Impeachment, l’ora di John Bolton

| L’ex consigliere per la sicurezza nazionale, voluto ed epurato da Trump, sarebbe pronto a deporre. E potrebbe essere la svolta definitiva dell’impeachment

+ Miei preferiti
E alla fine arriva John, come nei film, per salvare all’ultimo istante un amico assediato dai nemici, una famiglia in pericolo, un cervo sfuggito ai veterinari dell’amaro Montenegro. Questa volta l’ennesimo John, di cognome Bolton, baffi bianchi e occhialini da sceriffo saggio, ha il compito di dare la volata all’impeachment contro Donald Trump, il presidente che prima l’ha voluto come consigliere per la sicurezza nazionale, salvo poi licenziarlo in tronco un anno dopo. Proprio su questo dettaglio, si capisce che fra i due non corresse buon sangue: Trump afferma di averlo accompagnato a calci fino alla porta della Casa Bianca, Bolton nega, dicendo che è stato lui andarsene, sbattendo ogni porta possibile.

Questioni di grana grossa che adesso, due mesi dopo l’epurazione, diventano il piatto su cui si consuma la vendetta dell’avvocato di Baltimora diventato politico di razza. È lui la pedina su cui si giocano le fasi finali dell’inchiesta che può portare all’incriminazione del presidente, un nome emerso più volte dai testimoni che finora si sono alternati davanti alla commissione del Congresso.

Secondo gli analisti politici, la sua deposizione sarà (o sarebbe) un vero colpo di scena nel tortuoso percorso dell’impeachment, perché Bolton era già stato invitato, ma aveva declinato appellandosi alla norma che concede ai funzionari della Casa Bianca di non presentarsi in audizione. Ma ora qualcosa è cambiato: John Bolton ci ha ripensato, e dagli indizi seminati finora, sembra nutrire intenzioni bellicose: “È tempo di parlare”. Per vuotare il sacco attende solo un mandato di comparizione ufficiale, perché siano i giudici a prendersi la responsabilità della deposizione.

Finora non era riuscito a far sentire la propria voce denunciando il blocco del suo account Twitter, secondo lui su ordine espresso di Trump, che ovviamente nega. Ma quando la questione stava implodendo, l’account è tornato attivo e John non se l’è fatto ripetere due volte: “Avevano paura di quello che averi potuto dire? Mi spiace deludere chi speculava sul fatto che mi stavo nascondendo, non era così: restate sintonizzati”.

Trump, temendo l’arrivo di nuovi container di materiale organico, ha tentato l’approccio morbido - “Abbiamo un buon rapporto” – ma Bolton non ha raccolto, e neanche risposto. In compenso, il suo team legale ha seminato ad arte piccole dosi di esplosivo, con frasi come “Ha una conoscenza diretta di incontri e colloqui”. Roba che sarà utile soprattutto per un libro che pare stia scrivendo, a fronte di un contratto da due milioni di dollari.

Stati Uniti
Una donna, quattro uomini e una neonata
Una donna, quattro uomini e una neonata
La surreale storia di Tory Ojeda, 20enne di Jacksonville, in Florida, che vive da anni con i suoi quattro giovani amanti e ora hanno deciso di fare da padri tutti insieme alla piccola che nascerà a breve
Uber, il rapporto shock
Uber, il rapporto shock
Oltre 6.000 aggressioni a scopi sessuali nel biennio 2017-2018, con 235 stupri 107 morti. Numeri su cui l’azienda tenta di porre rimedio
USA, 7 morti in due sparatorie in Florida
USA, 7 morti in due sparatorie in Florida
Quattro persone uccise è il bilancio di una rapina sventata dalla polizia a Coral Glabes, mentre poche ore un uomo ha aperto il fuoco nella base della marina di Pensacola, uccidendo tre persone e ferendone altre 11
Paura a Pearl Harbour: un militare apre il fuoco
Paura a Pearl Harbour: un militare apre il fuoco
Per motivi ancora del tutto sconosciuti, un marinaio avrebbe ucciso due persone ferendone un’altra, prima di spararsi alla testa. La base navale statunitense in lockdown
Nancy Pelosi: “procediamo con l’impeachment”
Nancy Pelosi: “procediamo con l’impeachment”
La speaker della Camera chiede in diretta televisiva alle commissioni di procedere con la stesura degli articoli che saranno votati, prima dalla Camera e poi dal Senato. La rabbia incontenibile di Trump
USA: la sindrome del furgone bianco
USA: la sindrome del furgone bianco
Decine di post su Facebook avvisano di fare attenzione alla presenza di furgoni bianchi, perché girerebbero per far sparire donne e bambini. La maggior parte dei casi segnalati a Baltimora, ma la paura ha contagiato tutta l’America
USA: accuse di pedofilia contro i salesiani
USA: accuse di pedofilia contro i salesiani
Un’inchiesta della CNN ha portato alla luce diversi casi di pedofilia avvenuti in un istituto dell’ordine religioso creato da Don Bosco
USA: per 10 anni nasconde il corpo del marito in freezer
USA: per 10 anni nasconde il corpo del marito in freezer
La polizia, avvisata dai vicini, entra nell’appartamento di una donna e la trova senza vita, ma nel freezer gli agenti scoprono il corpo del marito, morto diversi anni prima
California sotto shock per la strage di una famiglia
California sotto shock per la strage di una famiglia
Shankar Hangud ha ucciso la moglie e due dei suoi figli, poi ha percorso centinaia di km per uccidere il terzo, caricarlo nel bagagliaio e presentarsi alla polizia
Le ultime speranze dei genitori di Aaron Anderson
Le ultime speranze dei genitori di Aaron Anderson
Aveva 22 mesi quando 30 anni fa è spartito dal giardino di casa, in Minnesota. Nessuna pista ha mai portato a nulla, e nessun corpo è mai stato ritrovato: è proprio questa la condanna dei genitori