Giustiziato il suprematista bianco

| Insieme a due amici, John William King nel 1998 uccise in modo orrendo James Byrd, un uomo che aveva l’unica colpa di essere di colore

+ Miei preferiti
John William King è stato giustiziato con un’iniezione letale nel carcere di massima sicurezza di Huntsville, in Texas. Suprematista bianco, 49 anni, era accusato dell’orribile omicidio di James Byrd, un uomo di colore che insieme a due amici, Shawn Allen Berry e Lawrence Russell Brewer, avevano deciso di punire. Un omicidio che aveva scosso l’America insieme a quello di Matthew Shepard, violentato e torturato nello stesso periodo perché omosessuale, spingendo l’allora presidente Obama a firmare il “Crimes Prevention Act”, legge che inasprisce le pene per i crimini d’odio.

Il 7 giugno del 1998, King, Berry e Brewer, tre suprematisti bianchi di Jasper, in Texas, invitano James Byrd a fare un giro con loro: lo portano fuori città, viene picchiato, legato mani e piedi e incatenato per le caviglie al parafango di un pick-up. L’uomo viene trascinato sull’asfalto per più di 5 km: 81 parti del suo corpo furono ritrovate lungo tutta la strada e all’esterno di una chiesa frequentata da afroamericani. I tre furono arrestati pochi giorni, processati e condannati per omicidio: Lawrence Russell Brewer fu giustiziato il 21 settembre 2011: Shawn Allen Berry, l’unico che pare abbia tentato di dissuadere i due amici, è stato condannato all’ergastolo.

Galleria fotografica
Giustiziato il suprematista bianco - immagine 1
Giustiziato il suprematista bianco - immagine 2
Stati Uniti
America on the beach
America on the beach
Il dato comune è che ovunque ci fosse una spiaggia, lo scorso fine settimana è stata presa d’assalto. L’allentamento delle misure ha convinto molti americani che il peggio sia passato, ma non è così: lo dimostrano i 100mila morti
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Tutti i figli di Jeffrey Epstein
Ufficialmente, il miliardario pedofilo non si mai sposato e non ha avuto figli, ma vista la vita che ha condotto, una società specializzata nel rintracciare parentele ha deciso di fare una ricerca. E hanno risposto in centinaia
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Trump: «Anche se il virus torna, non chiuderemo più»
Stanco dei pareri degli esperti, il presidente americano fa di testa sua, minando anche uno storico accordo con la Russia che risale alla fine della Guerra Fredda
Il clan Trump accusato di truffa
Il clan Trump accusato di truffa
Quattro persone “che tentavano di inseguire il sogno americano”, hanno denunciato Trump e i suoi figli per essere stati attirati in una rete creata per “trarre profitto dai più poveri e vulnerabili”
Trump a testa bassa contro l’OMS
Trump a testa bassa contro l’OMS
Una lettera zeppa di accuse inviata al presiedente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità suona come un ultimatum: o si cambia o blocchiamo i finanziamenti
Barack Attack
Barack Attack
Obama scende in campo attaccando Trump senza mai nominarlo: “Non fa neanche finta di governare”. La replica del presidente: “Dovrebbe andare in galera insieme a Biden”. Uno scontro infuocato
Hackerato lo studio legale dei vip americani
Hackerato lo studio legale dei vip americani
I pirati informatici sono riusciti a impossessarsi di 756 GB di dati di diverse celebrità del mondo dello spettacolo, compreso il nome più importante: Donald Trump. Chiesto un riscatto di 42 milioni di dollari: l'FBI indaga
L’ultimo azzardo di Trump: riaprire per vincere
L’ultimo azzardo di Trump: riaprire per vincere
È convinto che sia necessario far ripartire l’economia anche mettendo in conto migliaia di morti. Un azzardo che potrebbe portarlo dritto verso la rielezione, o nel baratro
NY, l’orologio della morte dedicato a Trump
NY, l’orologio della morte dedicato a Trump
Si tratta di un’installazione artistica creata dal regista Eugene Jarecki: mostra in tempo reale quante vite umane si sarebbero potute salvare con una risposta più tempestiva
Saturday Night Virus
Saturday Night Virus
L’ultima follia americana sono i “Covid-party” delle feste in cui persone sane si mescolano ad altre infette, nella speranza di essere contagiate e sviluppare volontariamente l’immunità di gregge