Bimba di due mesi muore per overdose

| I genitori, due tossicodipendenti della Virginia, avevano lasciato incustodite alcune dosi che la bimba ha ingerito. A breve saranno processati per omicidio

+ Miei preferiti
Eugene Chandler, 27 annie Shaleigh Brumfield, di 26, dovranno rispondere davanti alla legge della tragica morte di Marleigh, la loro piccola, di due mesi appena.

È accaduto a Danville, in Virginia: i due genitori si sono accorti che la loro bimba non stava bene, e hanno chiamato i soccorsi, tentando di rianimare la piccola. Portata d’urgenza all’ospedale, Marleigh è morta poco dopo per arresto cardiaco.



La procura ha immediatamente disposto l’autopsia per stabilire le cause della morte, visto che il corpicino della bimba non presentava alcun segno di violenza. E la verità che incastra i genitori è emersa con il referto dei medici legali: Marleigh è morta di overdose. Nel suo sangue sono state rinvenute quantità eccessive di eroina e cocaina: i due genitori, noti alle forze dell’ordine come tossicodipendenti, hanno lasciato delle dosi di droga incustodite a poca distanza dalla bimba, che l’avrebbe assunta senza che nessuno lo impedisse.

L’episodio risale al novembre dello scorso anno, ed in questi giorni è tornato ad occupare le prime pagine dei quotidiani americani per l’incriminazione formale Eugene Chandlere Shaleigh Brumfield, che a breve compariranno in tribunale con l’accusa di negligenza e omicidio.

Galleria fotografica
Bimba di due mesi muore per overdose - immagine 1
Stati Uniti
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari
Trump: la politica dell’autodistruzione
Trump: la politica dell’autodistruzione
In vistoso e preoccupante calo nei sondaggi, il presidente è inerme e senza idee di fronte alla recrudescenza di contagi e alle proteste razziali
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Cinque morti, fra cui due fratellini di 7 e 17 anni, in una delle vicende più assurde di sempre, che da mesi tiene l’America con il fiato sospeso
Mary Trump, la vendetta della nipotina
Mary Trump, la vendetta della nipotina
È in corso un’altra battaglia per evitare la pubblicazione dell’ennesimo libro dedicato alla discussa figura di Trump. Questa volta l’ha scritto sua nipote, che promette di svelare 50 anni di arcani e porcherie finanziarie del presidente
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
Una furiosa resa dei conti pare abbia impegnato il presidente e il suo staff nel viaggio di ritorno alla Casa Bianca. Tutti sono al lavoro per studiare come proseguire nella campagna elettorale, senza rinunciare agli eventi
Il popolo di TikTok sbeffeggia Trump
Il popolo di TikTok sbeffeggia Trump
L’esordio pubblico del presidente vittima di un passaparola giovanile, con migliaia di prenotazioni di posti da lasciare rigiorosamente vuoti. A lanciare il tam-tam una signora dell’Iowa