Impeachment, anche i saggi contro Trump

| Sono ben 700, gli esperti che hanno firmato un documento in cui sottolineano la necessità della messa in stato di accusa del presidente, che ha scambiato l’America nella sua monarchia

+ Miei preferiti
Sono un semplice contorno al piatto forte, certo, ma la lettera firmata da 700 fra giuristi, esperti e studiosi di leggi americane non gioca a favore di Trump, nei giorni caldi dell’impeachment. I 700 saggi/esperti concordano sulla necessità di mettere in stato di accusa il presidente, esortando i deputati a votare perché l’iter vada avanti senza intoppi, e il più velocemente possibile.

“La condotta illegale del presidente tesa ad ostacolare l’attività della Camera, che nel pieno dei suoi diritti cercava di raccogliere documenti e testimonianze sulle attività del governo, dimostra uno sfacciato disprezzo per la democrazia - si legge nel documento firmato dal gruppo “Protect Democracy” – è una falsa dottrina quella utilizzata dal presidente per giustificare l’ostruzione sostenendo che il suo esecutivo gode di immunità assoluta. Un’affermazione che non va tollerata, perché trasformerebbe il presidente in un monarca assoluto al di sopra della legge”.

Sul fronte dell’indagine, ieri Chuck Schumer, leader Dem al Senato, ha richiesto la deposizione dell’ex consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton, del capo dello staff presidenziale Mick Mulvaney, del consigliere Robert Blair e del funzionario dell’ufficio bilancio Michael Duffey. Un poker d’assi per cui era già stata richiesta la testimonianza, ma che tutti e quattro avevano disertato su ordine della Casa Bianca. Schumer si è anche detto fiducioso che il processo a Donald Trump possa iniziare il 6 gennaio prossimo.

Stati Uniti
Scomparsa una star di «Glee»
Scomparsa una star di «Glee»
Per la conferma ufficiale della morte manca ancora il corpo, ma secondo la polizia non ci sono speranze: Naya Rivera - la cheerleader Santana Lopez della serie televisiva – è scomparsa nelle acque di un lago artificiale in California
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Texas, giustiziato Billy Joe Wardlow
Nel 1993, a 18 anni, aveva ucciso un uomo mentre tentava di rubargli un camion per fuggire con la fidanzata. L’esecuzione era stata rinviata per la pandemia
Trump fra scuole, libri e polemiche
Trump fra scuole, libri e polemiche
La candidatura di Kanye West, l’ordine di riaprire le scuole, i libri che lo mettono in cattiva luce, la pandemia che avanza inesorabile: la settimana “impossibile” del presidente
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Sfuggito all’11 settembre, muore di Covid-19
Stephen Cooper, ripreso in una delle più celebri foto della tragedia di New York, è stato sopraffatto dal coronavirus in Florida, dove aveva scelto di vivere
Trump, la marcia verso il baratro
Trump, la marcia verso il baratro
Affossato da tutti i sondaggi, insultato, contestato e deriso ovunque, Trump si prepara ad una sconfitta di proporzioni abissali. E i Repubblicani sarebbero pronti a chiedergli un passo indietro (del tutto improbabile)
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
La figlia di un candidato: «Non votate per mio padre»
Stephanie Reagan, figlia di Robert, repubblicano in corsa per il distretto del Michigan, ha lanciato un appello perché il genitore non sia eletto: “Leggete i suoi programmi e spargete la voce, vi prego”
Chicago crime scene
Chicago crime scene
Ennesimo weekend nella metropoli dell’Illinois: 52 morti, fra cui un bambino di 20 mesi e una bimba di 10 anni. Polemica feroce con scambio di insulti fra il presidente Trump, il sindaco e il governatore
Il vuoto profondo dell’America
Il vuoto profondo dell’America
Da Paese guida del mondo a partner inaffidabile e rissoso: il ruolo dell’America nella politica internazionale è diventato confuso, di parte e per nulla autorevole
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Vincere alla lotteria 2 volte in 3 anni
Per la seconda volta nella sua vita, Mark Clark ha acquistato il biglietto vincente della “Michigan Lottery”, intascando 4 milioni di dollari
Trump: la politica dell’autodistruzione
Trump: la politica dell’autodistruzione
In vistoso e preoccupante calo nei sondaggi, il presidente è inerme e senza idee di fronte alla recrudescenza di contagi e alle proteste razziali