Il mistero della «sindrome dell’Avana» che colpisce i diplomatici

| Il “New York Times” svela che sono ormai più di 130 gli agenti e il personale diplomatico colpito da un male misterioso che agisce sul sistema nervoso. Le agenzie di intelligence al lavoro

+ Miei preferiti
Oltre 130 casi in cinque anni sono un motivo sufficiente per far scattare un’indagine sulla così detta “sindrome dell’Avana”, che finora ha colpito diplomatici americani e canadesi che lavoravano presso le rispettive ambasciate a L’Avana, Cuba. Al mistero, il “New York Times” ha dedicato un’inchiesta in cui emergono le preoccupazioni dell’intelligence e dello stesso presidente Biden, che ha ordinato di indagare per far luce sull’accaduto.

Il misterioso male che sembra colpire solo i diplomatici si manifesta con mal di testa, nausea, senso di spossatezza e problemi di varia intensità a vista, udito e memoria. Gli ultimi due casi risalgono allo scorso anno e al 2019, il primo in Virginia, il secondo a Washington, in un ufficio governativo non distante dalla Casa Bianca. I primi episodi nel 2016, quando il personale in servizio all’ambasciata di Cuba ha iniziato a segnalare una serie di malesseri diffusi apparsi all’improvviso riportati dal media, ma senza alcuna supposizione ufficiale. Dopo i primi casi si è messo in moto il “CDC”, il centro per il controllo e la prevenzione delle malattie, che per due anni ha condotto un’indagine epidemiologica senza riuscire a individuare una causa scatenante. “Le valutazioni condotte fino ad ora non hanno identificato il meccanismo delle lesioni, il processo di esposizione o un trattamento efficace o fattore attenuante per il gruppo inspiegabile di sintomi sperimentato da coloro che stazionano a L’Avana, Cuba”, è stata la conclusione dello studio. Al CDC si sono affiancati il Pentagono e diverse agenzie con indagini parallele su quelli che si presume possano essere “attacchi invisibili”, ma senza riuscire a trovare una spiegazione.

Già nei primi anni Novanta, il personale diplomatico in Russia e in Cina aveva denunciato incidenti simili, fino all’escalation del 2018 che ha spinto gli Stati Uniti a emettere un allarme sanitario sulle possibili conseguenze di attacchi con armi non letali a energia diretta. Si tratta di armi elettroniche che emettono potenti fasci di microonde in grado di bloccare i veicoli in moto o di abbattere i droni. Il principale sospettato, nel caso della sindrome, è una classe di nuove armi chiamate “ADS” (Active Denial System) che provocano un surriscaldamento della pelle invisibile a occhio nudo, ma in grado di provocare malesseri agli organi interni. In tal senso è stata avanzata l'ipotesi secondo cui il disturbo sarebbe riconducibile ad “un’arma elettromagnetica a microonde” in grado di colpire il sistema nervoso. Non è d’accordo Cheryl Rofer, chimico del Los Alamos National Laboratory: “Non esiste alcuna prova che un’arma del genere sia mai stata sviluppata da alcun Paese. Si tratta di affermazioni straordinarie che richiedono prove straordinarie: ma finora, ripeto, nessuna prova è stata offerta a sostegno dell’esistenza di quest’arma misteriosa”.

Stati Uniti
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Il Minnesota chiede 30 anni per Derek Chauvin
Gli avvocati dell’ex agente accusato di aver ucciso George Floyd si oppongono: il processo dev’essere rifatto, i media avevano già emesso la sentenza prima del tribunale
Trump condannato a 2 anni senza social
Trump condannato a 2 anni senza social
Dopo mesi di discussioni, Facebook ha deciso di chiudere i profili dell’ex presidente fino al 2022. Un silenzio a cui Trump reagisce con rabbia, ma che inaugura una nuova politica dell’azienda
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Trump: «Prima di agosto tornerò presidente»
Secondo alcune rivelazioni dei media americani, l’ex presidente sarebbe sempre più convinto di essere vittima di una congiura, e si dice convinto del suo ritorno alla Casa Bianca in brevissimo tempo
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
Due adolescenti aprono il fuoco contro la polizia
È successo a Volusia, in Florida: gli agenti hanno tentato di stabilire un contatto, ma i due li hanno investiti di colpi d’arma da fuoco. La giovane è stata ferita, il maschio si è arreso
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Sospesa l’esecuzione di Kevin Cooper
Il governatore della California Newsom ha ordinato una revisione del processo che aveva condannato un afroamericano accusato di aver massacrato una famiglia. Sulla scena erano state rinvenute tracce ematiche molto strane
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
Un weekend di fuoco: 12 sparatorie, 11 morti e 69 feriti
In otto diversi Stati americani, fra venerdì e domenica, sono scoppiati scontri a fuoco che hanno lasciato a terra un numero impressionante di vittime. Dall’inizio dell’anno, 7.500 persone sono state uccise
La storia di un innocente mandato a morte
La storia di un innocente mandato a morte
L’insistenza degli avvocati di Ledell Lee, giustiziato nel 2017, ha portato a individuare una traccia che corrisponde a un soggetto diverso. Ma i giudici che avevano negato l’esame durante il processo insistono: “L’assassino era lui”
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Texas, giustiziato dopo 21 anni nel braccio della morte
Quintin Jones, accusato di aver ucciso la prozia mentre era sotto l’effetto di droghe, è il terzo condannato a morte da quando il Covid ha colpito gli USA. Negata all’ultimo istante la richiesta di rinvio
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
La Trump Organization coinvolta in un’indagine penale
L’ha annunciato il procuratore generale dello Stato di new York, senza citare i motivi e neanche se sull’ex presidente pendono accuse
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
In arrivo un rapporto sugli avvistamenti UFO
L’Office of the Director of National Intelligence sta per consegnare al Congresso un report su alcuni avvistamenti che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile classificare