Eddie Gallagher, uno psicopatico
nei Navy Seal

| Il New York Times ha avuto accesso alle interviste dei commilitoni di “The Blade”, il loro comandante accusato di crimini di guerra e graziato da Trump, definito un pazzo, violento, tossico e cattivo

+ Miei preferiti
La vicenda di Edward Gallagher, ex ufficiale pluridecorato dei “Navy Seal” e del temutissimo “Team Seven Alpha Platoon”, ha tenuto banco per settimane: conosciuto come “The Blade”, la lama, era stato accusato di crimini di guerra per aver ucciso senza motivo un giovane prigioniero iracheno in Iraq nel 2017. A capo delle operazioni speciali durante l’offensiva americana per strappare Mosul all’Isis, Gallagher era stato denunciato da sette uomini del suo plotone, ma il processo a suo carico si era concluso con la piena assoluzione accompagnata dalla grazia del presidente Trump.

Ma adesso, suo conto di “The Blade” si addensano nuove ombre scure: il “New York Times” ha avuto accesso ad alcune videointerviste utilizzate nel corso delle indagini in cui Gallagher è descritto come “Un vero mostro”, un uomo “Tossico, malvagio e cattivo” per cui “È lecito sparare qualsiasi cosa si muova”, così lo definiscono alcuni ex uomini del suo plotone: Craig Miller, Corey Scott e Joshua Vriens.

Il caso dei crimini di guerra di Gallagher si è guadagnato l’attenzione nazionale dopo che il Presidente Trump è intervenuto in modo controverso, ignorando il parere dei vertici del Pentagono secondo cui una tale presa di posizione avrebbe potuto danneggiare l’integrità del sistema giudiziario militare.

Nei video ottenuti dal NYT, i membri del plotone accusano Gallagher di aver sparato senza motivo ad un dodicenne sospettato di far parte dell’Isis, definendo Gallagher come uno “psicopatico” che negli ultimi tempi aveva preso di mira i civili.

Le interviste erano state incluse nei fascicoli investigativi della Marina Militare per istruire il processo contro Edward Gallagher, accusato di crimini di guerra, e forniscono una rara eccezione del codice di silenzio e omertà che copre la forza d’élite della marina americana.

“La mia prima reazione ai video è stata la sorpresa e il disgusto per il fatto che hanno inventato menzogne su di me, ma mi sono subito reso conto che avevano paura che la verità venisse fuori per come vigliaccamente hanno agito in azione - ha commentato Gallagher – ma mi è dispiaciuto che abbiano ritenuto necessario infangare il mio nome, senza mai rendersi conto di quali sarebbero state le conseguenze delle loro menzogne. Per quanto fossi sconvolto, i video mi hanno anche dato fiducia, perché sapevo che le loro bugie non avrebbero retto sotto un vero interrogatorio e che la giuria avrebbe capito la verità. Le loro bugie e il rifiuto del Naval Criminal Investigative Service di fare domande difficili o di considerare per veritiere le loro storie hanno rafforzato la mia determinazione ad andare in tribunale e riabilitare il mio nome”. Secondo Timothy Parlatore, l’avvocato di Gallagher, le interviste dei SEAL contenevano falsità e incongruenze che al contrario sono state “una chiara tabella di marcia verso l’assoluzione”.

Gallagher era stato condannato nel luglio scorso per aver portato discredito alle forze armate dopo aver posato in una foto accanto al cadavere di un combattente dell’Isis morto nel 2017 in Iraq: è stato assolto dall’accusa di omicidio premeditato. Il caso ha subito una svolta quando un testimone chiave dell’accusa si è addossato la colpa di aver ucciso il prigioniero. Ma contro la testimonianza c’era quella di Corey Scott, un medico dei “Seal” che ha raccontato di aver visto Gallagher estrarre il suo coltello e pugnalare il prigioniero.

Dopo il processo, Gallagher è stato retrocesso di grado, una decisione che Trump ha ribaltato con una mossa che ha fatto arrabbiare i vertici militari e ha portato a una revisione del suo status nei Navy Seal: il 30 novembre la decisione di lasciare la Marina.

Galleria fotografica
Eddie Gallagher, uno psicopatico<br>nei Navy Seal - immagine 1
Eddie Gallagher, uno psicopatico<br>nei Navy Seal - immagine 2
Eddie Gallagher, uno psicopatico<br>nei Navy Seal - immagine 3
Eddie Gallagher, uno psicopatico<br>nei Navy Seal - immagine 4
Eddie Gallagher, uno psicopatico<br>nei Navy Seal - immagine 5
Eddie Gallagher, uno psicopatico<br>nei Navy Seal - immagine 6
Eddie Gallagher, uno psicopatico<br>nei Navy Seal - immagine 7
Stati Uniti
Mary Trump fa causa a zio Donald
Mary Trump fa causa a zio Donald
Insieme ad altri due zii, Donald l’avrebbe privata dell’effettiva quota dell’impero immobiliare di famiglia. “Per i Trump, la frode e la truffa sono sempre stati uno stile di vita”
Trump: scordatevi che accetti di perdere
Trump: scordatevi che accetti di perdere
Non ha alcuna intenzione di pensare ad un passaggio dei poteri indolore, convinto che in caso di sconfitta l’ultima parola toccherà alla Corte Suprema, dove vuole nominare un giudice per garantirsi la superiorità numerica
Accusato di negligenza l’agente che uccise Breonna Taylor
Accusato di negligenza l’agente che uccise Breonna Taylor
La decisione del gran giurì scatena le proteste in tutta l’America: la giovane infermiera fu raggiunta da otto colpi mentre dormiva da agenti che avevano fatto irruzione nel suo appartamenti in cerca di droga
L’antiabortista destinata alla Corte Suprema
L’antiabortista destinata alla Corte Suprema
Si fa con insistenza il nome di Amy Coney Barrett, cattolica fervente, come sostituto dell’icona liberal Ruth Bader Ginsburg. La protesta dei Dem, che minacciano una nuova procedura d’impeachment per Trump
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Si teme una nuova strage, avvenuta nella città dove la polizia ha ucciso Daniel Prude soffocandolo. Il bilancio resta provvisorio, mentre sono ancora in corso i rilievi
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Si è spenta a Washington dopo una lunga malattia la seconda donna ad essere ammessa alla Corte Suprema. Paladina delle minoranze silenziose, incorruttibile e schietta, ha chiesto di essere sostituita dal nuovo presidente
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Dopo 23 anni di silenzio, ha raccontato l’aggressione dell’allora tycoon nella suite agli US Opend i Tennis del 1997. “Lo dovevo alle mie figlie, che stanno diventando donne”
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
Un rapporto dettagliato inchioda il colosso aeronautico, accusato di aver creato un “culmine di errori, leggerezze, difetti e cattiva gestione”. Sotto accusa anche l’ente aeronautico americano
Trump in California: «Con gli incendi non c’entra il climate change»
Trump in California: «Con gli incendi non c’entra il climate change»
Il presidente in visita alle zone martoriate della West Coast, non perde occasione per rimbrottare i governatori e negare l’evidenza scientifica. Biden all’attacco
Samantha Cohen, la ragazzina che piaceva a Trump
Samantha Cohen, la ragazzina che piaceva a Trump
Figlia maggiore di Michael Cohen, l’ex avvocato personale del tycoon, ha raccontato un episodio in cui Trump era rimasto colpito dal suo fisico da quindicenne