Condannato Roger Stone, amico e consigliere di Trump

| Lobbista di vecchia data, deve scontare 3 anni e 4 mesi di galera per essere stato uno degli artefici del “Russiagate”, facendo da intermediario fra hacker, WikiLeaks e i russi

+ Miei preferiti
Roger Stone sorride: dagli anni ’70 collabora con i più alti vertici della politica americana, da Nixon a Reagan, ma è con Donald Trump che ci ha rimesso di più. Era stato lui a lanciare la campagna di “The Donald” l’8 agosto del 2015, e sempre lui a diffondere una serie di bufale e teorie del complotto per mescolare le carte del “Russiagate”, le interferenze russe nella campagna elettorale del 2016. Due suoi soci hanno ammesso di aver collaborato con Julian Assange e “WikiLeaks” per screditare Hillary Clinton.

Per quella vicenda, Stone – 67 anni – era stato arrestato nel 25 gennaio 2019, per ordine del procuratore speciale Robert Mueller, e lo scorso novembre condannato per intralcio alla giustizia, falsa testimonianza e il ruolo di tramite fra il comitato elettorale di Trump, diversi dignitari russi e alcuni hacker. Ma solo adesso, secondo la giustizia americana, gli è stata comunicato l’ammontare della pena: 40 mesi di carcere, 3 anni e 4 mesi.

Una sentenza fra le più travagliate degli ultimi tempi: pochi giorni fa, uno dei procuratori dell’inchiesta aveva rassegnato le dimissioni dopo aver subito pressioni da funzionari del dipartimento della giustizia per mitigare la pena il più possibile. Ne erano nate nuove accuse sulla gestione della giustizia americana di Trump, da padrone assoluto. 

Stati Uniti
Kanye West si ritira dalla corsa alla Casa Bianca
Kanye West si ritira dalla corsa alla Casa Bianca
L’annuncio a sorpresa fatto dal responsabile della campagna elettorale. Tornano con insistenza voci sui sempre più frequenti disturbi mentali del rapper
Ucciso e fatto a pezzi il guru delle start-up
Ucciso e fatto a pezzi il guru delle start-up
Fahim Saleh, giovane e geniale imprenditore di origini bengalesi, è stato ritrovato smembrato nel suo appartamento di New York. Per la polizia è la mano di un killer professionista
Il razzismo non esiste, parola di Trump
Il razzismo non esiste, parola di Trump
Malgrado sia stato costretto a firmare degli ordini che inaspriscono pene e sanzioni contro i poliziotti violenti, il presidente non si è mai pronunciato direttamente per condannare la violenza contro gli afroamericani
Trump e Fauci, separati in casa
Trump e Fauci, separati in casa
Il presidente e il virologo ai ferri corti: oltre a non parlarsi più da tempo, si scambiano frecciatine velenose. In compenso il virus continua a cavalcare indisturbato in tutti gli Stati Uniti
Trump concede la grazia a Roger Stone
Trump concede la grazia a Roger Stone
Consigliere politico di lungo corso dallo stile spietato, è stato graziato da presidente per l’inchiesta sul “Russiagate”. Il 14 luglio sarebbe dovuto entrare in cella per scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
Un ladro da cui la coppia comprava gioielli da donare alle giovani vittime, svela di aver visto materiale video scottante che incastrerebbe celebrità e politici d’alto livello mentre facevano orge con minori
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
La Corte Suprema ha obbligato il presidente a presentare le sue dichiarazioni dei redditi, ma ha anche sancito che resteranno segrete fin dolo le elezioni. È il primo candidato della storia a cui riesce l’impresa
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Nel 1993, a 18 anni, aveva ucciso un uomo mentre tentava di rubargli un camion per fuggire con la fidanzata. L’esecuzione era stata rinviata per la pandemia
Scomparsa una star di «Glee»
Scomparsa una star di «Glee»
Per la conferma ufficiale della morte manca ancora il corpo, ma secondo la polizia non ci sono speranze: Naya Rivera - la cheerleader Santana Lopez della serie televisiva – è scomparsa nelle acque di un lago artificiale in California
Trump fra scuole, libri e polemiche
Trump fra scuole, libri e polemiche
La candidatura di Kanye West, l’ordine di riaprire le scuole, i libri che lo mettono in cattiva luce, la pandemia che avanza inesorabile: la settimana “impossibile” del presidente