Gli ultimi istanti di vita di Rayshard Brooks

| Dal momento in cui è stato fermato alla colluttazione con i 2 agenti, culminata con i tre colpi di pistola che hanno ucciso il 27enne afroamericano ad Atlanta. Tutto documentato dalle telecamere

+ Miei preferiti
La morte di Rayshard Brooks per mano di un agente di polizia di Atlanta ha già provocato una serie di pesanti conseguenze per la città: non solo ha acceso le proteste sfociate in violenze e saccheggi, ma ha anche causato le improvvise dimissioni del capo della polizia, Erika Shields. L’agente che ha sparato, identificato come Garrett Rolfe, è stato licenziato, mentre il secondo agente coinvolto, Devin Brosnan, per adesso è stato sospeso dal servizio.

“C’è una chiara distinzione tra ciò che si può fare e ciò che si dovrebbe fare - ha detto il sindaco Keisha Lance Bottoms in una conferenza stampa – e non credo che quanto accaduto giustificasse l’uso della forza”.

Molte domande sono ancora senza risposta, e forse la prima è se gli agenti saranno accusati, come accaduto alla squadra di Derek Chauvin, gli agenti di Minneapolis che dovranno rispondere della morte di George Floyd. Ma diversi frammenti video che hanno catturato gli ultimi momenti di Brooks in un parcheggio di “Wendy’s” venerdì sera permettono di ricostruire le fasi in cui il ventisettenne afroamericano è stato ucciso.

Ecco cosa mostrano i video dalle telecamere di sorveglianza, dalle body-cam degli agenti, quelle sul cruscotto della pattuglia e alcune riprese dei passanti.

L’inizio

Secondo il Georgia Bureau of Investigation, la polizia ha risposto a diverse chiamate giunte da un fast-food della catena Wendy’s in cui si segnalava un uomo che dormiva a bordo del suo veicolo bloccando il percorso del drive-thru.

L’inizio è stato ripreso dalla body-cam indossata da Brosnan, e mostra l’agente che arriva sul posto e si avvicina al veicolo di Brooks. In base alle immagini, sono appena passate le 22:40 ora locale.

Brooks sembra che stia dormendo al volante e Brosnan bussa al finestrino per svegliarlo. L’agente apre la porta e dice all’uomo: “Ehy amico, sei parcheggiato in mezzo alla fila per il drive-thru". All’inizio, Brooks non risponde.

Quando si sveglia, appare disorientato. Brosnan chiede se è stanco e poi gli chiede di parcheggiare a lato. Dopo essere stato svegliato dall’agente una seconda volta, Brooks sposta il veicolo.

Brosnan si avvicina all’auto e chiede a Brooks se ha bevuto: lui risponde “solo un drink”. Mentre l’uomo cerca la sua patente, l’agente richiede alla centrale il supporto di un altro agente per la necessità di effettuare un test con etilometro.

Ad un certo punto, Brooks dice all’agente di essere in visita. “A chi?”, chiede ques’tultimo, “Alla tomba di mia madre”, risponde Brooks. “Oh, mi dispiace”.

Qualche minuto dopo, l’agente Rolfe arriva sulla scena. Dopo una rapida spiegazione dei fatti da parte di Brosnan, Rolfe inizia a interrogare Brooks, che insiste nel non ricordare di aver bloccato la fila per il drive-through, sembra addirittura non sapere dove si trova.

Alle 23 esatte, Rolfe inizia il test: Brooks chiede cosa deve fare, e risponde più volte “Bene” quando gli chiedono come si sente su una scala da 1 a 10.

Rolfe si avvicina con un etilometro, e Brooks tenta una spiegazione affermando di aver bevuto qualche bicchiere poiché era il compleanno della figlia. “Credo che lei abbia bevuto un po’ troppo per poter guidare: metta le mani dietro la schiena”.

Secondo il filmato della body-cam, sono le 23:23.

La lotta

Mentre Rolfe tenta di ammanettare Brooks inizia una colluttazione, ed è difficile capire con precisione ciò che accade nei filmati ripresi dalle telecamere corporali dei due agenti. Le riprese delle videocamere del cruscotto delle pattuglie mostrano i tre uomini a terra che lottano a terra: in uno, Brosnan tenta di attivare il Taser mentre Rolfe prova a immobilizzare l’uomo.

Un altro video girato da un passante inizia poco dopo la colluttazione e mostra Brooks che afferra la pistola immobilizzante. “Giù le mani dal taser”, urla uno degli agenti. La lotta prosegue, fin quando Brooks prende il taser e riesce a divincolarsi: mentre si alza, colpisce in faccia Rolfe, che indietreggia e spara con il suo Taser.

La sparatoria

Solo una telecamera, quella di sorveglianza esterna del fast-food, è riuscita a riprendere il momento della tragedia. Brooks tenta la fuga inseguito dagli agenti, entrambi armati di Taser. Mentre insegue Brooks, l’agente Rolfe afferra la pistola: in quel momento, l’uomo si volta all’indietro e sembra puntare il Taser verso Rolfe, che spara tre colpi in rapida successione. Il filmato mostra Rayshard Brooks mentre cade a terra.

Dopo qualche istante, i due agenti tentano di rianimare l’uomo: arrivano altre pattuglie e un’ambulanza. Le riprese delle body-cam hanno anche fissato l’audio di alcuni passanti che si rivolgono agli agenti: “Potete dire addio alle vostre carriere: avete appena sparato a un uomo senza motivo”. Rayshard Brooks è stato portato in un ospedale, dove è morto pochi minuti dopo.

Galleria fotografica
Gli ultimi istanti di vita di Rayshard Brooks - immagine 1
Gli ultimi istanti di vita di Rayshard Brooks - immagine 2
Gli ultimi istanti di vita di Rayshard Brooks - immagine 3
Gli ultimi istanti di vita di Rayshard Brooks - immagine 4
Gli ultimi istanti di vita di Rayshard Brooks - immagine 5
Gli ultimi istanti di vita di Rayshard Brooks - immagine 6
Gli ultimi istanti di vita di Rayshard Brooks - immagine 7
Stati Uniti
Trump concede la grazia a Roger Stone
Trump concede la grazia a Roger Stone
Consigliere politico di lungo corso dallo stile spietato, è stato graziato da presidente per l’inchiesta sul “Russiagate”. Il 14 luglio sarebbe dovuto entrare in cella per scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
Un ladro da cui la coppia comprava gioielli da donare alle giovani vittime, svela di aver visto materiale video scottante che incastrerebbe celebrità e politici d’alto livello mentre facevano orge con minori
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
La Corte Suprema ha obbligato il presidente a presentare le sue dichiarazioni dei redditi, ma ha anche sancito che resteranno segrete fin dolo le elezioni. È il primo candidato della storia a cui riesce l’impresa
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Nel 1993, a 18 anni, aveva ucciso un uomo mentre tentava di rubargli un camion per fuggire con la fidanzata. L’esecuzione era stata rinviata per la pandemia
Scomparsa una star di «Glee»
Scomparsa una star di «Glee»
Per la conferma ufficiale della morte manca ancora il corpo, ma secondo la polizia non ci sono speranze: Naya Rivera - la cheerleader Santana Lopez della serie televisiva – è scomparsa nelle acque di un lago artificiale in California
Trump fra scuole, libri e polemiche
Trump fra scuole, libri e polemiche
La candidatura di Kanye West, l’ordine di riaprire le scuole, i libri che lo mettono in cattiva luce, la pandemia che avanza inesorabile: la settimana “impossibile” del presidente
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore