Catturato uno dei 10 ricercati dall’FBI

| Yaser Abdel Said, accusato del duplice omicidio delle sue figlie, che rifiutavano di seguire la tradizione islamica, è finito in manette dopo 12 anni di latitanza

+ Miei preferiti
Secondo un comunicato stampa della sede di Dallas dell’FBI, Yaser Abdel Said, uno dei dieci fuggitivi più ricercati d’America, è stato “arrestato senza incidenti a Justin, in Texas”.

Capace di eludere per 12 anni la giustizia, Said era entrato nella lista dei “most wanted” nel dicembre 2014 per l’omicidio delle sue due figlie. Il giorno di capodanno del 2008, Said ha portato le sue due figlie, la diciottenne Amina e la diciassettenne Sarah, a fare un giro sul suo taxi. Ore dopo, i corpi senza vita delle ragazze sono stati ritrovati con ferite multiple da arma da fuoco all’interno del taxi abbandonato.

La ricostruzione più attendibile del duplice omicidio è sempre stata quella del delitto d’onore: Said era convinto che le sue figlie disonorassero la famiglia rifiutando di aderire agli standard dell’Islam e la cultura egiziana. Pochi giorni prima dell’omicidio, intorno a Natale, Amina e Sarah erano fuggite con la madre Patricia a Tulsa, Oklahoma, dove il fidanzato di Amina aveva dei parenti. Patricia avrebbe detto alle figlie che il 31 dicembre era l’anniversario della morte della madre e voleva portare dei fiori sulla sua tomba: Sarah accetta di accompagnare la mamma, anche se poco convinta, mentre Amina si rifiuta. La madre raggiunge la figlia maggiore a casa dell’amico di Amina e bussa alla porta, iniziando una discussione con la figlia per tentare di convincerla a tornare a casa, ma la ragazza non sente ragioni. Patricia insiste e assicura che il padre l’aveva perdonata e avrebbe voluto che le ragazze tornassero a casa.

Il 1° gennaio 2008, Yaser Said ha caricato Amina e Sarah sul suo taxi, dicendo che le avrebbe portate fuori a pranzo. Giunto a Irving ha sparato a entrambe: Amina è morta sul colpo, mentre Sarah poco prima di morire è riuscita a chiamare il 911 urlando “Aiuto, mio padre mi ha sparato! Sto morendo, sto morendo!”. Il taxi di Said fu individuato da un altro tassista all'ingresso di servizio dell’Omni Mandalay Hotel.

Dopo il duplice omicidio, Yaser Abdel Said è scomparso nel nulla e, sebbene si sia pensato che fosse volato in Egitto, non è mai stato trovato alcun documento che confermasse l’espatrio. Presunti avvistamenti dell’uomo alla guida di un taxi a New York City e a Newark, New Jersey, hanno spinto l’FBI a offrire una ricompensa di 100.000 dollari a chiunque fosse stato in grado di fornire informazioni che potessero portare alla cattura dell’uomo.

Nel pomeriggio del 26 agosto, gli agenti della S.W.A.T. di Dallas hanno catturato Yaser Said, 63 anni, a Justin, Texas. Lo stesso giorno, nella vicina Euless, sono finiti in manette anche Islam e Yassim, i figli maschi di Said: sono accusati di complicità e favoreggiamento.

Galleria fotografica
Catturato uno dei 10 ricercati dall’FBI - immagine 1
Stati Uniti
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Si teme una nuova strage, avvenuta nella città dove la polizia ha ucciso Daniel Prude soffocandolo. Il bilancio resta provvisorio, mentre sono ancora in corso i rilievi
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Si è spenta a Washington dopo una lunga malattia la seconda donna ad essere ammessa alla Corte Suprema. Paladina delle minoranze silenziose, incorruttibile e schietta, ha chiesto di essere sostituita dal nuovo presidente
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Dopo 23 anni di silenzio, ha raccontato l’aggressione dell’allora tycoon nella suite agli US Opend i Tennis del 1997. “Lo dovevo alle mie figlie, che stanno diventando donne”
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
Un rapporto dettagliato inchioda il colosso aeronautico, accusato di aver creato un “culmine di errori, leggerezze, difetti e cattiva gestione”. Sotto accusa anche l’ente aeronautico americano
Trump in California: «Con gli incendi non c’entra il climate change»
Trump in California: «Con gli incendi non c’entra il climate change»
Il presidente in visita alle zone martoriate della West Coast, non perde occasione per rimbrottare i governatori e negare l’evidenza scientifica. Biden all’attacco
Samantha Cohen, la ragazzina che piaceva a Trump
Samantha Cohen, la ragazzina che piaceva a Trump
Figlia maggiore di Michael Cohen, l’ex avvocato personale del tycoon, ha raccontato un episodio in cui Trump era rimasto colpito dal suo fisico da quindicenne
Agguato a Los Angeles: una taglia sull’aggressore dei due agenti
Agguato a Los Angeles: una taglia sull’aggressore dei due agenti
Una task force della polizia al lavoro per dare volto e nome all’aggressore di due vice sceriffi ricoverati in fin di vita. L’ira di Trump che chiede “pena di morte”
L’ennesimo ritratto di Trump, impietoso
L’ennesimo ritratto di Trump, impietoso
Esce “Rage” (Rabbia), secondo libro che Bob Woodward dedica alla figura del presidente. Questa volta ha raccolto 18 interviste sufficienti per mostrare un modo di fare confuso, improvvisato e immerso nel culto di se stesso
Tredicenne autistico ferito dalla polizia
Tredicenne autistico ferito dalla polizia
È successo a Salt Lake City, dove Linden Cameron è stato ferito a colpi d’arma da fuoco da due agenti, intervenuti dopo una chiamata della madre, che non riusciva a calmarlo
Trump contro il Pentagono
Trump contro il Pentagono
“Non mi amano, perché pensano solo a fare la guerra”: durissimo affondo del Presidente contro il Dipartimento della Difesa. L’ultimo atto di una guerra di nervi che va avanti da tempo