El Chapo condannato a New York

| Entro giugno la condanna che con molta probabilità sarà all’ergastolo in un carcere di massima sicurezza. Sono le ultime battute della carriera del potente narcotrafficante messicano

+ Miei preferiti
Dopo due mesi e mezzo di udienze, 200 ore di deposizioni di 56 testimoni e sei giorni di camera di consiglio dei 13 giurati popolari (sei uomini e 7 donne) tenuti sotto massima protezione per timore di intimidazioni e minacce, El Chapo Guzman, l’ex signore del cartello di Sinaloa, è stato condannato dal tribunale di New York. Secondo la legge americana sarà il giudice a decidere entro il prossimo giugno una pena che molto facilmente potrebbe apire le porte dell’ergastolo in un carcere di massima sicurezza americano. Ben 10 i capi d’accusa a pendere sulla bilancia del potente narcotrafficante messicano, estradato negli Stati Uniti nel 2017: dal traffico internazionale di stupefacenti al riciclaggio di denaro, corruzione, possesso di armi, tortura e omicidio. “Il processo ha aperto al pubblico americano una finestra sul funzionamento dei cartelli della droga”, ha dichiarato Mike Vigil, ex capo delle operazioni internazionali della “DEA”, l’agenzia americana contro il narcotraffico. In aula ad assistere alla sentenza anche la moglie del boss, Emma Coronel Aispuro.

Stati Uniti
USA: un fight club in una casa di riposo
USA: un fight club in una casa di riposo
Tre infermiere costringevano i degenti a picchiarsi, scommettendo sul possibile vincitore. Una segnalazione ha fatto scattare un’inchiesta interna e subito dopo l’arresto da parte della polizia
Texas, uccisa per errore dalla polizia
Texas, uccisa per errore dalla polizia
Atatiana Jefferson, 28 anni, stava giocando con i videogames insieme al nipotino: un agente le ha sparato attraverso la finestra. Proteste della comunità afroamericana
Alaska: omicidio al Midtown Marriott
Alaska: omicidio al Midtown Marriott
Una scheda SD ritrovata per caso sulla strada ha permesso di scoprire l’omicidio di una donna, i cui resti erano stati rinvenuti pochi giorni prima
Muore di overdose l’uomo che salvava i tossicodipendenti
Muore di overdose l’uomo che salvava i tossicodipendenti
Kevin Donovan, 40enne di Syracuse, diffondeva l’uso del “Narcan”, un farmaco che usato per tempo salva dalla morte. Aveva un passato da tossicodipendente da cui sembrava esserne uscito per sempre
Ucciso uno dei testimoni contro la poliziotta killer
Ucciso uno dei testimoni contro la poliziotta killer
È un vero colpo di scena nel caso di Amber Guyer, la poliziotta di Dallas che aveva ucciso un uomo credendo che fosse nel suo appartamento. Uno dei testimoni dell’accusa, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco
Impeachment: senza esclusione di colpi
Impeachment: senza esclusione di colpi
In meno di due settimane dalla richiesta di avviare la procedura contro Trump, una serie infinita di colpi di scena, accuse, insulti e sondaggi stanno avvelenando la politica americana
New York, la strage dei senzatetto
New York, la strage dei senzatetto
Quattro vittime, tutte uccise con una sbarra di metallo mentre dormivano per strada. Arrestato un 24enne, sarebbe uno di loro
La banda di ragazzini che ha risolto un caso
La banda di ragazzini che ha risolto un caso
Capitanati da Logan, 10 anni, un gruppo di ragazzini di Roseville, in California, ha rintracciato un’anziana donna scomparsa da casa che la polizia stava cercando. Sono diventati gli eroi d’America
Risarcimento record per le vittime di Las Vegas
Risarcimento record per le vittime di Las Vegas
Un accordo epocale pari a 800 milioni di dollari, raggiunto dai legali delle vittime e dei feriti con la MGM: quasi tutta la somma sarà in realtà pagata dalle assicurazioni
Le agghiaccianti lettere di un padre cattivo
Le agghiaccianti lettere di un padre cattivo
Un anno fa, Chris Watts aveva massacrato la moglie incinta e le sue due figlie perché voleva ricostruirsi un’esistenza nuova con l’amante. Una giornalista ha raccolto le sue lettere e le conversazioni in un libro