagna elettorale, senza rinunciare agli eventi
Il popolo di TikTok sbeffeggia Trump
Il popolo di TikTok sbeffeggia Trump
L’esordio pubblico del presidente vittima di un passaparola giovanile, con migliaia di prenotazioni di posti da lasciare rigiorosamente vuoti. A lanciare il tam-tam una signora dell’Iowa