Derek Chauvin rischia fino a 75 anni di galera

| Sarebbe il massimo della pena per ognuno dei tre reati legati alla morte di George Floyd, ma si tratta di un soggetto senza precedenti penali, per cui il giudice potrebbe essere più clemente

+ Miei preferiti
L’America è consapevole di aver sfiorato la guerra civile: se il verdetto della giuria contro Derek Chauvin fosse stato più clemente, il Paese sarebbe finito in una spirale di violenza dagli esiti potenzialmente disastrosi. A Minneapolis si è scritta la storia, ma è emersa con forza la necessità di una profonda riforma delle forze di polizia, aprendo un dibattito politico che si annuncia lungo e aspro. Da una parte coloro che ritengono ormai necessario rendere responsabili gli agenti delle loro azioni, dall’altra chi invece è convinto che limitare i poteri degli agenti significhi esporre a rischi enormi le pattuglie che si trovano ad operare in zone calde e difficili.

Il capro espiatorio, anche lui destinato alla storia, è Derek Chauvin, l’agente che secondo i giurati ha intenzionalmente ucciso George Floyd premendogli il ginocchio sul collo fino all’ultimo respiro. Impassibile ha ascoltato la lettura della sentenza, poi si è alzato lasciandosi ammanettare e portare via. Secondo fonti del dipartimento si trova in un’ala superprotetta del penitenziario di Stillwater, dove resterà per i decenni a venire: per quanto tempo si saprà fra otto settimane, con la lettura della pena.

“È in stato di ‘segregazione amministrativa’ per la sua sicurezza. Una formula a cui si ricorre quando la presenza di un detenuto nella popolazione carceraria rappresenta un problema di sicurezza”. In altre parole: mescolarlo agli altri detenuti vorrebbe dire condannarlo a morte.

L’ammontare della sua pena dipende da molti fattori, comprese le linee guida di condanna dello stato e della possibilità del giudice di andare oltre tenendo conto di circostanze diverse. Tecnicamente, Chauvin potrebbe affrontare fino a 40 anni di prigione per omicidio di secondo grado, fino a 25 anni per omicidio di terzo grado, e fino a 10 anni per omicidio colposo.

Tuttavia, l’agente non ha precedenti penali e secondo le linee guida dello stato in questo caso la pena massima per l’omicidio di secondo e terzo grado è di 12 anni e mezzo. Il giudice ha la facoltà di emettere una sentenza compresa tra 10 anni e otto mesi e 15 anni per ciascuno. L’omicidio colposo di secondo grado comporta invece una sentenza presunta di quattro anni per chi è privo di precedenti penali e la discrezione del giudice varia da tre anni e cinque mesi a quattro anni e otto mesi. Ma i procuratori insistono una sentenza esemplare e decisamente più dura. Secondo loro, ci sarebbero diversi fattori aggravanti a giustificare l’aumento della pena: che Floyd fosse particolarmente vulnerabile, che sia stato trattato con particolare crudeltà, e che diversi minori erano presenti quando i crimini sono stati commessi. Se il giudice accetta di considerare le aggravanti, la pena per Chauvin è destinata a salire in modo considerevole.

Gli altri tre agenti accusati della morte di George Floyd saranno processati insieme in agosto: Tou Thao, Thomas Lane e J. Alexander Kueng sono accusati di concorso in omicidio di secondo grado e concorso in omicidio colposo di secondo grado.

Galleria fotografica
Derek Chauvin rischia fino a 75 anni di galera - immagine 1
Stati Uniti
Peccati e peccatori
dei servizi segreti americani
Peccati e peccatori<br>dei servizi segreti americani
Un libro scritto dalla plurivincitrice del Pulitzer Carol D. Leonning racconta un’agenzia lacerata da scandali e dolori. Ma svela anche le tresche con gli agenti di Vanessa e Tiffany, ex nuora e figlia di Trump
Strage a Colorado Springs
Strage a Colorado Springs
Otto morti, compreso l’attentatore, ad una festa di compleanno di famiglia in un’area per case mobili. L’attentatore ha risparmiato solo i bambini
Il South Carolina ripristina la fucilazione
Il South Carolina ripristina la fucilazione
La carenza di farmaci letali ha portato al ritorno della pena capitale attraverso il plotone di esecuzione. Per le associazioni umanitarie “un passo indietro verso le barbarie medievali”
Trump lancia un nuovo canale social
Trump lancia un nuovo canale social
Non è ancora quello che aveva in mente, ma più un sito canale diretto fra l’ex presidente e i suoi sostenitori. Nelle stesse ore, Facebook si riunisce per decidere se togliere l’embargo
Bill e Melinda si dicono addio
Bill e Melinda si dicono addio
I Gates, la coppia di miliardari filantropi, si è rotta: l’ha annunciato Bill con poche parole su Twitter. Ignoti i motivi della rottura, anche se si mormora sia stata lei a volere la separazione
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
Affetto da disturbi mentali, per anni è stato costretto a lavorare senza paga, picchiato e maltrattato dal titolare di una caffetteria. Ora la giustizia impone che gli venga restituito più di quanto avrebbe guadagnato
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
L’improvvisa perquisizione da parte dell’FBI dell’appartamento e degli uffici di Rudy Giuliani ha messo in allarme la rete dei collaboratori dell’ex presidente. Secondo molti, è iniziata la resa dei conti
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
Diverse grandi aziende offrono premi in denaro per i propri dipendenti, mentre stati come il West Virginia regala buoni in denaro. L’obiettivo è convincere milioni di no-vax e recalcitranti
I primi 100 giorni di Joe
I primi 100 giorni di Joe
Il presidente Biden parla al Paese promettendo di risollevare gli americani “abbandonati e dimenticati”: getta le basi per un’ambiziosa agenda economica e chiede la riforma della polizia e più divieti sulle armi
Altre due vittime della polizia americana
Altre due vittime della polizia americana
Mario Gonzalez soffocato come George Floyd, Andrew Brown Jr crivellato di colpi mentre tentava di sfuggire all’arresto. Si temono nuove ondate di proteste