Il muro delle 20mila bugie di Trump

| Un’installazione artistica che vuole anche essere un monumento alle fake news presidenziali. È sorto a Brooklyn, su idea di un’emittente radio locale

+ Miei preferiti
Da tempo in America lo chiamano “Re Liar”, ironia che riadatta il titolo della celebre tragedia shakespeariana in cinque atti Re Lear all’assonanza con “Liar”, bugiardo. Non sono accuse ma dati certi, numeri che il “Washington Post” annota con scrupolosa precisione dal giorno in cui Donald Trump ha varcato la soglia della Casa Bianca, nel 2016, dopo aver sconfitto Hillary Clinton. Di balle e bugie finora ne ha contate 20.055 in 1267 giorni, con punte di 15 castronate quotidiane.

Numeri sufficienti a formare il “Wall of Lies”, il muro delle bugie sorto in Strattan Street, a Bushwick, un quartiere di Brooklyn: in realtà è definito un progetto artistico, ma dal valore politico non indifferente, visto l’avvicinarsi della scadenza elettorale. Curato da “Radio Free Bushwick”, il murales raccoglie in 15 metri e mezzo di lunghezza e 3 di altezza oltre 20mila bugie pronunciate da Donald Trump nell’esercizio delle sue funzioni presidenziali. Oltre al progetto di arte visiva, l’emittente ospiterà ogni giorno una diretta dal muro in cui gli ascoltatori saranno invitati a leggere alcune perle del repertorio di Trump.

“L’idea originale del progetto era una maratona radiofonica 24 ore su 24, 7 giorni su 7, di tutte le bugie di Trump lette su Radio Free Brooklyn per un’intera settimana prima delle elezioni”, ha raccontato il direttore esecutivo dell’emittente, Tom Tenney. Ma quando la pandemia ha colpito New York, l’idea si è trasformata in un’opera d’arte visiva su suggerimento dell’artista di Bushwick Phil Buehler: “Era un’idea troppo buona per non portarla a termine, la metafora perfetta del caos cosmico creato dalla presidenza Trump”.

Per facilitare la lettura, le menzogne sono in ordine cronologico e divise per colore: immigrazione, lavoro, politica estera, criminalità, salute pubblica, ambiente, elezioni, economia, tasse, Ucraina, Russia, coronavirus, immigrazione e note biografiche.

Articoli correlati
Galleria fotografica
Il muro delle 20mila bugie di Trump - immagine 1
Il muro delle 20mila bugie di Trump - immagine 2
Il muro delle 20mila bugie di Trump - immagine 3
Stati Uniti
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
FBI: rischio di interferenze straniere nelle elezioni
Memori dell'intenso lavoro di depistaggio messo in campo dal Cremlino quattro anni attraverso decine di hacker, i federali svelano che Iran e Russia sarebbero in possesso dei database sugli elettori americani
Chi pensa già al dopo Trump
Chi pensa già al dopo Trump
Temendo la sconfitta, i repubblicani prendono le distanze da Trump e cominciano a riflettere sul futuro del partito, totalmente da riformare dopo uno tsunami lungo 4 anni
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Trump chiude la campagna tra polemiche e accuse
Il presidente ne ha per tutti, a cominciare da Anthony Fauci, definito “un idiota”, mentre il suo staff protesta per la decisione di microfoni chiusi a turno durante il prossimo dibattito
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
Violenta e uccide una giovane, poi partecipa alle ricerche
L’agghiacciante vicenda costata la vita a Sydney Sutherland, 25 anni, travolta mentre faceva footing, violentata, uccisa e sepolta in un bosco da un fattorino che poco dopo si è unito alle squadre di volontari che la cercavano ovunque
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Lisa Montgomery morirà l’8 dicembre prossimo
Sarà la prima donna detenuta in un braccio della morte giustiziata da 53 anni a questa parte. Nel 2004 aveva ucciso una giovane mamma incinta all’ottavo mese per strapparle la bimba dal grembo
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
Trump, la vendetta dei suoi ex collaboratori
La CNN ha pronto uno speciale in cui diversi ex alti funzionari dell’amministrazione parlano e giudicano l’operato dell’attuale presidente. Fra i più piccati l’ex generale John Kelly
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
Tutti i guai con la giustizia che aspettano Trump
In caso di sconfitta, decine di procure sono pronte a quella che si annuncia una monumentale resa dei conti con l’ex tycoon, che avrebbe usato tutta la sua influenza e intoccabilità per sgusciare fra le noie con la legge
Il duello si accende, anche a distanza
Il duello si accende, anche a distanza
Trump e Biden in diretta contemporaneamente su due canali diversi si scambiano accuse reciproche: il presidente è apparso più volte in difficoltà, Biden ha sfoderato la lunga esperienza politica
USA 2020, è già record di votanti
USA 2020, è già record di votanti
14 milioni di americani hanno già espresso il proprio voto via posta: gli esperti prevedono un’affluenza record per decidere se ridare fiducia a Trump o voltare pagine con Biden
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Trump non vuole presentare le dichiarazioni dei redditi
Il presidente si sarebbe rivolto alla Corte Suprema per bloccare le richieste del Grand Jury di Manhattan. Se non fosse rieletto, rischia una condanna insieme alla figlia Ivanka