Fired Sarah, liberal USA festeggiano

| Duro editoriale sul Guardian: "S'è prestata a nascondere la misoginia di Trump, chiunque la sostituirà non può fare peggio di lei". "Disprezza i giornalisti, da 90 giorni neanche una conferenza stampa".

+ Miei preferiti

“Chi sostituirà Sarah Huckabee Sanders? Un'altra donna di potere senza dubbio.

La cosa più gentile che si può dire di Sarah Sanders è che era completamente inutile. Non si è preoccupata di nascondere il suo disprezzo per i giornalisti. Non si è preoccupata di tenere conferenze stampa - l'ultima è stata più di 90 giorni fa. E non si è preoccupata della verità. Era una segretaria stampa incompetente”, scrive The Guardian. Il mainstream USA e britannico di stampo riformatore non le offrono nemmeno l’onore delle armi. Trump si libera della sua responsabile per la stampa con una nota fredda e rivelatrice della sua insoddisfazione e i liberal la impallinano di brutto mentre i suoi tacciono.

“Sanders non è mai stato assunta come segretario stampa. Il suo vero lavoro, oserei azzardare, era quello di essere una donna molto visibile. Il suo vero lavoro era quello di essere il volto femminile di un'amministrazione profondamente misogina; svolgere il ruolo di madre lavoratrice autorizzata e rendere più appetibile il grossolano patriarcato dell'amministrazione Trump. Per un po' di tempo Sanders fu estremamente efficace nell'armare la sua femminilità. Quando era politicamente conveniente, per esempio, lei aveva menzionato il fatto che era stata la prima madre ad avere il ruolo di segretaria della stampa”. Apparenze. E una bugia, anno 2017: ”dare potere alle mamme lavoratrici è il cuore dell'agenda del presidente, in particolare quando si tratta di cose come la riforma fiscale".

Sanders era ben lungi dall'essere l'unica donna ad aver giocato un ruolo importante nell'amministrazione Trump. Ma era quella che “ci metteva la faccia” ad ogni intemerata del suo boss. Diversa dalle altre donne scelte nei posti chiavi dell’amministrazione come Kellyanne Conway, Nikki Haley, Kirstjen Nielsen e Ivanka Trump. Qualcuna intanto già sparita dall’orizzonte.

Non è ancora chiaro chi sostituirà Sanders. E, ammettiamolo, per molti versi è insostituibile.Tuttavia, la mia scommessa è che Trump sta strategicamente andando a scegliere un'altra donna. Infatti si dice che Stephanie Grisham, portavoce di Melania, è una delle principali candidate per il lavoro. Chiunque sia, buona fortuna a loro. Sanders ha fissato un alto livello di odiosità; il suo sarà un atto difficile da seguire”. Così chiude l’editorialista Arwa Mandawi. Ci pare che basti.

 
Stati Uniti
Sparatoria a Seattle, un morto e 7 feriti
Sparatoria a Seattle, un morto e 7 feriti
La polizia sulle tracce dell’autore della sparatoria avvenuta davanti ad un McDonald’s nel centro della città. Dei 7 feriti due versano in gravi condizioni
Due poliziotti di Honolulu uccisi in una sparatoria
Due poliziotti di Honolulu uccisi in una sparatoria
Sono intervenuti per la chiamata di una donna che era stata ferita, ma qualcuno dall’interno dell’abitazione ha esploso due colpi di fucile fatali. L’abitazione è stata data alle fiamme
L’allegro professore che rubava sovvenzioni universitarie
L’allegro professore che rubava sovvenzioni universitarie
Un ex professore della Drexel University di Philadelphia accusato di aver speso 185.000 dollari fra spogliarelliste e ristoranti di lusso
Rapita e violentata, indica la propria posizione su Snapchat
Rapita e violentata, indica la propria posizione su Snapchat
Una ragazzina californiana di 14 anni è finita nelle mani di tre uomini sudamericani che l’hanno violentata a turno. Ma lei è riuscita ad avvisare gli amici condividendo la propria posizione
Sparatoria in una scuola in Texas, morto uno studente
Sparatoria in una scuola in Texas, morto uno studente
L’agguato all’uscita dalle lezioni: a sparare sarebbe stato un compagno di scuola della vittima, che è poi riuscito a fare perdere le proprie tracce per qualche ora
Aereo scarica il carburante su Los Angeles
Aereo scarica il carburante su Los Angeles
Il velivolo, appena partito dal LAX, è stato costretto a rientrare all’aeroporto, ma prima ha scaricato il carburante, colpendo in pieno un complesso scolastico. Aperta un’inchiesta
“Il 737 MAX? Progettato da pagliacci”
“Il 737 MAX? Progettato da pagliacci”
In centinaia di email interne, i commenti dei dipendenti sul velivolo messo a terra dopo due incidenti, e l’ironia sulla facilità con cui l’ente dell'aviazione civile americana l’ha omologato
Dentro la cella di Epstein
Dentro la cella di Epstein
“60 Minutes”, il celebre programma della rete televisiva americana “CBS”, ha mostrato per la prima volta le foto scattate all'interno della cella del miliardario pedofilo pochi istanti dopo la scoperta del corpo senza vita
Due detenuti in fuga da un carcere in Mississippi
Due detenuti in fuga da un carcere in Mississippi
Approfittando di una violenta protesta, due uomini sono riusciti a evadere facendo perdere le proprie tracce. È caccia all’uomo in tutto lo Stato
I dubbi degli americani sull’attacco in Iran
I dubbi degli americani sull’attacco in Iran
Monta lo scetticismo dei media e dell’opinione pubblica, anche per la mancanza di spiegazioni sulla “minaccia imminente” paventata dalla Casa Bianca. Per molti, una mossa per depotenziare l’impeachment