Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo

| L’improvvisa perquisizione da parte dell’FBI dell’appartamento e degli uffici di Rudy Giuliani ha messo in allarme la rete dei collaboratori dell’ex presidente. Secondo molti, è iniziata la resa dei conti

+ Miei preferiti
Mercoledì scorso, gli agenti dell’FBI hanno perquisito gli uffici e l’appartamento di Rudy Giuliani, ex sindaco di New York ed ex avvocato di Donald Trump. Una notizia immediatamente ripresa dai media, che si scopre solo adesso sta preoccupando profondamente la cerchia dell’ex presidente. “È stata come una dimostrazione, un forte messaggio indirizzato a molti collaboratori di Trump che qualcosa di grosso bolle in pentola”. Secondo una fonte vicina all’ex presidente, c’è il timore che il Dipartimento di Giustizia stia indagando sul 45° presidente americano e sulla sua cerchia più a fondo di quanto si potesse immaginare.

Le perquisizioni, che Giuliani e il suo avvocato Robert Costello hanno bollato come non necessarie, vista la piena collaborazione dell’ex sindaco con gli investigatori, erano legate a un’inchiesta sugli affari di Giuliani in Ucraina e hanno portato al sequestro di diversi apparecchi fra telefoni cellulari, hard disk e computer.

Non è un segreto che Letitia James, il procuratore generale dello stato di New York, stia indagando da tempo sulla “Trump Organization”, sospettata di aver gonfiato e sgonfiato a piacere il valore dei propri beni per motivi fiscali. “Non riesco a capire perché sia stato necessario inviare sette agenti dell’FBI per recuperare un cellulare e un computer portatile”, ha commentato l’avvocato Costello.

Ma la perquisizione ha anche sollevato dubbi sulla lealtà apparentemente incrollabile di Giuliani nei confronti di Trump: “Anche le persone più leali hanno un punto di rottura: non saremmo stupiti se messo di fronte a pesanti accuse, Giuliani potrebbe pensare a salvare se stesso. Abbiamo già assistito a cose del genere con Michael Cohen”.

Ex avvocato personale di Trump, Michael Cohen è passato dal dichiarare di “essere disposto a prendersi una pallottola” per difendere il suo cliente-amico, ad accusatore: nel 2018 ha voltato le spalle all’allora presidente spaventato da un raid dell’FBI che gli ha rivoltato casa e ufficio. Poco dopo si è dichiarato colpevole di frode fiscale, false dichiarazioni e violazioni delle norme finanziarie commesse nel corso della campagna elettorale per conto ed in nome di Donald Trump. “Prima che Donald diventasse presidente, Rudy non amava Donald e Donald non amava Rudy – ha commentato Cohen – ma conoscendolo, so che non ha alcuna intenzione di rischiare la mia fine, rimediando una condanna alla galera”.

Dallo staff di Trump nessun commento ufficiale, a parte ricordare che l’ex sindaco “non ha fatto nulla di male e si è ripetutamente offerto di rispondere a domande su qualsiasi argomento compresi i crimini, i tentati crimini, la cospirazione o il favoreggiamento”. In una dichiarazione diffusa nei giorni scorsi, Giuliani ha negato qualsiasi atto illecito e ha sostenuto che i mandati di perquisizione che hanno portato a irruzioni nel suo ufficio e nel suo appartamento mostrano un “doppio standard di condotta” da parte del Dipartimento di Giustizia verso i collaboratori di Trump rispetto ai democratici. “I repubblicani, sostenitori e difensori del presidente Trump, sono sottoposti a false accuse e alle stesse procedure che sono state usate verso terroristi e criminali organizzati. La caccia alle streghe continua”.

Galleria fotografica
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo - immagine 1
Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare