California sotto shock per la strage di una famiglia

| Shankar Hangud ha ucciso la moglie e due dei suoi figli, poi ha percorso centinaia di km per uccidere il terzo, caricarlo nel bagagliaio e presentarsi alla polizia

+ Miei preferiti
In America non si parla d’altro che dell’agghiacciante vicenda della famiglia Hangud, inghiottita dalla follia improvvisa e violenta di Shankar, marito e padre di tre figli.

È la dinamica ad essere sconvolgente, come la trama di un film dell’orrore: per motivi ancora sconosciuti e inspiegabili, il 7 ottobre scorso Shankar Hangud, 53 anni, ha ucciso la moglie Jyothi, 46 anni, e due dei suoi figli, Gauri e Nischal, di 16 e 13 anni, nell’abitazione di famiglia, a Sacramento, in California. Poi ha preso la sua macchina ed è partito: cinque giorni dopo arriva nella contea di Siskiyou, al confine con l’Oregon, dove incontra Varum, 20 anni, il più grande dei suoi figli: uccide anche lui, carica il corpo nel bagagliaio e riparte. Guida per 300 km, puntando dritto verso Mount Shasta, nel nord della California: parcheggia l’auto davanti alla stazione di polizia, entra e racconta tutto agli agenti, che poco dopo trovano nel bagagliaio dell’auto il corpo del ragazzo. A confermare il racconto anche la perquisizione nell’abitazione di famiglia, dove - come raccontato da Shankar - la polizia trova i corpi senza vita della moglie e dei due figli più piccoli.

Come se si fosse svegliato da uno stato di tranche, qualche ora dopo l’uomo tenta di ritrattare, dichiarandosi innocente. Ma per la polizia la prima confessione, volontaria e spontanea, è la verità di una vicenda che al momento non sembra avere spiegazioni. Shankar Hangud non è un delinquente incallito, ma un tranquillo padre di famiglia e gran lavoratore: sul suo conto soltanto una multa per eccesso di velocità e un debito con l’erario per quasi 200mila dollari.

Stati Uniti
Gli ultimi istanti di George Floyd
Gli ultimi istanti di George Floyd
Il DailyMail pubblica i filmati delle bodycam degli agenti di Minneapolis che il 25 maggio scorso hanno ucciso l’afroamericano. Nelle immagini tutta la disperazione di Floyd e la durezza degli agenti
Trump sotto indagine per frode bancaria
Trump sotto indagine per frode bancaria
Il giudice Cyrus Vance indaga sulla galassia di società della Trump Organization, di cui non si sa nulla. L’inchiesta sarebbe nata dalle rivelazioni dell’ex legale del presidente, Michael Cohen
Annullata la condanna a morte per l’attentatore di Boston
Annullata la condanna a morte per l’attentatore di Boston
La Corte d’Appello ritiene che Dzhokhar Tsarnaev, insieme al fratello attentatore alla Maratona di Boston del 2013, debba subire un nuovo processo penale. Il primo dibattimento era stato troppo confuso e impreciso
Il muro delle mamme
Il muro delle mamme
Nelle strade di Portland, dove le violenze antirazziali non accennano a diminuire, si schierano come cuscinetto fra i manifestanti e la polizia: non cercano lo scontro e non sono minacciose, vogliono solo proteggere i loro figli
Presto libera la seguace della «Manson Family»
Presto libera la seguace della «Manson Family»
Per la prima volta, l’istanza per la concessione della libertà vigilata per Lesley Van Houte, la più giovane delle “donne” di Charles Manson, è stata accolta. L’ultima parola spetta al governatore della California
Biden vola nei sondaggi, ma la vittoria è lontana
Biden vola nei sondaggi, ma la vittoria è lontana
A 100 giorni dalle elezioni, il candidato Dem vola nelle intenzioni di voto, ma non è la prima volta che il risultato elettorale ribalta ogni pronostico. Il coronavirus farà da ago della bilancia alle urne
Trova una pistola e si spara alla testa a 3 anni
Trova una pistola e si spara alla testa a 3 anni
Il piccolo Liam, della Carolina del Sud, ha trovato un’arma incustodita e per un fatale incidente si è sparato. Inutili i tentativi di salvarlo
Abigail Disney contro la riapertura dei parchi
Abigail Disney contro la riapertura dei parchi
“Anteporre il guadagno alla salute dei dipendenti e del pubblico è aberrante”. Secca la risposta dell’azienda di famiglia: “Accuse infondate e pretestuose: abbiamo adottato tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza”
La mascherina, un’arma politica
La mascherina, un’arma politica
Mentre in buona parte dell’Europa e dell’Asia l’uso della copertura facciale nei luoghi chiusi è ormai una consuetudine accettata dai più, negli Stati Uniti no. La mascherina si è trasformata in una battaglia ideologica
Trump: andrà ancora peggio prima di migliorare
Trump: andrà ancora peggio prima di migliorare
Il presidente si riappropria del briefing sulla pandemia per mostrarsi più comprensivo e perfino assennato: merito dei suoi consiglieri e soprattutto dei sondaggi