"Grazie, preferisco la sedia elettrica"

| Stanotte Edmud Zagorsky (uccise due uomini) è stato giustiziato nel Tennessee sulla sedia elettrica. Aveva rinunciato all'iniezione letale "perché più dolorosa". Il creatore dello strumento di morte era un falso ingegnere

+ Miei preferiti

Edmund Zagorski, 63 anni, che uccise due uomini nel 1983 per un debito di droga, è morto fulminato da una scarica di 1750 volt in un carcere del Tennessee, sotto gli occhi dei familiari delle vittime. Questi tipo di esecuzione, sospesa in molti Stati perché causa di sofferenze e di effetti horror, tipo gravissime ustioni al condannato, l’ha scelta invece lui, preferendola all’iniezione letale a base di Midazolam che negli ultimi tempi aveva fatto segnalare spiacevoli contrattempi. I mix di psicotropi e sedativi spesso non hanno funzionato in tempi ragionevoli, lasciando i giustiziandi in balia di lunghe e strazianti agonie.



Così Zagorsky, le cui ultime parole sono state “Let’s Rock!” "Dai, si faccia!", consumato l’ultimo pasto da 20 dollari  (bocconcini di maiale sotto aceto, una specialità del Sud, e stufato di manzo, Coca Cola e torta di mele) è stato condotto prima nella sala docce, poi rivestito con pantaloni blu, maglietta gialla e pettorale arancione e, mentre gli agenti scandivano il classico “dead man walking”, verso la sedia elettrica. E’ il secondo uomo in 60 anni ad essere giustiziato con la sedia elettrica in Tennessee. Ma in Virginia, sempre per una scelta personale, morì per elettrocuzione anche Robert Gleason nel 2013. Pure Daryl Holton scelse di essere ucciso in questo modo, nel Tennessee, nel 2007. Gli avvocati del duplice assassino hanno sperato sino all’ultimo in una dichiarazione di incostituzionalità per tutti i sistemi di morte, giudicati crudeli e in grado di infliggere sofferenze ai condannati. Ma i giudici hanno dato via libera all’esecuzione. 

Con una nota particolare: la sedia elettrica dove è morto Zagorsky fu realizzata da un artigiano, Fred Leuchter, tristemente famoso per sostenere tesi negazioniste. Disse che ad Auschwitz non c'erano camere a gas. Per questo fu allontanato dalle amministrazioni carcerarie Usa. Fu scoperto dopo che la sua laurea in ingegneria era falsa, nonostante avesse realizzato camere a gas, sedie elettriche, meccanismi per le iniezioni letali. Lui stesso ha dichiarato alla stampa che la sedia da lui realizzata presenta “numerosi inconvenienti e potrebbe non funzionare a dovere. Quello che mi preoccupa ora è che il Tennessee ha una sedia elettrica che può ferire qualcuno o causare problemi. E c'è il mio nome sopra. Non credo sia una procedura umana”. E se lo dice lui, c’è da credergli.

 
Galleria fotografica
"Grazie, preferisco la sedia elettrica" - immagine 1
Stati Uniti
Investe il figlio che non vuole andare a scuola
Investe il figlio che non vuole andare a scuola
A Belmont, in Michigan, una donna ha perso la pazienza verso il figlio travolgendolo con l’auto dopo una folle corsa. Il ragazzino avrà danni permanenti, ma la condanna per la donna è stata lieve
Manette & forchette
Manette & forchette
Souljia Boy, Bill Cosby, Suge Knight e Jared Fogle: quattro nomi noti di celebrità finite dietro le sbarre. Ecco cosa hanno ordinato per celebrare la Pasqua nelle loro celle
A 14 anni progettavano una strage
A 14 anni progettavano una strage
Grazie alla segnalazione di un’insegnante, due adolescenti della Florida sono state arrestate: curavano da tempo il “Progetto 9/11”
Una normale famiglia di mostri
Una normale famiglia di mostri
David e Louise Turpin sono stati condannati a 25 anni di carcere dopo che si sono dichiarati colpevoli di tortura e prigionia dei loro 13 figli
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Rapporto Mueller: Trump salvo a metà
Il presidente canta vittoria, ma l’indagine del superprocuratore è costruita in modo ambiguo, così da lasciare aperta al Congresso al possibilità di chiedere l’impeachment o di incriminarlo a fine mandato
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Stati Uniti: storia di una strage sfiorata
Sol Pays, una studentessa di 18 anni, voleva celebrare i 20 anni del massacro di Columbine aggiungendo altri morti. È stata individuata prima di riuscire a mettere in pratica la sua follia, e ha scelto di suicidarsi
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
New York: tenta di dare fuoco a St. Patrick
Un uomo, definito “disturbato mentalmente”, è stato fermato con due taniche di benzina all’interno della cattedrale affacciata sulla Quinta Strada
Morire a 22 anni per un selfie
Morire a 22 anni per un selfie
Una ragazza dell’Oregon prossima alla laurea è salita sulla torre dell’ateneo che frequentava ed è precipitata, morendo poco dopo. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente
Donald Trump, il signore del kitsch
Donald Trump, il signore del kitsch
Un’artista americano ha raccolto più di 1000 oggetti che riguardano l’attività imprenditoriale e la carriera del presidente
Chase e Jaimee, l’amore che fa discutere gli USA
Chase e Jaimee, l’amore che fa discutere gli USA
Lui ha 18 anni, lei 39, ed è la mamma del suo migliore amico. Fra i due è scoppiata la passione e ora lei attende il divorzio per sposarlo