El Chapo nell’inferno dell’ADX Florence

| Il giudice aveva accordato altri 60 giorni nel carcere di Brooklyn per permettere al legale di preparare l’appello, ma le autorità carcerarie hanno voluto trasferirlo nell’Alcatraz on the Rocks, prigione da cui non è mai evaso nessuno

+ Miei preferiti
Nessuno è mai riuscito a fuggire dall’ADX Florence, penitenziario maschile di massica sicurezza, di livello “Supermax” nella contea di Fremont, in Colorado. È la nuova “casa di Joaquín “El Chapo” Guzmán, uno dei più famosi trafficanti di droga del pianeta, che da venerdì è rinchiuso fino alla fine dei suoi giorni nell’Alcatraz ton the Rockies, com’è conosciuto. L’ADX Florence può contenere 490 detenuti, i peggiori criminali della storia recente d’America, tutti detenuti in regime di totale isolamento, che passano 22 ore e mezza al giorno in una cella di cemento e acciaio di 2,1 per 3,6 metri, dalla quale possono uscire solo con manette ai piedi e alle mani.



Per spiegare il senso di questa fortezza inviolabile basta aggiungere che l’obiettivo non è il recupero sociale dei detenuti, ma “la protezione della società dalla loro presenza.

El Chapo, che possiede ranch in ogni stato messicano, compresi uno zoo con pantere e leoni, un treno personale e uno yacht chiamato “Chapito”, deve aver capito che è letteralmente impossibile fuggire da questa struttura circondata da torri di guardia e uomini pesantemente armati. Un’impresa impossibile anche per lui, per due volte fuggito dalle prigioni messicane, nel 2001 e nel 2015. 

Tra i suoi compagni di prigionia “Unabomber” Ted Kaczynski, Terry Nichols, uno degli attentatori di Oklahoma City, il britannico Richard Reid, che voleva far saltare un aereo con dell’esplosivo nascosto in una scarpa, e Dzhokhar Tsarnaev, l’attentatore della maratona di Boston, in attesa di essere giustiziato.

Secondo Robert Hood, ex guardia di Florence, la prigione è “una versione dell’inferno, solo un po’ più pulita, ma molto peggio della morte”.

Dopo un processo mediatico di tre mesi nel tribunale federale di Brooklyn, El Chapo è stato giudicato colpevole di 10 capi d'accusa tra cui traffico di droga, riciclaggio di denaro e possesso e uso di armi da fuoco.

Il governo degli Stati Uniti sostiene che nei 25 anni della sua carriera criminale, El Chapo sia riuscito  riuscito a introdurre 1.213 tonnellate di droga, 1,44 tonnellate di cocaina di base, 222 kg di eroina, quasi 50 tonnellate di marijuana e una quantità imprecisata di metamfetamine.

È stato estradato negli Stati Uniti nel gennaio 2017, e da allora è stato imprigionato in un isolamento quasi totale nella prigione di MCC, senza luce naturale o aria fresca e senza alcuna possibilità di fare esercizi all’aperto.

“L’ADX sarà come una passeggiata nel parco” per El Chapo, dopo quello che ha vissuto nella prigione di New York”, ha detto il suo avvocato, Jeffrey Lichtman, ai giornalisti. Tuttavia, Lichtman aveva chiesto al giudice Brian Cogan di non trasferire El Chapo per poter preparare l’appello alla sua sentenza: il giudice ha concesso 60 giorni in più a New York, ma le autorità carcerarie hanno deciso di trasferirlo immediatamente in Colorado.

Essere rinchiuso al MCC per 30 mesi “è stata una tortura continua emotiva, psicologica e mentale”, ha detto El Chapo al giudice Cogan poco prima della sentenza. “È la cosa più disumana che abbia mai sperimentato in vita mia”, ha aggiunto, lamentando di dover bere acqua sporca e di essersi costruito con carta igienica dei tappi per le orecchie per attenuare il rumore dei condotti di ventilazione. Ha fatto anche presente che non gli è stato permesso di abbracciare le figlie e che ad Emma, la giovane moglie, non è mai stato concesso di fargli visita.

Galleria fotografica
El Chapo nell’inferno dell’ADX Florence - immagine 1
Stati Uniti
Il ritorno di Donald il rabbioso
Il ritorno di Donald il rabbioso
Settimane di silenzio non l’hanno cambiato: nessun accenno al disastro del Campidoglio, attacchi durissimi a Biden e a chi si è opposto o non l’ha appoggiato e la mezza promessa finale: ricandidarsi
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Il New York Times rivela che un’altra ex assistente accusa il governatore dello Stato di NY molestie sessuali. Mentre l’FBI indaga sul numero di morti falsato durante la prima ondata della pandemia
Ritrovati i cani di Lady Gaga
Ritrovati i cani di Lady Gaga
A riconsegnarli alla polizia, sani e salvi, sarebbe stata una donna estranea alla vicenda. Proseguono le indagini, mentre il dog-sitter è ancora grave in ospedale
Trump pianifica futuro e vendette
Trump pianifica futuro e vendette
Fra una partita a golf e un mandato di comparizione, l’ex presidente starebbe tramando per prendersi il partito repubblicano e lanciare se stesso e suo figlio Donald Jr alla conquista della politica americana
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Sommerso dalle denunce per violenze e abusi, e al centro di un’indagine, l’ex allenatore 63enne della nazionale americana di ginnastica femminile si è tolto la vita
La brutta avventura di Tiger Woods
La brutta avventura di Tiger Woods
Il grande campione di golf si sta riprendendo dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto dopo un grave incidente automobilistico. La polizia al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto, che non ha coinvolto altri veicoli
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
Strana spianata all’indagine su finanziamenti illeciti di un procuratore distrettuale di New York. Per l’ex presidente si tratta di una sonora sconfitta: finora era sempre riuscito a nascondere l’entità del suo impero
Arrestata la moglie di El Chapo
Arrestata la moglie di El Chapo
L’ex reginetta di bellezza Emma Coronel Aispuro, 31 anni, è accusata di aver introdotto negli Stati Uniti ingenti quantitativi di droga. La donna era tenuta da tempo sotto stretta sorveglianza dall'FBI
Il peso di 500.000 morti
Il peso di 500.000 morti
Una cifra impressionante, che costringe Biden e Fauci a trattenere l’ottimismo: la corsa al vaccino è iniziata, ma quello che potrebbe accadere con le nuove varianti toglie il sonno
Nuove prove sulla morte di Malcolm X
Nuove prove sulla morte di Malcolm X
La famiglia di un ex agente di polizia svela una lettera secondo cui l’FBI e il Dipartimento di Polizia di New York sarebbero i veri mandanti dell’omicidio del leader dei diritti civili