Il pistolero delle parti intime

| Un uomo dell’Indiana, negli Stati Uniti, si è sparato inavvertitamente ferendosi al pene. Privo di porto d’armi, dovrà anche rispondere di possesso illegale di arma da fuoco

+ Miei preferiti
Mark Anthony Jones, 46 anni da Marion, Indiana, si sentiva forte, da quando era riuscito a procurarsi una pistola. Niente, come quel pezzo di ferro, lo faceva sentire al sicuro. Amava tenerla nei pantaloni, come nei film, bloccata dalla cintura, pronta ad essere estratta in un attimo per difendersi.

Ma vuoi la scarsa manualità, la non abitudine o una semplice distrazione, qualche giorno fa Mark è stato costretto a ricorrere alle cure dell’ospedale: nel tentativo di sistemare meglio la 9mm nella cintura dei pantaloni, è partito un colpo che l’ha colpito esattamente lì, dove nessun uomo vorrebbe mai essere colpito da nulla.

Ovviamente, l’ospedale ha avvisato la polizia, che si è presentata per chiedere spiegazioni e verificare che non si trattasse  di una sparatoria. Agli agenti è bastato qualche minuto per verificare che Mark Anthony Jones non avesse alcun porto d’armi e quindi senza diritto di possedere l’arma. L’uomo è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico: secondo quanto riportato da un comunicato stampa della polizia di Marion, il proiettile è entrato appena sopra il pene ed è uscito dallo scroto.

Appena si riprenderà, Mark dovrà probabilmente subire un processo, e forse non potrà neanche dire “quanto mi girano”.



Galleria fotografica
Il pistolero delle parti intime - immagine 1
Stati Uniti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
Brandon Hole, 19 anni e 8 morti
È il numero delle vittime che un giovane affetto da problemi mentali ha fatto in un magazzino a Indianapolis. Si tratta della 45esima strage avvenuta in America dall’inizio dell’anno, e ancora una volta Biden chiede che sia l’ultima
Ancora sangue sulle strade americane
Ancora sangue sulle strade americane
Un uomo armato di mitragliatrice ha fatto una strage in un magazzino logistico a Indianapolis. Mentre da Chicago arrivano le inquietanti immagini dell’uccisione senza motivo di Adam Toledo, un 13enne
Sesso, droga & deputati
Sesso, droga & deputati
Emergono dettagli sullo scandalo che ha come protagonista unico il deputato repubblicano della Florida Matt Gaetz, sospettato di avere una passione smodata per le minorenni
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
Una nuova indagine sulla Cina ogni 10 ore
È quanto ha dichiarato Christopher Wray, direttore dell’FBI, raccontando davanti al Senato di 2.000 indagini collegate a Pechino, una presenza forte, costante e insidiosa
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’agente Kim Potter accusata di omicidio
L’ormai ex agente di polizia di Minneapolis che ha ucciso Daunte Wright arrestata e rilasciata su cauzione. Rischia fino a 10 anni di carcere, mentre per la strade la rabbia aumenta
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Terremoto nel Dipartimento di polizia di Minneapolis
Si sono dimessi il capo del dipartimento e Km Potter, l’agente che ha ucciso Duane Wright con un colpo di pistola credendo di avere in mano il teaser. Intanto in città cresce la tensione
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Afroamericano ucciso dalla polizia, torna la tensione a Minneapolis
Daunte Wright, 20 anni, ucciso da un agente mentre tentava di opporsi all’arresto. I manifestanti sono tornati per le strade minacciando la polizia. In città la tensione è già alta per il processo per la morte di George Floyd
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Ex giocatore della NFL fa strage di una famiglia
Philip Adams, con una lunga carriera nella massima divisione del football americano, prima di togliersi la vita ha ucciso un medico, sua moglie, due dei loro nipoti e un tecnico che lavorava ad un impianto di aria condizionata
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Biden: «Basta con le armi, sono un imbarazzo internazionale»
Il presidente promette di fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per limitare l’uso delle armi da fuoco, a cominciare dalle “ghost guns”, kit di montaggio venduti liberamente senza alcun controllo
New York, la grande fuga dei ricconi
New York, la grande fuga dei ricconi
L’aumento della tassazione per chi guadagna un milione di dollari all’anno ha messo le ali ai piedi dei Paperoni newyorkesi, indecisi se prendere casa a Miami o Austin, in Texas