Il minuto di follia di Connors Betts

| Tanto è bastato all’attentatore di Dayton per uccidere 9 persone e ferirne 26. Lui e Patrick Crusius, il killer di El Paso, non si conoscevano: il primo è stato ucciso dalla polizia, l’altro è già destinato al braccio della morte

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Patrick Crusius e Connors Betts non si conoscevano, vivevano a 2.500 km uno dall’altro: li ha uniti per sempre una delle peggiori giornate di sangue della storia recente degli Stati Uniti. Insieme, ai due capi opposti degli States, hanno ammazzato 30 persone macchiando di sangue l’estate americana. Il primo ha 21 anni e ha ucciso 22 persone nel centro commerciale di El Paso, in Texas. Il secondo di anni ne ha 24, e tredici ore dopo ha fatto lo stesso nel centro di Dayton, in Ohio, uccidendo 9 persone. In comune non hanno nulla, o forse tutto: solitari, musoni, depressi, probabilmente affetti da problemi psichici mai curati e scambiati per un carattere particolare. Il primo amava Trump, il secondo nel 2016 era rimasto sconvolto dalla sua elezione. Ma ambedue hanno trovato armi potenti ad attenderli sulla discesa verso la follia: un fucile mitragliatore per il centro commerciale di El Paso, un fucile calibro 223 con caricatori ad alta capacità per la movida di Dayton. Patrick si è messo le cuffie per proteggere l’udito, Connors il giubbotto antiproiettile. Per adesso li separa solo il destino finale: Patrick Crusius ha sparato per un’ora esatta, poi si è arreso alla polizia, Connors Betts è stato abbattuto un minuto dopo aver aperto il fuoco. Ma è solo questione di tempo, e torneranno insieme: la procura di El Paso ha annunciato l’intenzione di chiedere la pena di morte per Patrick Crusius.

Appena 60 secondi di fuoco che a Connors Betts sono bastati per ammazzare 9 persone e ferirne altre 26. Ma mentre per Crusius i motivi della strage, per quanto farneticanti, ci sono, per Connors resta ancora tutto da capire. È arrivato verso l’una di notte all’angolo della East 5th street, la zona del divertimento di Dayton, affollata di gente. Sembra che poco prima di mettere mano al fucile gli fosse stato negato l’ingresso al “Ned Peppers”, un popolare locale dell’Oregon District, ma appare improbabile che sia bastato questo a far scattare la reazione. A rendere ancora più inquietante la sua lucida follia una notizia confermata dalla polizia: fra le 9 vittime ci sarebbe sua sorella Megan, 22 anni, ma Connors non ha risparmiato un proiettile nemmeno al fidanzato, finito nell’elenco dei feriti: erano arrivati insieme in auto nel centro di Dayton, e secondo gli inquierenti i due non sapevano nulla delle intenzioni del fratellone strano.

Gli ex compagni di classe lo descrivono come un bullo che si divertiva a spaventare le donne. Abitava con la famiglia a Bellbrook, 40 km circa da Dayton, dove adesso le finestre sono chiuse e la famiglia chiede il rispetto della privacy per una tragedia che in un minuto solo si è portata via i loro due figli. Sulla sua pagina Twitter, Connors Betts si definiva fan dei cartoon giapponesi, dichiarava le sue simpatie per la Dem Elizabeth Warren e per Satana e commentava aspramente le stragi di Parkland e dell’11 settembre. Il tutto intervallato da frasi che adesso suonano come una premonizione: “Vado all’inferno e non torno”. L’hanno accontentato.

Galleria fotografica
Il minuto di follia di Connors Betts - immagine 1
Il minuto di follia di Connors Betts - immagine 2
Stati Uniti
Trump e Fauci, separati in casa
Trump e Fauci, separati in casa
Il presidente e il virologo ai ferri corti: oltre a non parlarsi più da tempo, si scambiano frecciatine velenose. In compenso il virus continua a cavalcare indisturbato in tutti gli Stati Uniti
Trump concede la grazia a Roger Stone
Trump concede la grazia a Roger Stone
Consigliere politico di lungo corso dallo stile spietato, è stato graziato da presidente per l’inchiesta sul “Russiagate”. Il 14 luglio sarebbe dovuto entrare in cella per scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
«Ho visto i sex-tape di Ghislaine Maxwell»
Un ladro da cui la coppia comprava gioielli da donare alle giovani vittime, svela di aver visto materiale video scottante che incastrerebbe celebrità e politici d’alto livello mentre facevano orge con minori
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
Trump e il fisco, una vecchia battaglia
La Corte Suprema ha obbligato il presidente a presentare le sue dichiarazioni dei redditi, ma ha anche sancito che resteranno segrete fin dolo le elezioni. È il primo candidato della storia a cui riesce l’impresa
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Nel 1993, a 18 anni, aveva ucciso un uomo mentre tentava di rubargli un camion per fuggire con la fidanzata. L’esecuzione era stata rinviata per la pandemia
Scomparsa una star di «Glee»
Scomparsa una star di «Glee»
Per la conferma ufficiale della morte manca ancora il corpo, ma secondo la polizia non ci sono speranze: Naya Rivera - la cheerleader Santana Lopez della serie televisiva – è scomparsa nelle acque di un lago artificiale in California
Trump fra scuole, libri e polemiche
Trump fra scuole, libri e polemiche
La candidatura di Kanye West, l’ordine di riaprire le scuole, i libri che lo mettono in cattiva luce, la pandemia che avanza inesorabile: la settimana “impossibile” del presidente
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”