Il manifesto del killer di San Diego

| Il 19enne autore dell'attacco alla sinagoga si definisce un talento del pianoforte che sei mesi fa non avrebbe neanche immaginato un gesto simile. A ispirarlo Brenton Tarrant, l’attentatore della Nuova Zelanda

+ Miei preferiti
“Suono il pianoforte da quando avevo quattro anni: sono un ragazzo normale che studia da infermiere per aiutare le persone. Se qualcuno mi avesse detto 6 mesi fa che avrei fatto tutto questo, gli avrei risposto che era pazzo”. È solo un passaggio dell’inquietante manifesto di John T. Earnest, 19 anni, l’attentatore della sinagoga di San Diego, secondo quanto riferito dalla polizia l’ennesimo “crimine d’odio religioso”.

Una manciata di minuti di follia, intorno alle 11:30 del mattino, costati la vita a Gilbert Kaye, una donna di 60 anni, e per poco anche a Noya Dahan, 8 anni, suo zio Almong Peretz di 31 e il rabbino Yisroel Goldstein. Earnest era armato con un fucile d’assalto AR15 che si è inceppato, evitando un costo in vite umane ancora maggiore: un agente della polizia di frontiera fuori servizio ha risposto al fuoco colpendo l’auto su cui l’attentatore si stava allontanando: è stato lo stesso ragazzo ad avvisare la polizia indicando il luogo in cui si trovava, è sceso dall’auto con le braccia alzate consegnandosi agli agenti.



Studente modello alla “California State University” di San Marcos, nessun precedente penale sulle spalle, John T. Earnest si è definito “suprematista bianco” e “antisemita”, e la polizia sta analizzando ogni passaggio del suo manifesto, pubblicato in rete poco prima dell’assalto alla sinagoga della congregazione ebraica di Poway, un sobborgo a nord di San Diego. Circa 4.000 parole piene di sarcasmo, frasi farneticanti e odio verso gli ebrei, in cui il giovane si autoaccusa anche dell’incendio alla moschea Dar-ul-Arqam di Escondido del 24 marzo e racconta di aver pianificato l’assalto in quattro settimane. Fonte di ispirazione “l’eroico” gesto di Brenton Tarrant, l’autore dei 50 morti dell’attacco alle moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda. “Tarrant è stato un catalizzatore: ha cambiato la mia vita”, si legge nel manifesto. Ed esattamente come l’attentatore della Nuova Zelanda, anche Earnest aveva annunciato l’attacco con un post pubblicato 30 minuti prima (senza specificare il luogo), prevedendo un live stream che però non ha funzionato, con tanto di “playlist” di canzoni e un messaggio di addio finale.

Gran parte del manifesto consiste in una lunga lista di lamentele e insulti contro gli ebrei, accusati di aver pianificato il genocidio della “razza europea” e si conclude con l’affermazione che l’obiettivo era quello di indurre il governo degli Stati Uniti alla confisca delle armi, decisione che secondo lui porterebbe alla guerra civile.

Secondo lo sceriffo della contea di San Diego, John T. Earnest viveva con i genitori e non risulta avesse legami con gruppi di suprematisti bianchi. Il padre è un tranquillo insegnante di scuola superiore, presidente di una chiesa presbiteriana ortodossa di Escondido.

L’assalto è stato pianificato durante le funzioni dell’ultimo giorno di Pasqua, in un momento in cui si ritiene che all’interno della sinagoga ci fossero circa 100 persone. In base al racconto di alcuni testimoni, il giovane indossava un giubbotto tattico e un casco.

Galleria fotografica
Il manifesto del killer di San Diego - immagine 1
Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare