Il primo reato commesso nello spazio

| Mentre si trovava a bordo della stazione spaziale ISS, l’astronauta americana Anne McClain si è collegata al banking online dell'ex marito, che ha sporto denuncia

+ Miei preferiti
Almeno un problema, alla Nasa dev’essere sfuggito: come si arresta un astronauta? Cioé: se un uomo o una donna in permanenza nello spazio commette un reato, in che modo la giustizia può raggiungerlo?

La risposta la attende soprattutto Anne McClain, astronauta e tenente colonnello dell’esercito statunitense, nel 2013 scelta dalla Nasa per il “Group 21”, un ristretto numero di specialisti selezionato per essere assegnati ad una missione su Marte o su asteroidi. Classe 1979, sposata con un figlio, appassionata di golf, rugby, pesistica, bici e running, si è laureata a pieni voti in ingegneria meccanica a West Point nel 2002, seguita da un master in ingegneria aerospaziale. Diventata pilota di elicotteri, ha partecipato per 15 mesi all’operazione “Iraqi Freedom, mettendo insieme 800 ore di combattimento in 216 missioni in territorio nemico. Un curriculum impressionante, che però ha una piccola macchia scura: mentre per sei mesi fluttuava nello spazio a bordo della ISS, la Stazione Spaziale Internazionale, il tenente colonnello McCain avrebbe agito in modo improprio sul conto corrente del marito attraverso un collegamento internet. Una cosa che non poteva fare, e che la rendono la prima astronauta della storia che ha commesso un reato mentre si trova nello spazio. Sembra uno scherzo, ma la questione è delicatissima, al punto che lo stato maggiore della Nasa e del Pentagono stanno studiando attentamente il caso, che non ha precedenti e neanche statistiche.

Summer Worden, ormai ex marito dell’astronauta ed ex ufficiale dei servizi segreti, ha presentato un reclamo alla “Federal Trade Commission” poiché sua moglie avrebbe commesso un furto di identità, malgrado non risultino movimenti di denaro o indicazione di spese.

Come se ancora non bastasse, anche i suoceri del tenente colonnello McClain hanno presentato un altro reclamo all’ispettore generale della NASA, sostenendo che la donna aveva impropriamente accesso ai registri finanziari privati del marito, per mettere in atto “una campagna altamente calcolata e manipolativa” per ottenere la custodia del figlio.

L’avvocato dell’astronauta, Rusty Hardin, ha assicurato che la sua cliente “nega strenuamente di aver fatto qualcosa di improprio e sta cooperando fattivamente con le autorità”. Ha aggiunto che Anne McClain stava semplicemente monitorando l’account per garantire il benessere del figlio, utilizzando la stessa password in uso durante il matrimonio per accedere all’account bancario.

“Sono sconcertato all’idea che la mia ex moglie si sia spinta fino a quel punto”, ha commentato il marito in un’intervista televisiva. L’ispettore generale della Nasa ha condotto un’intervista sotto giuramento con Anne McClainin cui lei sostiene che stava solo proseguendo sui canoni che lo stesso Worden aveva approvato per la gestione delle finanze familiari. I due si erano sposati nel 2014, e Summer Worden ha chiesto il divorzio quattro anni dopo, quando Anne l’ha accusato di aggressione. Pochi mesi dopo, Anne McClain è andata nello spazio e l’ex marito ha scoperto l’accesso al conto bancario. Non è ancora chiaro se la questione finirà in tribunale, e neanche di quale galassia.

Galleria fotografica
Il primo reato commesso nello spazio - immagine 1
Il primo reato commesso nello spazio - immagine 2
Il primo reato commesso nello spazio - immagine 3
Il primo reato commesso nello spazio - immagine 4
Il primo reato commesso nello spazio - immagine 5
Stati Uniti
L’era Trump si chiude
con un’inchiesta per tangenti
L’era Trump si chiude<br>con un’inchiesta per tangenti
Secondo alcuni documenti rivelati dalla CNN, il presidente era pronto alla clemenza in cambio di tangenti. Prima di andarsene, Trump pensa alla "grazia preventiva" per i figli
Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista
Si dimette Scott Atlas, il medico negazionista
Consigliere di Trump per la pandemia dallo scorso agosto, si è sempre detto favorevole all’immunità di gregge rifiutando tutto il resto. La comunità scientifica americana soddisfatta per le dimissioni
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Il Giorno del Ringraziamento, senza nulla per cui ringraziare
Con 50 milioni di americani sulla soglia della povertà, la festa che riunisce le famiglie davanti ad un tacchino assume un significato diverse. Lunghe code davanti alle mense e alle associazioni che distribuiscono pacchi alimentari
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
La Purdue Pharma si dichiara colpevole
L’azienda ritenuta responsabile della crisi sanitaria degli oppiacei ammette di aver giocato sporco favorendo la diffusione degli antidolorifici. Niente galera per proprietari e dirigenti ma una sanzione colossale
I giovani americani e il test del giovedì
I giovani americani e il test del giovedì
Sta prendendo piede un po’ ovunque: ci si sottopone al tampone il giovedì per poter trascorrere il weekend in piena libertà. Ma gli esperti ammoniscono: attenzione, non funziona così
La città degli angeli (e dei morti)
La città degli angeli (e dei morti)
Los Angeles ha raggiunto i 300 omicidi dall’inizio dell’anno: quasi tutti sono avvenuti per strada, dove ormai la legge sembra non arrivare più
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
L’addio di Trump, costellato di condanne a morte
Dopo Orlando Hall, giustiziato giovedì scorso, l’8 dicembre l’iniezione letale toccherà a Lisa Montgomery, seguita l’11 da Alfred Bourgeois. Il 14 gennaio entrerà nella death room Cory Johnson, seguito il giorno successivo a Dustin Higgs
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Covid-19: neri e ispanici muoiono più dei bianchi
Secondo uno studio, l’aspettativa di vita dei neri e latino-americani in America si ridurrà a causa della pandemia. Non è solo una questione genetica, ma le conseguenze di una società in cui la disuguaglianza è pura normalità
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Il clan Trump scalpita per entrare in politica
Lara, moglie di Eric, sarebbe pronta per candidarsi al Senato in North Carolina, mentre Ivanka sogna di fare il sindaco di New York e suo fratello Don Jr. è tentato dalle presidenziali del 2024
Gli strateghi della battaglia di Trump
Gli strateghi della battaglia di Trump
Secondo il “Washington Post”, Rudy Giuliani e Steve Bannon guiderebbero il “dream team” del presidente con l’obiettivo di ritardare quanto più possibile la certificazione finale dei risultati elettorali per delegittimare Biden