Boeing Max, il mondo ora lo processa

| Cina ed Etiopia lo fermano, EU attendista, in Usa tutto regolare. Ma il sospetto che qualcosa non vada nei computer di bordo del nuovo 737 si diffonde. La storia

+ Miei preferiti

Cina ed Etiopia fermano i loro Max, L'Europa "monitora" ma per ora non fa nulla, idem Gli Usa. Ma vediamo il profilo di un aereo da qualche mese è guardato con sospetto e timore. Il Boeing 737 Max deriva direttamente dal 737 che risale al lontano 1969. E' entrato in servizio nel 2017 con quattro allestimenti Max 7, Max 8, Max 9 e Max 10), tra 138 e 204 passeggeri  per voli di corto e medio raggio. Il 737 Max  è stato venduto in 4.700 ordini da oltre 100 compagnie nel mondo. Numeri da record. Il suo “avversario” è L’Airbus 320AB-neo che non ha mai dato sinora problemi di affidabilità.

Entrambi gli aerei caduti in Etiopia e prima ancora in Indonesia, sono B737 Max del tipo 8, il primo caduto dopo 6 minuti dal decollo, il secondo dopo 13, entrambi nuovi. Era un aereo nuovo, consegnato alla compagnia a metà novembre. Tra i clienti del 737 Max, ci sono l'italiana Air Italy, che ha 3 B737 Max8 in flotta in leasing, 20 saranno in linea entro il 2022. La low cost inglese Ryanair, opererà con il 737 Max 200, una variante del 737 Max 8, con 400 Boeing 737-800, 115 nuovi Boeing 737 e 110 nuovi B737 Max 200ß e presto altri 100. In Europa il gruppo Tui, che ha lanciato il suo primo 737 Max8 nel gennaio 2018, Norwegian, Turkish Airlines. Poi United, American, Air Canada e Malaysia Airlines. La la low cost Usa Southwest Airlines  ne ha acquistati 230, di cui 23 consegnati, Flydubai (251), Lion Air (201) e la compagnia di leasing Gecas (175). 

 
Stati Uniti
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari
Trump: la politica dell’autodistruzione
Trump: la politica dell’autodistruzione
In vistoso e preoccupante calo nei sondaggi, il presidente è inerme e senza idee di fronte alla recrudescenza di contagi e alle proteste razziali
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Zombie, omicidi, Apocalisse: quando la cronaca supera la fantasia
Cinque morti, fra cui due fratellini di 7 e 17 anni, in una delle vicende più assurde di sempre, che da mesi tiene l’America con il fiato sospeso
Mary Trump, la vendetta della nipotina
Mary Trump, la vendetta della nipotina
È in corso un’altra battaglia per evitare la pubblicazione dell’ennesimo libro dedicato alla discussa figura di Trump. Questa volta l’ha scritto sua nipote, che promette di svelare 50 anni di arcani e porcherie finanziarie del presidente
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
L’imbarazzo di Tulsa e il futuro della campagna di Trump
Una furiosa resa dei conti pare abbia impegnato il presidente e il suo staff nel viaggio di ritorno alla Casa Bianca. Tutti sono al lavoro per studiare come proseguire nella campagna elettorale, senza rinunciare agli eventi