I ribelli del lockdown

| Chiedono di poter tornare al lavoro, di potersi riprendere le proprie esistenze. Stanno scendendo in piazza in diversi parti degli Stati Uniti, e sono tutti dalla parte di Trump

+ Miei preferiti
È un brutto dilemma, dover scegliere fra due rischi: quello di essere infettati dal coronavirus, e se va male morire, oppure morire quasi certamente, magari di fame.

In America, dove il sogno dell’economia al galoppo di Trump è andato in mille pezzi di fronte alla pandemia, lasciando 22milioni di disoccupati, si moltiplicano gli episodi di proteste di piazza, in cui centinaia di persone chiedono la libertà di poter uscire di casa, lavorare, riprendere la vita di prima. Sono tanti, sempre di più: qualcuno imbraccia anche un fucile, come se volesse essere pronto nel caso comparisse il virus all’improvviso, e in compenso tutti non rispettano le misure di distanziamento sociale e neanche indossano le mascherine.

Il via l’ha dato Lasing, capitale del Michigan, dove in 3mila hanno intasato a piedi e in auto la sede del governo dopo la decisione di estendere il lockdown. Il giorno dopo stesso copione, questa volta a Richmond, Virginia, e poi ancora in South Carolina, Kentucky, Ohio, New Hapshire, Texas. Va detto, a scanso di equivoci: sono per massima parte sostenitori di Trump, convinti come lui che sia ora di far ripartire l’America, “un Paese che non è nato per rimanere fermo”. Anche se i numeri, le previsioni, i contagi e i morti crescano di ora in ora, toccando cifre che neanche in guerra si vedono spesso.

Duro il commento di Gretchen Whitmer, da 15 mesi governatrice del Michigan: “È chiaramente una manifestazione politica, ma è mio dovere proteggere la popolazione di questo Stato, non importa chi mi abbia votato o meno”. 

Galleria fotografica
I ribelli del lockdown - immagine 1
I ribelli del lockdown - immagine 2
I ribelli del lockdown - immagine 3
I ribelli del lockdown - immagine 4
I ribelli del lockdown - immagine 5
I ribelli del lockdown - immagine 6
I ribelli del lockdown - immagine 7
Stati Uniti
Il ritorno di Donald il rabbioso
Il ritorno di Donald il rabbioso
Settimane di silenzio non l’hanno cambiato: nessun accenno al disastro del Campidoglio, attacchi durissimi a Biden e a chi si è opposto o non l’ha appoggiato e la mezza promessa finale: ricandidarsi
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Seconda accusa di molestie per Cuomo
Il New York Times rivela che un’altra ex assistente accusa il governatore dello Stato di NY molestie sessuali. Mentre l’FBI indaga sul numero di morti falsato durante la prima ondata della pandemia
Ritrovati i cani di Lady Gaga
Ritrovati i cani di Lady Gaga
A riconsegnarli alla polizia, sani e salvi, sarebbe stata una donna estranea alla vicenda. Proseguono le indagini, mentre il dog-sitter è ancora grave in ospedale
Trump pianifica futuro e vendette
Trump pianifica futuro e vendette
Fra una partita a golf e un mandato di comparizione, l’ex presidente starebbe tramando per prendersi il partito repubblicano e lanciare se stesso e suo figlio Donald Jr alla conquista della politica americana
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Suicida John Geddert, ex coach della nazionale USA
Sommerso dalle denunce per violenze e abusi, e al centro di un’indagine, l’ex allenatore 63enne della nazionale americana di ginnastica femminile si è tolto la vita
La brutta avventura di Tiger Woods
La brutta avventura di Tiger Woods
Il grande campione di golf si sta riprendendo dall’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto dopo un grave incidente automobilistico. La polizia al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto, che non ha coinvolto altri veicoli
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
La Corte Suprema ordina a Trump di consegnare i documenti fiscali
Strana spianata all’indagine su finanziamenti illeciti di un procuratore distrettuale di New York. Per l’ex presidente si tratta di una sonora sconfitta: finora era sempre riuscito a nascondere l’entità del suo impero
Arrestata la moglie di El Chapo
Arrestata la moglie di El Chapo
L’ex reginetta di bellezza Emma Coronel Aispuro, 31 anni, è accusata di aver introdotto negli Stati Uniti ingenti quantitativi di droga. La donna era tenuta da tempo sotto stretta sorveglianza dall'FBI
Il peso di 500.000 morti
Il peso di 500.000 morti
Una cifra impressionante, che costringe Biden e Fauci a trattenere l’ottimismo: la corsa al vaccino è iniziata, ma quello che potrebbe accadere con le nuove varianti toglie il sonno
Nuove prove sulla morte di Malcolm X
Nuove prove sulla morte di Malcolm X
La famiglia di un ex agente di polizia svela una lettera secondo cui l’FBI e il Dipartimento di Polizia di New York sarebbero i veri mandanti dell’omicidio del leader dei diritti civili