Canada: caccia ai due
adolescenti serial killer

| La polizia in forze sta concentrando le ricerche su una zona boschiva della regine di Manitoba, dove è stata ritrovata l’auto dei due data alle fiamme. Popolazione in allarme: sono armati e pericolosi

+ Miei preferiti
È ormai una caccia all’uomo che si è allargata in un raggio di quasi 3mila km, la ricerca di Kam McLeod, 19 anni, e Bryer Schmegelsky, 18, i due giovani sospettati di aver ucciso Chynna Deese e Lucas Fowler, la coppia in viaggio per i parchi canadesi, e Len Dyck, un tranquillo insegnante di botanica all’Università della British Columbia.

La polizia canadese è confluita in forza a Gillam, una piccola cittadina di mille abitanti nel nord di Manitoba, dove la Toyota Rav4 su cui viaggiano i due è stata trovata bruciata non distante dal lago “Fox Cree Nation Reserve”. Quella di disfarsi della loro auto, ormai mostrata da ogni canale televisivo, è sicuramente un tentativo di far perdere le proprie tracce, commenta la polizia, in zona non è stato segnalato alcun furto d’auto. I due, notati da alcuni testimoni, si aggirano ancora nell’area di Gillam, dove l’allerta lanciata dalle autorità è massima: non avvicinateli, sono armati e pericolosi. In caso di avvistamento chiamate il 911.

Sul posto decine di unità cinofile, aerei ed elicotteri, anche perché si tratta di una zona difficile, fitta di boschi e paludi: “se sono a piedi, dovranno affrontare un clima ostico e la presenza di animali fastidiosi come zanzare, mosche e tafani che proprio in  questo periodo dell’anno rendono difficile scambiare due parole all’aria aperta, figuriamoci passare nei boschi giorni interi”, ha aggiunto Joh  McDonald, vicesindaco di Gillam. 

La ricerca si concentra sulla foresta vicina a Fox Lake Cree Nation.

Alam Schmegelsky, padre di Bryer, uno dei due fuggiaschi, è convinto che suo figlio non sopravviverà, perché conoscendolo vorrà concludere questo viaggio folle con un gesto eclatante per coprirsi di gloria: “Bryer è sempre stato introverso, concentrato soltanto sui suoi videogiochi. Si fidava soltanto di Kam, che aveva conosciuto sui banchi di scuola e insieme avevano lavorato da Walmart. È evidente che abbia dei problemi: un ragazzo normale non attraversa il paese uccidendo persone. Riposa in pace Bryer. Ti voglio bene. Mi dispiace tanto che tutto questo sia potuto accadere. Mi dispiace non averti potuto salvare”.

Chynna Deese e Lucas Fowler erano in viaggio attraverso il Canada diretti in Alaska, hanno riferito le loro famiglie: sono stai ritrovati il 15 luglio a poca distanza da Liard Hot Spring, nella Columbia Britannica. Quattro giorni dopo, a meno di 2 km dal luogo del duplice omicidio, è stato rinvenuto anche il corpo del professor Len Dyck, un docente di botanica specializzato nelle alghe marine che inizialmente non era stato possibile identificare per mancanza di documenti.

Galleria fotografica
Canada: caccia ai due<br>adolescenti serial killer - immagine 1
Canada: caccia ai due<br>adolescenti serial killer - immagine 2
Stati Uniti
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Con 50 milioni di americani sulla soglia della povertà, la festa che riunisce le famiglie davanti ad un tacchino assume un significato diverse. Lunghe code davanti alle mense e alle associazioni che distribuiscono pacchi alimentari
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
L’azienda ritenuta responsabile della crisi sanitaria degli oppiacei ammette di aver giocato sporco favorendo la diffusione degli antidolorifici. Niente galera per proprietari e dirigenti ma una sanzione colossale
I giovani americani e il test del giovedì
I giovani americani e il test del giovedì
Sta prendendo piede un po’ ovunque: ci si sottopone al tampone il giovedì per poter trascorrere il weekend in piena libertà. Ma gli esperti ammoniscono: attenzione, non funziona così
La città degli angeli (e dei morti)
La città degli angeli (e dei morti)
Los Angeles ha raggiunto i 300 omicidi dall’inizio dell’anno: quasi tutti sono avvenuti per strada, dove ormai la legge sembra non arrivare più
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
Dopo Orlando Hall, giustiziato giovedì scorso, l’8 dicembre l’iniezione letale toccherà a Lisa Montgomery, seguita l’11 da Alfred Bourgeois. Il 14 gennaio entrerà nella death room Cory Johnson, seguito il giorno successivo a Dustin Higgs
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Secondo uno studio, l’aspettativa di vita dei neri e latino-americani in America si ridurrà a causa della pandemia. Non è solo una questione genetica, ma le conseguenze di una società in cui la disuguaglianza è pura normalità
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Lara, moglie di Eric, sarebbe pronta per candidarsi al Senato in North Carolina, mentre Ivanka sogna di fare il sindaco di New York e suo fratello Don Jr. è tentato dalle presidenziali del 2024
Gli strateghi della battaglia di Trump
Gli strateghi della battaglia di Trump
Secondo il “Washington Post”, Rudy Giuliani e Steve Bannon guiderebbero il “dream team” del presidente con l’obiettivo di ritardare quanto più possibile la certificazione finale dei risultati elettorali per delegittimare Biden
Trump: i giorni della vendetta
Trump: i giorni della vendetta
Poche ore fa, con un Tweet, il presidente ha licenziato il capo della cybersecurity, dopo aver liquidato il Segretario alla Difesa Mark Esper. E altre due teste potrebbero saltare a breve: i direttori della CIA e dell’FBI
Più 82mila Boy Scout hanno denunciato abusi e violenze
Più 82mila Boy Scout hanno denunciato abusi e violenze
Dallo scandalo emerso dopo un’inchiesta del “NY Times”, si è aperta una voragine che ha letteralmente travolto la più antica organizzazione scoutistica del mondo. Ma secondo gli esperti è solo la punta dell’iceberg