California: fa strage della sua famiglia e si suicida

| Il padre di tre bambini ha ucciso l’ex moglie i loro tre figli prima di togliersi la vita. Uno solo dei tre bimbi lotta ancora fra la vita e la morte

+ Miei preferiti
Cinque persone, tra cui tre bambini, sono morte per quello che la polizia ritiene un caso di omicidio-suicidio nel quartiere di Paradise Hills, a San Diego, in California.

Una delle vittime, la madre di 29 anni, venerdì scorso aveva ricevuto un ordine restrittivo del tribunale che la assegnava l’affidamento dei figli: questo avrebbe fatto scattare la rabbia del padre, l’omicida: “Crediamo che si sia presentato a sorpresa davanti all’abitazione: fra gli ex coniugi c’era un forte disaccordo. L’uomo ha ucciso la sua famiglia, poi ha girato la pistola verso se stesso”, ha commentato un portavoce della polizia.

La prima chiamata alle forze dell’ordine è arrivata alle 6:49 del mattino, quando uno spedizioniere ha sentito qualcuno che litigava animatamente. Mentre la polizia si dirigeva verso la scena, una nuova telefonata avvisava che qualcosa non andava in un appartamento da cui provenivano urla e rumori molto forti. Quando gli agenti sono arrivati, hanno bussato alla porta senza avere alcuna risposta: hanno guardato attraverso i vetri di una finestra vedendo il corpo di un bambino a terra coperto di sangue. Hanno sfondato la finestra e trovato una scena agghiacciante, con 5 corpi senza vita.

La donna, un uomo di 31 anni e un bambino di 3 erano privi di vita, altri tre bimbi di 5, 9 e 11 anni sono stati portati in ospedale: due sono morti poco dopo, e un altro si trova in condizioni critiche: ha subito un intervento chirurgico e le sue condizioni restano molto gravi.

L’uomo e la donna morti erano i genitori dei tre bambini: la madre viveva con loro in un appartamento di proprietà della nonna. “Questo è il genere di casi più difficili, che hanno un forte impatto emotivo sui nostri agenti, molti dei quali sono genitori”.

Stati Uniti
Trump, spostato all’8 febbraio il secondo processo per impeachment
Trump, spostato all’8 febbraio il secondo processo per impeachment
Lo hanno stabilito Dem e GOP dopo aver raggiunto un accordo. Intanto dalla Florida, l’ex presidente prende tempo sul suo futuro: “Faremo qualcosa, ma non subito”
L’FBI ritrova 33 bambini considerati scomparsi
L’FBI ritrova 33 bambini considerati scomparsi
I federali indagavano da tempo su una rete del sud della California dedita al traffico e la tratta di esseri umani a scopo sessuale. Diversi bambini hanno tentato di tornare indietro: “Molti non si rendono conto di essere vittime”
Che ne sarà di Donald?
Che ne sarà di Donald?
L’oscuro futuro dell’ex presidente, che potrebbe resistere all'impeachment e alle tante inchieste per risorgere mostrandosi nuovamente come outsider della politica. Ma anche svanire, sommerso da problemi legali e finanziari
Anthony Fauci: punto e a capo
Anthony Fauci: punto e a capo
Il celebre virologo, chiamato a collaborare con l’amministrazione Biden, evita le polemiche ma ammette la piacevole sensazione di un approccio ben diverso dalle forti divergenze con Trump
Il primo giorno di Joe
Il primo giorno di Joe
Si è chiuso per due ore nello Studio Ovale per firmare 17 ordini esecutivi che cancellano alcune delle decisioni più odiose di Trump. Il capo della comunicazione detta l’agenda, con la promessa di affrontare un argomento al giorno
Il last minute di Trump
Il last minute di Trump
73 grazie e 70 commutazioni di pena: Donald Trump ricalca la tradizione, peccato che buona parte dei suoi atti di clemenza riguardino ex collaboratori e gente vicina ai suoi business. Fra loro il controverso Steve Bannon
La difficile eredità di Trump
La difficile eredità di Trump
Ci vorranno anni per eliminare i danni e le divisioni che in quattro anni hanno letteralmente diviso in due l’America. La presidenza di Biden sarà una delle più difficili della storia: lo attende una mole enorme di lavoro
Vendesi grazia (o perdono)
Vendesi grazia (o perdono)
Nell'ultimo giorno da presidente, Trump potrebbe concedere oltre 100 fra grazie, perdoni e commutazioni della pena verso gente che – secondo il New York Times – sta sborsando montagne di soldi ai suoi collaboratori più stretti
La fittissima agenda di Biden
La fittissima agenda di Biden
Fin dal primo giorno di insediamento, il presidente eletto ha intenzione di firmare decine di ordini esecutivi: “Lui e Kamala Harris hanno il difficile compito di rimediare in breve tempo ai danni fatti da Trump in quattro anni”
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Una parte dell’America si sta radicalizzando
Gli esperti di terrorismo temono che l’attacco al Campidoglio sia solo l’inizio di un periodo preoccupante. Oltre ai rischi per l’Inuaguration Day, maggiori sono quelli per le azioni future dei gruppi che continuano a ribollire di rabbia