Felicity Huffman condannata per frode

| Il nome dell’attrice di Desperate Housewife era finito nell’inchiesta del giro di corruzione per ammettere i figli nelle più prestigiose università americane. Un giro d'affari milionario

+ Miei preferiti
La cauzione di 250mila dollari non è un grosso problema, ma i 14 giorni di galera sì, perché quelli a Hollywood hanno un peso specifico che si moltiplica. Si è conclusa con una condanna la vicenda che ha fra le principali protagoniste Felicity Hauffman, attrice resa nota per il ruolo di Lynette Scavo nella serie televisiva di enorme successo “Desperate Housewife”. Insieme a quello della collega Lori Loughlin, attrice nota per le serie tv “Gli amici di papà” e “Summerland”, sposata con il designer di moda Massimo Giannulli, anche lui finito sotto inchiesta, quelli della Hauffman sono i polsi più eccellenti finiti in manette fra 33 genitori, 13 dirigenti scolastici e William Rick Singer, un ricco imprenditore californiano che aveva il ruolo di intermediario. Un caso che è considerato una delle più imponenti inchieste della procura di Boston, nato per fare luce su un sistema di corruzione durato almeno otto anni e messo in piedi ad arte per facilitare l’ingresso di rampolli di ricche famiglie nei più prestigiosi college statunitensi. “Un catalogo di ricchezza e privilegi - l’ha definita Andrew E. Lelling, procuratore di Boston che ha seguito l’inchiesta – per ogni studente ammesso con la frode, uno onesto e talentuoso si è visto chiudere le porte in faccia”.

La Hauffman è accusata di aver pagato 15mila dollari per agevolare l’accesso ai migliori atenei del paese di sua figlia, ma nel corso dell’inchiesta sono emerse bustarelle che vanno da 100mila a 6,5 milioni di dollari. Il sistema si basava su donazioni, per di più detraibili, ad una fondazione no-profit di Rick Singer, a sua volta titolare della “Edge College & Career Network”, una società di consulenza per l’ammissione ai college, nell’ambiente nota come “The Key”, la chiave. Il denaro veniva spartito fra i coach sportivi, che in cambio avevano il compito di reclutare i giovani come atleti, indipendentemente dalle loro qualità e preparazioni atletiche. Per rendere tutto ufficiale e credibile, The Key si occupava di creare finti curriculum sportivi inappuntabili.

Altrettanto illustri i nomi dei college, che gettano fango sulla credibilità dell’intero sistema universitario americano: Yale, Standford, Georgetown, UCLA, University of South California, University of San Diego, University of Texas e Wake Forest University.

Felicity Huffmann dovrà scontare la pena fra sei settimane, insieme al pagamento di altri 30mila dollari di multa, a 250 ore di servizi sociali obbligatori e ad un anno di libertà vigilata. “Mi vergogno di quello che ho fatto, avrei dovuto rifiutare”, ha commentato l’attrice poco prima della lettura della sentenza.

Galleria fotografica
Felicity Huffman condannata per frode - immagine 1
Felicity Huffman condannata per frode - immagine 2
Stati Uniti
La seconda guerra civile americana
La seconda guerra civile americana
Le autorità federali sempre più convinte che dietro agli scontri che stanno mettendo a ferro e fuoco l’America ci sia una regia comune, nata dalla collaborazione fra gruppi estremisti di destra e sinistra
La polveriera americana
La polveriera americana
Terza notte consecutiva di scontri, violenze e saccheggi in 25 città americane. Una folla minacciosa davanti alla casa Bianca, fra i tweet minacciosi di Trump e l’invito alla calma di tutti i governatori
Tutte le guerre di Trump
Tutte le guerre di Trump
Dal Rose Garden della Casa Bianca, il presidente attacca con forza l’OMS e la Cina, ma tralascia gli oltre 100mila morti da coronavirus e le violenze che infiammano l’America per la morte di un afroamericano
L’America scende in piazza
L’America scende in piazza
Non si placano le violenze per la morte di George Floyd, e dopo Minneapolis le proteste esplodono anche in altre grandi città. La minaccia Trump: riportate l’ordine, o mando la Guardia Nazionale
La squadra della morte di George Floyd
La squadra della morte di George Floyd
Tou Thao, l’agente di origini asiatiche che si vede nel video, aveva 6 diverse accuse di violenza sul suo fascicolo. Lo stesso per Derek Chauvin, il poliziotto che ha soffocato l’uomo con il suo ginocchio. Gli altri erano agenti in prova
Minneapolis vuole giustizia per George Floyd
Minneapolis vuole giustizia per George Floyd
La capitale del Minnesota epicentro della protesta per l’inutile e atroce morte dell’uomo di colore. L’agente che ha premuto il ginocchio sul collo già al centro di altri episodi violenti
Ucciso dalla polizia durante un controllo
Ucciso dalla polizia durante un controllo
Quattro agenti di Minneapolis licenziati dopo aver fermato un uomo di colore per un controllo: uno di loro gli ha tenuto il ginocchio sul collo fin quando l’uomo è morto. Proteste e sdegno da ogni parte del Paese
America on the beach
America on the beach
Il dato comune è che ovunque ci fosse una spiaggia, lo scorso fine settimana è stata presa d’assalto. L’allentamento delle misure ha convinto molti americani che il peggio sia passato, ma non è così: lo dimostrano i 100mila morti
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Ufficialmente, il miliardario pedofilo non si mai sposato e non ha avuto figli, ma vista la vita che ha condotto, una società specializzata nel rintracciare parentele ha deciso di fare una ricerca. E hanno risposto in centinaia
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Stanco dei pareri degli esperti, il presidente americano fa di testa sua, minando anche uno storico accordo con la Russia che risale alla fine della Guerra Fredda