Hackerato lo studio legale dei vip americani

| I pirati informatici sono riusciti a impossessarsi di 756 GB di dati di diverse celebrità del mondo dello spettacolo, compreso il nome più importante: Donald Trump. Chiesto un riscatto di 42 milioni di dollari: l'FBI indaga

+ Miei preferiti
“La prossima persona su cui divulgheremo materiale è Donald Trump. È in corso una campagna elettorale e abbiamo trovato una tonnellata di panni sporchi che lo riguardano”. La minaccia arriva da un gruppo di hacker che qualche giorno sarebbe riuscito a violare gli archivi più segreti della “Grubman Shire Meiselas & Sacks”, un celebre studio legale newyorkese che tutela gli interessi di personaggi molto in vista come il presidente americano, Lady Gara, Madonna, Bruce Springsteen, Christina Aguilera, Rod Stewart, Drake, Robert De Niro, Elton John, Barbra Streisand, Barry Manilow, The Weeknd, U2, Andrew Lloyd Webber, Prianka Chopra, Sofia Vergara, LeBron James, Mike Tyson e Mariah Carey.

Ma ovviamente, il boccone più pregiato è proprio quello di Donald Trump, il nome utilizzato dai cracker per lanciare l’ultimatum: una settimana di tempo per pagare 42 milioni di dollari, o sarà la gogna planetaria. Per dare un’idea di ciò che possono fare, i cracker del gruppo, noto come “REvil” o “Sodinokibi”, che lo scorso dicembre avevano violato la piattaforma Travelex ottenendo un riscatto da due milioni di dollari, hanno diffuso online lo screenshoot di un contratto sottoscritto da Madonna.

In una nota, lo studio legale ha confermato l’attacco ransomware e il furto di 756 GB di dati, aggiungendo anche che sono in corso indagini dell’FBI e di non aver pagato alcun riscatto. “Siamo stati informati da esperti informatici e dall’FBI che negoziare o pagare un riscatto rappresenta una violazione delle leggi penali: in più, anche quando sono pagati enormi riscatti, spesso i criminali fanno trapelare ugualmente i documenti”.

Stati Uniti
Trump e le tasse,
una storia che non esiste
Trump e le tasse,<br>una storia che non esiste
Un’inchiesta scoop del “New York Times” svela che il presidente non ha pagato le imposte sul reddito per almeno 10 anni a partire dal 2000. Dal 2016, si limita a sborsare 750 dollari all’anno
L’ex responsabile della campagna elettorale di Trump tenta il suicidio
L’ex responsabile della campagna elettorale di Trump tenta il suicidio
Brad Parscale, ritenuto il responsabile dell’imbarazzante comizio di Tulsa, con Trump costretto a parlare davanti a pochissima gente, ha dato in escandescenze minacciando di togliersi la vita
Mary Trump fa causa a zio Donald
Mary Trump fa causa a zio Donald
Insieme ad altri due zii, Donald l’avrebbe privata dell’effettiva quota dell’impero immobiliare di famiglia. “Per i Trump, la frode e la truffa sono sempre stati uno stile di vita”
Trump: scordatevi che accetti di perdere
Trump: scordatevi che accetti di perdere
Non ha alcuna intenzione di pensare ad un passaggio dei poteri indolore, convinto che in caso di sconfitta l’ultima parola toccherà alla Corte Suprema, dove vuole nominare un giudice per garantirsi la superiorità numerica
Accusato di negligenza l’agente che uccise Breonna Taylor
Accusato di negligenza l’agente che uccise Breonna Taylor
La decisione del gran giurì scatena le proteste in tutta l’America: la giovane infermiera fu raggiunta da otto colpi mentre dormiva da agenti che avevano fatto irruzione nel suo appartamenti in cerca di droga
L’antiabortista destinata alla Corte Suprema
L’antiabortista destinata alla Corte Suprema
Si fa con insistenza il nome di Amy Coney Barrett, cattolica fervente, come sostituto dell’icona liberal Ruth Bader Ginsburg. La protesta dei Dem, che minacciano una nuova procedura d’impeachment per Trump
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Sparatoria a Rochester: 16 feriti e due morti
Si teme una nuova strage, avvenuta nella città dove la polizia ha ucciso Daniel Prude soffocandolo. Il bilancio resta provvisorio, mentre sono ancora in corso i rilievi
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Addio a Ruth Bader Ginsburg, giudice icona delle donne
Si è spenta a Washington dopo una lunga malattia la seconda donna ad essere ammessa alla Corte Suprema. Paladina delle minoranze silenziose, incorruttibile e schietta, ha chiesto di essere sostituita dal nuovo presidente
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Amy Dorris, l’ex modella che accusa Trump di molestie
Dopo 23 anni di silenzio, ha raccontato l’aggressione dell’allora tycoon nella suite agli US Opend i Tennis del 1997. “Lo dovevo alle mie figlie, che stanno diventando donne”
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
La Boeing colpevole degli incidenti del 737 Max
Un rapporto dettagliato inchioda il colosso aeronautico, accusato di aver creato un “culmine di errori, leggerezze, difetti e cattiva gestione”. Sotto accusa anche l’ente aeronautico americano