Impeachment, in arrivo la “bomba” Bolton?

| L’ex consigliere per la sicurezza nazionale in attesa del via libera dal tribunale per la deposizione al Congresso: ottenesse il via libera, per Trump sarebbe un grosso problema

+ Miei preferiti
Potrebbe passare dalle mani di John Bolton, ex consigliere per la sicurezza nazionale voluto e allontanato da Donald Trump dopo appena 7 mesi, uno dei momenti più critici della procedura di impeachment nei confronti del presidente americano. Secondo la “CNN”, che riporta dichiarazioni sibilline dei suoi avvocati, Bolton è stato convocato per testimoniare davanti al Congresso, ma dalla White House è arrivato la minaccia di non farlo. Da buon americano ligio davanti alla legge e alla Costituzione, Bolton ha rimesso la decisione ad un giudice federale, che deciderà se autorizzare o meno la deposizione.

La speranza è che non si ripeta il caso di Mick Mulvaney, capo dello staff presidenziale che ha scelto di non presentarsi davanti al Congresso, protetto dall’immunità assoluta che la Casa Bianca ha adottato come discutibile strategia difensiva, ritenendo che Trump e i suoi collaboratori non possono essere messi sotto indagine. Anche la testimonianza di Mulvaney sarebbe stata fondamentale, visto che aveva confermato il congelamento dei 400 milioni di dollari in aiuti per spingere l’Ucraina ad avviare l’inchiesta contro Biden.

Nel caso per Bolton fosse diverso, rivela ancora la CNN, per Trump potrebbero guai seri. Charles Cooper, uno degli avvocati di Bolton, ha rinviato una lettera alla commissione d intelligence che guida l’indagine, in cui assicura che “Bolton è stato coinvolto personalmente in molti degli eventi, incontri e conversazioni di cui si è già avuta testimonianza, nonché di incontri e conversazioni pertinenti che non sono ancora stati discussi nelle testimonianze sentire finora”. In pratica: sappiate che su episodi su cui state indagando, potrebbero esserci rivelazioni fondamentali.

John Bolton, figura centrale di numerosi episodi della presidenza Trump finiti sotto la lente, non ha mai nascosto di aver sollevato numerose preoccupazioni sull’operato del presidente, bollando come “dug deal”, affare sporco, sia le elezioni del 2016 che l’impegno con cui numerosi funzionari della Casa Bianca gestivano le pressioni sull’Ucraina, per spingere il governo ad avviare un’inchiesta in grado di affossare la famiglia Biden. Non solo: secondo diversi testimoni, proprio Bolton avrebbe incoraggiato gli uomini del suo staff a dare l’allarme nel caso di atteggiamenti e azioni illegali.

Riguardo all’Ucrainagate, finora costata la galera a due soci di Rudy Giuliani, l’ex sindaco di New York diventato avvocato di fiducia di Trump, il “Wall Street Journal” rivela che le pressioni erano iniziate ben prima dell’elezione di Volodymyr Zelens’kyj. Anche con il suo predecessore, Petro Porshenko, i funzionari americani avevano esercitato lo stesso tipo di pressioni.

Stati Uniti
Un uomo afferma di essere il bimbo scomparso 25 anni prima
Un uomo afferma di essere il bimbo scomparso 25 anni prima
Si chiama Mike Cash, ha 29 anni, ma nutre il sospetto che potrebbe essere D’Wan Sims, un bimbo di quattro anni scomparso nel nulla a Detroit nel dicembre 1994
L.A., agente sotto accusa per vilipendio di cadavere
L.A., agente sotto accusa per vilipendio di cadavere
Un agente della polizia di Los Angeles ripreso dalla videocamera corporale mentre palpeggia ripetutamente il seno di una giovane donna morta qualche ora prima. Rischia fino a tre anni di carcere
Siri lo salva da un lago ghiacciato
Siri lo salva da un lago ghiacciato
Un giovane finito nelle acque del lago Winnebago ha chiesto all’assistente vocale di avvisare i soccorsi. È stato salvato dai vigili del fuoco, cavandosela con un grande spavento
I whistleblower che inchiodano la Boeing
I whistleblower che inchiodano la Boeing
L’azienda era stata avvisata più volte della pericolosità dei 737 MAX per difetti di fabbricazione, problemi nell’assemblaggio e malfunzionamenti del nuovo stabilizzatore. Ma sono stati ignorati
Afghanistan Papers, tutte le bugie della guerra
Afghanistan Papers, tutte le bugie della guerra
In un’inchiesta costata anni di lavoro e battaglie legali, il Washington Post svela le approssimazioni che da 18 anni gettano ombre e confusione sulla guerra in Afghanistan
Il giorno dell’impeachment
Il giorno dell’impeachment
Formulati ufficialmente gli atti d’accusa contro il presidente Trump, ritenuto colpevole di abuso di potere e ostruzione alle indagini della Camera. La Casa Bianca respinge ogni cosa
Addio a Pete Frates, l’inventore dell’Ice Bucket Challenge
Addio a Pete Frates, l’inventore dell’Ice Bucket Challenge
Malato di SLA, aveva ideato la sfida del secchio d’acqua ghiacciata per raccogliere fondi destinati alla ricerca. Si è spento in queste ore, dopo otto anni in cui ha lottato con tutte le forze per dare coraggio a se stesso e agli altri
Una donna, quattro uomini e una neonata
Una donna, quattro uomini e una neonata
La surreale storia di Tory Ojeda, 20enne di Jacksonville, in Florida, che vive da anni con i suoi quattro giovani amanti e ora hanno deciso di fare da padri tutti insieme alla piccola che nascerà a breve
Uber, il rapporto shock
Uber, il rapporto shock
Oltre 6.000 aggressioni a scopi sessuali nel biennio 2017-2018, con 235 stupri 107 morti. Numeri su cui l’azienda tenta di porre rimedio
USA, 7 morti in due sparatorie in Florida
USA, 7 morti in due sparatorie in Florida
Quattro persone uccise è il bilancio di una rapina sventata dalla polizia a Coral Glabes, mentre poche ore un uomo ha aperto il fuoco nella base della marina di Pensacola, uccidendo tre persone e ferendone altre 11