"El Chapo stuprava 13enni, le chiamava vitamine"

| Un fascicolo del processo, stralciato dalla montagna di documenti, contiene accuse lanciate da diversi testimoni secondo cui Joaquin Guzman avrebbe violentato diverse adolescenti dopo averle drogate

+ Miei preferiti
Si complica la posizione processuale di “El Chapo” Guzman, l’ex sovrano del cartello di Sinaloa che in queste settimane è sotto processo presso il tribunale distrettuale di Brooklyn. Diversi testimoni hanno riferito che il signore della droga era solito accoppiarsi con ragazze giovanissime che chiamava ironicamente le sue “vitamine”. Il racconto di un testimone, in particolare, ha svelato di aver aiutato diverse adolescenti, età media 13 anni, di cui Guzman aveva approfittato dopo aver messo nelle loro bevande una “sostanza polverosa” con cui piegare l’eventuale resistenza.

Eduardo Balarezo, uno degli avvocati di Guzman, ha riferito che il suo cliente nega con forza accuse che “non hanno alcuna conferma e sono da ritenere pregiudizievoli e inaffidabili per essere ammesse in giudizio. Ed è un peccato che il materiale sia stato reso pubblico prima che la giuria iniziasse a deliberare”, ha aggiunto polemicamente l’avvocato, evitando di rilasciare ulteriori commenti.

Su ordine del giudice distrettuale americano Brian Cogan, la documentazione è stata rivelata su richiesta del “New York Times” e di “Vice News”. Si trattava di una documentazione rimasta sotto sigillo poiché i pubblici ministeri avevano convinto la corte si trattava di accuse “irrilevanti” rispetto a quelle che pesano sul capo di Guzman. 

Il testimone, che faceva parte del cartello di El Chapo, ha svelato che un affiliato del boss conosciuto come “Commadre Maria” inviava regolarmente all’imputato foto di adolescenti, acquistabili per circa 5.000 dollari. Ne ricorda in particolare una, consegnata in uno dei ranch di proprietà di El Chapo a Sinaloa.

Guzman, 61 anni, deve vedersela con 10 capi d’accusa federali, tra cui il coinvolgimento in un’impresa criminale organizzata, la cospirazione, il riciclaggio, l’uso di armi da fuoco e il traffico internazionale di cocaina, eroina, marijuana e altre droghe. Fin dall’inizio del processo, Guzman si è dichiarato non colpevole, ma rischia il carcere a vita.

Stati Uniti
Bimba ruba una bambola: minacciati con le pistole
Bimba ruba una bambola: minacciati con le pistole
A Phoenix, Arizona, una pattuglia della polizia ha avuto una reazione spropositata di fronte al furto di un bambolina di una bimba di 4 anni. I genitori non si erano accorti di nulla
Morta dopo aver usato una pistola in un gioco erotico
Morta dopo aver usato una pistola in un gioco erotico
Pamela, 24 anni, è stata colpita al petto ed è spirata qualche ora dopo: il fidanzato Andrew giura si sia trattato di un incidente. Ma la polizia non sembra credere alla sua versione
Fired Sarah, liberal USA festeggiano
Fired Sarah, liberal USA festeggiano
Duro editoriale sul Guardian: "S'è prestata a nascondere la misoginia di Trump, chiunque la sostituirà non può fare peggio di lei". "Disprezza i giornalisti, da 90 giorni neanche una conferenza stampa".
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta
Ucciso un ragazzo, Memphis in rivolta
Brandon Webber, un giovane di colore di 20 anni, crivellato di colpi dalla polizia. La folla è scesa in piazza per protestare, ma la situazione è degenerata in scontri con le forze dell’ordine
Polemiche sulla morte del rapper Willie Bo
Polemiche sulla morte del rapper Willie Bo
Il giovane ucciso lo scorso febbraio a Vallejo, in California, è stato crivellato con 55 colpi d’arma da fuoco. La famiglia chiede giustizia, mentre un consulente giustifica la polizia
Esorcismo per via orale
Esorcismo per via orale
Padre Bill, prete di una chiesa presbiteriana in New Jersey, avrebbe praticato sesso orale a tre uomini che gli avevano chiesto aiuto, spacciandolo per un esorcismo
Identificata un’altra vittima dell’11 settembre
Identificata un’altra vittima dell’11 settembre
18 anni dopo l’attentato al World Trade Center di New York, i medici legali sono riusciti a identificare un’altra delle 1.100 vittime di cui non si sa più nulla
Alabama: la castrazione chimica è legge
Alabama: la castrazione chimica è legge
I condannati per reati sessuali saranno obbligati a sottoporsi al trattamento un mese prima della scarcerazione. Un provvedimento che fa esultare la governatrice Kay Ivey ma divide gli Stati Uniti, come la recente legge sull’aborto
L’ultima beffa di Mr. Untouchable
L’ultima beffa di Mr. Untouchable
Leroy Barnes, elegantissimo signore della droga newyorkese, è morto nel 2012, ma la notizia è stata rivelata soltanto a pochi giorni dalla scomparsa del suo rivale di sempre, Frank Lucas
Sgominata da banda degli iPhone
Sgominata da banda degli iPhone
In sette anni sono riusciti a rubare migliaia di smartphone Apple rivendendoli sul mercato nero: si parla di un bottino di circa 19 milioni di dollari