Impeachment, anche i saggi contro Trump

| Sono ben 700, gli esperti che hanno firmato un documento in cui sottolineano la necessità della messa in stato di accusa del presidente, che ha scambiato l’America nella sua monarchia

+ Miei preferiti
Sono un semplice contorno al piatto forte, certo, ma la lettera firmata da 700 fra giuristi, esperti e studiosi di leggi americane non gioca a favore di Trump, nei giorni caldi dell’impeachment. I 700 saggi/esperti concordano sulla necessità di mettere in stato di accusa il presidente, esortando i deputati a votare perché l’iter vada avanti senza intoppi, e il più velocemente possibile.

“La condotta illegale del presidente tesa ad ostacolare l’attività della Camera, che nel pieno dei suoi diritti cercava di raccogliere documenti e testimonianze sulle attività del governo, dimostra uno sfacciato disprezzo per la democrazia - si legge nel documento firmato dal gruppo “Protect Democracy” – è una falsa dottrina quella utilizzata dal presidente per giustificare l’ostruzione sostenendo che il suo esecutivo gode di immunità assoluta. Un’affermazione che non va tollerata, perché trasformerebbe il presidente in un monarca assoluto al di sopra della legge”.

Sul fronte dell’indagine, ieri Chuck Schumer, leader Dem al Senato, ha richiesto la deposizione dell’ex consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton, del capo dello staff presidenziale Mick Mulvaney, del consigliere Robert Blair e del funzionario dell’ufficio bilancio Michael Duffey. Un poker d’assi per cui era già stata richiesta la testimonianza, ma che tutti e quattro avevano disertato su ordine della Casa Bianca. Schumer si è anche detto fiducioso che il processo a Donald Trump possa iniziare il 6 gennaio prossimo.

Stati Uniti
Il South Carolina ripristina la fucilazione
Il South Carolina ripristina la fucilazione
La carenza di farmaci letali ha portato al ritorno della pena capitale attraverso il plotone di esecuzione. Per le associazioni umanitarie “un passo indietro verso le barbarie medievali”
Trump lancia un nuovo canale social
Trump lancia un nuovo canale social
Non è ancora quello che aveva in mente, ma più un sito canale diretto fra l’ex presidente e i suoi sostenitori. Nelle stesse ore, Facebook si riunisce per decidere se togliere l’embargo
Bill e Melinda si dicono addio
Bill e Melinda si dicono addio
I Gates, la coppia di miliardari filantropi, si è rotta: l’ha annunciato Bill con poche parole su Twitter. Ignoti i motivi della rottura, anche se si mormora sia stata lei a volere la separazione
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
John Christopher Smith, schiavo di un uomo bianco
Affetto da disturbi mentali, per anni è stato costretto a lavorare senza paga, picchiato e maltrattato dal titolare di una caffetteria. Ora la giustizia impone che gli venga restituito più di quanto avrebbe guadagnato
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
Il cerchio magico di Trump teme guai in arrivo
L’improvvisa perquisizione da parte dell’FBI dell’appartamento e degli uffici di Rudy Giuliani ha messo in allarme la rete dei collaboratori dell’ex presidente. Secondo molti, è iniziata la resa dei conti
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
USA: birre e popcorn per chi si vaccina
Diverse grandi aziende offrono premi in denaro per i propri dipendenti, mentre stati come il West Virginia regala buoni in denaro. L’obiettivo è convincere milioni di no-vax e recalcitranti
I primi 100 giorni di Joe
I primi 100 giorni di Joe
Il presidente Biden parla al Paese promettendo di risollevare gli americani “abbandonati e dimenticati”: getta le basi per un’ambiziosa agenda economica e chiede la riforma della polizia e più divieti sulle armi
Altre due vittime della polizia americana
Altre due vittime della polizia americana
Mario Gonzalez soffocato come George Floyd, Andrew Brown Jr crivellato di colpi mentre tentava di sfuggire all’arresto. Si temono nuove ondate di proteste
Tre mesi all’inizio del processo contro Ghislaine Maxwell
Tre mesi all’inizio del processo contro Ghislaine Maxwell
L’ex socialite britannica è apparsa in tribunale per una nuova accusa, mentre i suoi legali querelano la casa editrice che ha pubblicato un nuovo libro sulla vicenda, e i media riaccendono le luci sull’amicizia con Bill Clinton
Caitlyn Jenner si candida a governatore della California
Caitlyn Jenner si candida a governatore della California
Il transgender più famoso del mondo, padre delle sorelle Jenner e patrigno delle Kardashian, scende in campo come repubblicano moderato per restituire al “Golden State” quanto lei stessa ha avuto