Boeing esce di pista in Florida

| Ennesima grana per il colosso americano dell’aviazione: un 737 è finito in un fiume. Panico e qualche ferito non grave: aperta un’inchiesta

+ Miei preferiti
Tragedia sfiorata a Jacksonville, in Florida: alle 21:43 ore locali (le 3:43 di questa notte in Italia), un Boeing 737 è finito fuori pista finendo la sua corsa nel letto del St. Johns, un fiume che scorre di fianco all’aeroporto. Attimi di panico per le 136 persone a bordo, fra passeggeri ed equipaggio, con una ventina di feriti trasportati d’urgenza in ospedale, anche se - a quanto riportano i media americani – si tratterebbe di ferite di lievi entità.

L’aereo era stato noleggiato dal Dipartimento della Difesa americano alla compagnia charter “Miami Air International”, che collega Guantanamo con Jacksonville e Norfolk, in Virginia, tutte sedi di basi militari americane. Una linea spesso utilizzata da militari con le famiglie che si spostano fra le basi.

Dopo aver messo in sicurezza i passeggeri, le autorità sono al lavoro per arginare la perdita carburante che si è riservata nelle acque del fiume. Fra le cause, al momento solo ipotizzate, si pensa al maltempo che imperversava sulla zona, anche se la memoria è corsa ai tragici incidenti aerei che hanno indotto la Boeing a fermare i 7373 Max. Il colosso americano ha dichiarato di essere al lavoro per accertare le cause dell’incidente. Una delle passeggere, intervistate dalla CNN, ha raccontato che le maschere d’ossigeno sono scese di colpo, ma la grande professionalità del personale è riuscita a contenere il terrore dei passeggeri di essere atterrati in mare e non su un fiume.

Stati Uniti
Il ritorno di Donald il rabbioso
Il ritorno di Donald il rabbioso
Settimane di silenzio non l’hanno cambiato: nessun accenno al disastro del Campidoglio, attacchi durissimi a Biden e a chi si è opposto o non l’ha appoggiato e la mezza promessa finale: ricandidarsi
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Il New York Times rivela che un’altra ex assistente accusa il governatore dello Stato di NY molestie sessuali. Mentre l’FBI indaga sul numero di morti falsato durante la prima ondata della pandemia
Ritrovati i cani di Lady Gaga
Ritrovati i cani di Lady Gaga
A riconsegnarli alla polizia, sani e salvi, sarebbe stata una donna estranea alla vicenda. Proseguono le indagini, mentre il dog-sitter è ancora grave in ospedale
Trump pianifica futuro e vendette
Trump pianifica futuro e vendette
Fra una partita a golf e un mandato di comparizione, l’ex presidente starebbe tramando per prendersi il partito repubblicano e lanciare se stesso e suo figlio Donald Jr alla conquista della politica americana
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Sommerso dalle denunce per violenze e abusi, e al centro di un’indagine, l’ex allenatore 63enne della nazionale americana di ginnastica femminile si è tolto la vita
La brutta avventura di Tiger Woods
La brutta avventura di Tiger Woods
Il grande campione di golf si sta riprendendo dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto dopo un grave incidente automobilistico. La polizia al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto, che non ha coinvolto altri veicoli
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
Strana spianata all’indagine su finanziamenti illeciti di un procuratore distrettuale di New York. Per l’ex presidente si tratta di una sonora sconfitta: finora era sempre riuscito a nascondere l’entità del suo impero
Arrestata la moglie di El Chapo
Arrestata la moglie di El Chapo
L’ex reginetta di bellezza Emma Coronel Aispuro, 31 anni, è accusata di aver introdotto negli Stati Uniti ingenti quantitativi di droga. La donna era tenuta da tempo sotto stretta sorveglianza dall'FBI
Il peso di 500.000 morti
Il peso di 500.000 morti
Una cifra impressionante, che costringe Biden e Fauci a trattenere l’ottimismo: la corsa al vaccino è iniziata, ma quello che potrebbe accadere con le nuove varianti toglie il sonno
Nuove prove sulla morte di Malcolm X
Nuove prove sulla morte di Malcolm X
La famiglia di un ex agente di polizia svela una lettera secondo cui l’FBI e il Dipartimento di Polizia di New York sarebbero i veri mandanti dell’omicidio del leader dei diritti civili