Due sparatorie a Washington DC: 4 morti

| A mezzora di distanza una dall’altra, due scontri a fuoco in altrettanti complessi residenziali nelle vicinanze della Casa Bianca: il bilancio delle vittime è ancora provvisorio

+ Miei preferiti
La polizia ha confermato 4 morti e nove feriti: è il bilancio provvisorio dell’ennesima notte di follia sulle strade americane, culminata in due diverse sparatorie sulle strade di Washington DC. Il primo conflitto a fuoco si sarebbe consumato intorno alle 22 ora locale (le 4 del mattino in Italia) nel cortile di un complesso residenziale al numero 1300 di Columbia Heights, una zona popolare nella parte nord di Washington, a circa tre km dalla Casa Bianca.

Stuart Emerman, comandante del terzo distretto di polizia ha aggiunto che le vittime sono cinque uomini e una donna: i feriti sono stati ricoverati in ospedale, ma non sarebbero in pericolo di vita. Mentre si stanno visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza, la polizia è sulle tracce di due “Uomini armati di fucile stile AK”, avvistati nella parte posteriore del complesso.

La seconda sparatoria è stata segnalata circa mezzora dopo nel blocco residenziale al numero 1400 di Rhode Island NE. Il bilancio sarebbe più pesante: tre persone sono state uccise e altre due sono ferite in modo grave.

Non è ancora chiaro se le due sparatorie siano collegate fra loro, e neanche è dato sapere la sorte degli attentatori: la polizia aveva diramato la segnalazione di una berlina Nissan di colore chiaro, ma l’allarme era poi rientrato.

Stati Uniti
Trump lancia un nuovo canale social
Trump lancia un nuovo canale social
Non è ancora quello che aveva in mente, ma più un sito canale diretto fra l’ex presidente e i suoi sostenitori. Nelle stesse ore, Facebook si riunisce per decidere se togliere l’embargo
Bill e Melinda si dicono addio
Bill e Melinda si dicono addio
I Gates, la coppia di miliardari filantropi, si è rotta: l’ha annunciato Bill con poche parole su Twitter. Ignoti i motivi della rottura, anche se si mormora sia stata lei a volere la separazione
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
Affetto da disturbi mentali, per anni è stato costretto a lavorare senza paga, picchiato e maltrattato dal titolare di una caffetteria. Ora la giustizia impone che gli venga restituito più di quanto avrebbe guadagnato
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
L’improvvisa perquisizione da parte dell’FBI dell’appartamento e degli uffici di Rudy Giuliani ha messo in allarme la rete dei collaboratori dell’ex presidente. Secondo molti, è iniziata la resa dei conti
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
Diverse grandi aziende offrono premi in denaro per i propri dipendenti, mentre stati come il West Virginia regala buoni in denaro. L’obiettivo è convincere milioni di no-vax e recalcitranti
I primi 100 giorni di Joe
I primi 100 giorni di Joe
Il presidente Biden parla al Paese promettendo di risollevare gli americani “abbandonati e dimenticati”: getta le basi per un’ambiziosa agenda economica e chiede la riforma della polizia e più divieti sulle armi
Altre due vittime della polizia americana
Altre due vittime della polizia americana
Mario Gonzalez soffocato come George Floyd, Andrew Brown Jr crivellato di colpi mentre tentava di sfuggire all’arresto. Si temono nuove ondate di proteste
Tre mesi all’inizio del processo contro Ghislaine Maxwell
Tre mesi all’inizio del processo contro Ghislaine Maxwell
L’ex socialite britannica è apparsa in tribunale per una nuova accusa, mentre i suoi legali querelano la casa editrice che ha pubblicato un nuovo libro sulla vicenda, e i media riaccendono le luci sull’amicizia con Bill Clinton
Caitlyn Jenner si candida a governatore della California
Caitlyn Jenner si candida a governatore della California
Il transgender più famoso del mondo, padre delle sorelle Jenner e patrigno delle Kardashian, scende in campo come repubblicano moderato per restituire al “Golden State” quanto lei stessa ha avuto
Derek Chauvin rischia fino a 75 anni di galera
Derek Chauvin rischia fino a 75 anni di galera
Sarebbe il massimo della pena per ognuno dei tre reati legati alla morte di George Floyd, ma si tratta di un soggetto senza precedenti penali, per cui il giudice potrebbe essere più clemente